Differenze tra le versioni di "Accertamenti diffusione stampa"

 
== Storia ==
===Prima di ADS===
Nel [[1961]], su iniziativa di [[Arnoldo Mondadori]], i maggiori editori italiani di periodici strinsero un accordo con la [[Fieg]]: nacque l'Istituto Accertamento Diffusione (IAD) con il compito di elaborare dati certi di tiratura e diffusione della stampa periodica italiana. L'attività dello IAD fu esposta a critiche, riguardanti soprattutto il margine di discrezionalità concesso agli
editori nella segnalazione delle tirature<ref>[[Nello Ajello]], "Il settimanale di attualità", in ''Storia della stampa italiana, Vol. V, La stampa italiana del neocapitalismo'', a cura di [[Valerio Castronovo]] e [[Nicola Tranfaglia]], Roma-Bari, Laterza, 1976.</ref>.<br/>
Nel [[1972]] l'organismo si sciolse.
 
===Dalla fondazione ad oggi===
L'ADS è stata fondata nel [[1975]] dalle seguenti associazioni<ref>Marco Marsili, ''La rivoluzione dell'informazione digitale in rete'', Bologna, 2009, pag. 70.</ref>:
* [[Utenti Pubblicità Associati]] (UPA)