Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Così scriveva intorno alla metà dell'Ottocento l'abate [[Goffredo Casalis|Casalis]] nel suo “Dizionario degli Stati di S.M. il Re di Sardegna”, ma solo pochi anni più tardi nella valle sarebbe iniziato quello sviluppo industriale che avrebbe preso il posto delle ricche residenze di campagna e prevalso sull'agricoltura, fino ad allora principale risorsa economica della valle (sempre citando il [[Goffredo Casalis|Casalis]] vi si facevano “''assai copiose ricolte di cereali, uve, frutta di varie specie, fra cui la pesca che vi è di squisito sapore''” ed anche un vino bianco assai rinomato).
 
{{immagine grande|Polcevera da Coronata.jpg|800px|Panorama della parte finale del percorso del [[Polcevera (torrente)|Polcevera]], vista dalla collina di [[Coronata (Genova)|Coronata]]; sulla sinistra il [[ponte Morandi]] prima del crollo, sulla destra le torri della Fiumara, sullo sfondo il quartiere di [[Sampierdarena]] e la collina di [[Belvedere (Genova)|Belvedere]]}}
Lo sviluppo industriale, se da un lato contribuì a migliorare le condizioni economiche degli abitanti che in queste industrie trovarono lavoro, compromise, prima con i fumi delle [[Centro siderurgico|acciaierie]] e poi nel secondo [[dopoguerra]] con le [[raffineria di petrolio|raffinerie]], quella “''salubrità dell'aria''” così apprezzata dal Casalis.
 
 
==== Situazione attuale ====
[[File:Ponte Morandi 2.jpg|thumb|Case nel quartiere sampierdarenese del Campasso sovrastate, prima del crollo, dal Ponte Morandi dell'[[Autostrada A10 (Italia)|Autostrada A10]]]]
La Valpolcevera è attraversata dalla ex [[Strada statale 35 dei Giovi]], ora provinciale SP35, che nel percorso attuale ricalca in gran parte la vecchia "Via Nazionale" e dall'[[Autostrada A7 (Italia)|Autostrada A7]], [[Genova]] - [[Milano]] di cui ospita un importante casello a [[Bolzaneto]].
 
Circa un chilometro prima della foce l'intera valle èera scavalcata dal [[ponte Morandi|ponte]] dell'[[Autostrada A10 (Italia)|Autostrada A10]], Genova - [[Ventimiglia]], un'imponente struttura lunga 1.182 metri, costruita su tre tiranti in [[calcestruzzo armato|cemento armato]] alti circa 90 metri, progettata dall'ingegnere [[Riccardo Morandi]] e, inaugurata nel [[1967]] e crollata il 14 agosto 2018.
 
Da Bolzaneto e Pontedecimo partono diverse strade provinciali che collegano il fondo valle con i centri dell'Alta Valpolcevera ([[Campomorone]], [[Ceranesi]], [[Sant'Olcese]], [[Serra Riccò]] e il [[Santuario di Nostra Signora della Guardia (Ceranesi)|Santuario della Guardia]]).
784

contributi