Differenze tra le versioni di "Comasina"

51 byte aggiunti ,  3 anni fa
m
piccolo edit esplicativo
(Annullata la modifica 97008443 di 151.82.117.252 (discussione) Vandalismo)
Etichetta: Annulla
m (piccolo edit esplicativo)
Il primo progetto, curato dall'architetto-ingegnere [[Irenio Diotallevi]], prevedeva quattro nuclei insediativi organizzati intorno ad un luogo di centralità destinato ad attrezzature collettive. I corpi di fabbrica erano costituiti da edifici alti di grandi dimensioni che configuravano un insediamento ordinato.
 
Le elaborazioni successive, posteriori alla scomparsa di [[Irenio Diotallevi]], portarono ad un'organizzazione in quattro ambiti insediativi separati dai percorsi stradali di penetrazione: il più grande, delimitato dalle vie Val Sabbia, Spadini, Teano, Comasina, Madre Merloni Clelia ed Esculapio, contiene un nucleo di centralità costituito da un chiesa a pianta centrale, da uno spazio conformato a corte aperta delimitato da edifici bassi destinati a servizi commerciali e ricreativi e da una casa alta, nonché dalle scuole primarie. Gli altri tre, più piccoli, sono attestati sulle vie Salemi e Litta Modignani e chiudono i margini ovest e sud del [[quartiere]]. La viabilità è separata dai percorsi pedonali secondo un principio insediativo messo a punto nei [[CIAM]] (congressi internazionali di architettura moderna).
 
==L'autosufficienza come filosofia abitativa==