Apri il menu principale

Modifiche

 
=== Gli ultimi anni ===
Avviata dal marzo 1458 la "protezione" francese su Genova con la nomina del nuovo governatore [[Giovanni II di Lorena]], Pietro Fregoso ottenne dal sovrano una lauta pensione e a mo' di garanzia i feudi di [[Novi Ligure|Novi]] e [[Voltaggio (Italia)|Voltaggio]]. Pentito della scelta di assoggettare la repubblica genovese sotto il regno d'oltralpe per la successiva morte di [[Alfonso V d'Aragona|Alfonso d'Aragona]] e di altri capi della fazione Adorno, con un pretesto cercò la rivolta contro il governatore francese. Fuggito da Genova, Pietro Fregoso trovò rifugio a [[Milano]] alla corte del duca [[Francesco Sforza]] dove, anche grazie ad un appoggio del re di Napoli [[Ferdinando I di Napoli|Ferrante I d'Aragona]], studiò un fallimentare colpo di Stato. Tornato a Genova per il suo piano vi trovò invece la morte il 14 settembre 1459 per mano di Giovanni Cossa.
 
=== Vita privata ===
Utente anonimo