Bypass aorto-coronarico: differenze tra le versioni

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta2)
(Annullata la modifica 86871599 di 93.49.161.181 (discussione) quei video non si pubblicano)
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta2))
i cui risultati sono stati presentati all'Americam College of Cardiology il 27 marzo 2012, ha evidenziato la superiorità della rivascolarizzazione chirurgica rispetto all'[[angioplastica coronarica]] nei pazienti affetti da malattia coronarica multivasale (≥3 vasi).
 
Lo studio ASCERT è uno degli studi osservazionali, che ha coinvolto un numero particolarmente elevato di casi, 600.000, con una analisi finale composta da 103.549 pazienti trattati con angioplastica e 86.244 trattati con bypass aorto-coronarico<ref>[http://www.theheart.org/article/1377143.do ASCERT CABG, PCI analysis: Lower mortality with surgery]</ref><ref>[{{Cita web |url=http://www.cardiosource.org/News-Media/Publications/Cardiology-Magazine/ACC12-ASCERT.aspx |titolo=Study Suggests Better Survival in Patients Undergoing CABG Compared to PCI] |accesso=1 aprile 2012 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120331045609/http://www.cardiosource.org/News-Media/Publications/Cardiology-Magazine/ACC12-ASCERT.aspx |dataarchivio=31 marzo 2012 |urlmorto=sì }}</ref>
 
I risultati sono stati assolutamente a favore della rivascolarizzazione chirurgica ([[Follow-up|follow up]] a 4 anni), infatti già dal primo anno di controllo le curve di sopravvivenza sono diventate sempre più divergenti a favore dell'approccio chirurgico.
1 425 641

contributi