Differenze tra le versioni di "Patna"

5 byte aggiunti ,  3 anni fa
m
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5))
m (→‎Storia: link)
Patna rimase capitale sotto l'[[impero Gupta]], ma a causa dell'amministrazione decentralizzata adottata dai nuovi regnanti perse gradualmente di importanza. Nel [[XII secolo]] fu conquistata dai turchi di [[Ikhtiyar Uddin Muhammad Bin Bakhtiyar Khalji]], e sotto i nuovi regnanti [[islam]]ici molte vestigia induiste e buddhiste furono distrutte; essendo molti centri di apprendimento dei templi o monasteri delle due religioni, la città perse il suo ruolo di centro culturale e religioso del Paese.
 
Sotto i [[Gran Mogol]] fu amministrata centralmente da [[Delhi]] ed ebbe una certa ripresa solo a metà del [[XVI secolo]] sotto [[Sher KhanShah Suri]], che vi costruì un fortino e una moschea (quest'ultima ancora esistente) sulle rive del Gange. Nel [[1574]] il Gran Mogol [[Akbar]] entrò nella città sconfiggendo [[Daud Khan]], e il suo segretario di stato e biografo descrisse la città come un centro molto attivo nella produzione di carta, pietra, vetro e riso, nella varietà che divenne nota appunto come "riso Patna" in [[Europa]]. Il Gran Mogol [[Aurangzeb]] nel [[1704]] rinominò la città Azimabad in onore di suo nipote Muhammad Azim.
 
Durante il [[XVII secolo]], Patna divenne un centro di commercio internazionale; i [[Regno unito|britannici]] vi posero una base per il commercio di [[calicò]] e [[seta]], e poi anche [[salnitro]]. [[Peter Mundy]], nel [[1632]], chiamò questo "il più grande mercato della regione orientale". I traffici continuarono con il passaggio della città, nel [[1765]] con la [[battaglia di Buxar]], alla [[Compagnia Inglese delle Indie Orientali]].