San Silvestro (Pescara): differenze tra le versioni

m
+tdn
m (+tdn)
Etichetta: Editor wikitesto 2017
L'edificio più antico di San Silvestro oltre alla Chiesa è il palazzo Fattiboni, sorto nel 1600 al posto di un fortino militare. I primi cenni storici che riguardano la moderna San Silvestro risalgono al 30 marzo [[1806]], quando [[Napoleone Bonaparte]] nomina Re di Napoli e di Sicilia il fratello [[Giuseppe Bonaparte|Giuseppe]]. Questi introdusse nel territorio italiano diverse riforme di riorganizzazione catastale, in modo da semplificare l'amministrazione delle comunità, all'epoca ancora regolata da un sistema legato alle parrocchie ed ai Consigli dei Camerlenghi, ultimo lascito del periodo feudale del [[Medioevo]]. Negli anni successivi venne istituito il comune di San Silvestro, che comprendeva le ville di Fontanella e Vasciola e le contrade di Chiappini, Fontechiara e Valle di Rocco. Il comune confinava a nord con l'attuale [[Pescara]], a sud con [[Torrevecchia Teatina]] e Forcabobolina ([[San Giovanni Teatino]]), a sud est con [[Francavilla al Mare]] e a nord est con il [[Mare Adriatico]]. I collegamenti con i centri abitati contigui erano dimessi e poco utilizzati. Il comune fu soppresso nel [[1879]], e i suoi territori vennero ripartiti fra San Giovanni Teatino, Francavilla al Mare, Pescara e Torrevecchia Teatina.
 
==Monumenti e luoghi di interesse==
==La parrocchia==
===Parrocchia===
[[File:SanSilvestroChiesa.jpg|thumb|San Silvestro Colle]]La parrocchia di San Silvestro fu istituita intorno al 1500. La chiesa è poi nata sulle fondamenta di un monastero del XVI secolo. Uno dei primi documenti che ne certificano ufficialmente l'istituzione è una lettera scritta dall'arcivescovo di Chieti il 27 novembre 1827, al fine di regolare una disputa per il pagamento delle decime sacramentali, una parte del raccolto agricolo che i fedeli versavano al parroco nel mese di agosto. Ulteriori conferme si trovano anche negli [[registri parrocchiali|antichi registri]] custoditi nell'attuale casa parrocchiale, risalenti fino al XVII secolo.
[[File:SanSilvestroChiesa.jpg|thumb|Chiesa di San Silvestro Papa]]
[[File:SanSilvestroChiesa.jpg|thumb|San Silvestro Colle]]La parrocchia di San Silvestro fu istituita intorno al 1500. La chiesa è poi nata sulle fondamenta di un monastero del XVI secolo. Uno dei primi documenti che ne certificano ufficialmente l'istituzione è una lettera scritta dall'arcivescovo di Chieti il 27 novembre 1827, al fine di regolare una disputa per il pagamento delle decime sacramentali, una parte del raccolto agricolo che i fedeli versavano al parroco nel mese di agosto. Ulteriori conferme si trovano anche negli [[registri parrocchiali|antichi registri]] custoditi nell'attuale casa parrocchiale, risalenti fino al XVII secolo.
 
'''Chiesa di San Silvestro Papa'''
* Dal ''belvedere'' di San Silvestro Colle si ha una vista a 270 gradi sul [[Mare Adriatico]], su [[Pescara]], [[Francavilla al Mare]] e [[Montesilvano]] (da qui si apprezza la contiguità fra i tre comuni) e, verso l'interno, su parte della [[Provincia di Pescara]], arrivando fino al [[Gran Sasso d'Italia|Gran Sasso]].
* San Silvestro Colle ha la particolarità, unica nel comune di Pescara, di avere due santi patroni: [[Papa Silvestro I]] e [[Cetteo di Amiterno]], quest'ultimo patrono della città.
* San Silvestro, come altre zone della città, celebra feste di quartiere, due all'anno: quella dedicata a ''San Silvestro Papa'' si svolge durante l'ultima settimana di [[Agostoagosto]], mentre quella dedicata alla ''Madonna del Rosario'' è celebrata in [[Ottobre]].
* Negli ultimi decenni i cittadini di San Silvestro hanno più volte protestato per la presenza di ''antenne radiotelevisive'' di varie emittenti nel territorio, considerate estremamente dannose per la salute dei residenti, e ne hanno più volte chiesto la rimozione o lo spostamento su piattaforme appositamente costruite sul [[Mare Adriatico]].
 
 
{{Pescara}}
{{Portale|Abruzzo}}
 
4 012

contributi