Apri il menu principale

Modifiche

La Biblioteca Lancisiana fu fondata nel [[1714]] da Giovanni Maria Lancisi<ref>M. Fiorilla, 'La Biblioteca Lancisiana', opuscolo in occasione della mostra documentaria ''Giovanni Maria Lancisi e la medicina del '700'', in occasione della inaugurazione del XC Anno Accademico 2010/2011, Accademia di Storia della'Arte Sanitaria, Roma, 26 novembre 2010 pp. 15-16</ref>.
 
Collocata nel Palazzo del Commendatore nel Complesso Monumentale di [[Arcispedale_di_Santo_Spirito_in_Saxia#Il_complesso|Santo Spirito in Saxia]], conteneva libri e strumenti scientifici e medico-chirurgici. Secondo le intenzioni di Lancisi, qui doveva essere possibile consultare testi, svolgere attività sperimentali, discutere argomenti di medicina e di scienza in pubbliche accademie.
 
Oggi la biblioteca conserva circa 18.000 volumi a stampa, di cui circa 60 incunaboli, 2000 cinquecentine, numerosi volumi del ‘600 e ‘700, oltre a 374 manoscritti. Sono presenti grammatiche, lessici e dizionari, testi degli oratori e dei poeti greci e latini; gli storici e gli scrittori di politica, i filosofi greci e i loro interpreti; i matematici; i filosofi sperimentali; testi di storia naturale, di chimica, di farmacia, di anatomia e di chirurgia; testi di medicina legale; testi sacri; testi di storia ecclesiastica e di teologia.
21 448

contributi