Václav Hájek z Libočan: differenze tra le versioni

→‎Biografia: citazione fonte
(→‎Biografia: citazione fonte)
(→‎Biografia: citazione fonte)
Il suo lavoro si distinse per una marcata "gioia del raccontare" e per una integrazione dei fatti storici con [[racconto|racconti]] raccolti dalla tradizione orale popolare e da riferimenti di autori dell'antichità classica.
 
La sua vasta cronaca della storia ceca coprì il periodo dall'arrivo degli antenati cechi nell'anno [[644]] fino all'incoronazione di [[Sovrani di Boemia|Ferdinando I]] come re di Boemia nel [[1526]].<ref name =Spiso />
La ''Kronika'' di Hájek si dimostrò apprezzabile anche [[stile|stilisticamente]], al punto che ispirò non solamente scrittori dell'[[XIX secolo|Ottocento]], come [[Josef Kajetán Tyl|Tyl]], paladino del Risorgimento ceco, ma anche autori moderni, quali [[Alois Jirásek|Jirásek]].<ref name ="le muse" />
128 722

contributi