Differenze tra le versioni di "Scuola sottufficiali della Marina Militare"

 
== Storia ==
Le origini delle Scuole sottufficiali della Marina Militare risalgono alle Scuole C.R.E.M.[[CREM]], sorte in luoghi e tempi diversi, in funzione delle necessità che, man mano, venivano a crearsi per le esigenze della [[Regia Marina]].<ref name= BETASOM>[http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=30231 Regia Marina]</ref> All'epoca, essendo molto alto il livello di [[analfabetismo]], la Regia Marina e gli altri corpi militari hanno contribuito non poco a ridurre tale fenomeno.<ref name= BETASOM/>
 
Il primo atto ufficiale del neocostituito [[Regno d'Italia (1861-1946)|Regno d'Italia]] relativo ad un istituto di formazione per gli equipaggi delle navi della [[Regia Marina]], nata dalla fusione della [[Marina del Regno di Sardegna]] e della [[Real Marina del Regno delle Due Sicilie|Marina del Regno delle due Sicilie]], è stato il [[Regio decreto]] del 21 marzo del 1861 che regolamentava l'attività delle due Scuole degli Allievi Operai Macchinisti delle marine preunitarie, ubicate una a [[Genova]] ed un'altra a [[Napoli]], che con Regio decreto del 25 settembre [[1862]] vennero unificate e diedero vita alla "Regia Scuola degli Allievi Macchinisti", che dopo un anno a Genova, venne ubicata inizialmente a [[La Spezia]] e poi trasferita a [[Venezia]].<ref name=Mariscuola>[http://www.marina.difesa.it/entra-in-marina/informazioni/Pagine/Mariscuola.aspx Mariscuola - Una tradizione secolare]</ref> Al contrario delle altre categorie che venivano formate ed addestrate direttamente a bordo durante i quattro anni di leva, come ad esempio nocchieri, i macchinisti necessitavano di una solida preparazione teorica e pratica per poter operare con le sofisticate macchine a vapore introdotte in quell'epoca sulle unità. Con Regio decreto 6 dicembre [[1863]] venne costituita la [[Cannoniere |"Scuola per Allievi Marinai Cannonieri"]], anche questa a bordo di unità navali. In seguito venne deciso di costituire anche la "Scuola dei Torpedinieri" e la "Scuola dei Fuochisti", quest'ultima ospitata a bordo di una nave per addestrare gli allievi alla condotta delle [[Caldaia a vapore|caldaie]].<ref name=Mariscuola/>
Con la [[Proclamazione della Repubblica Italiana|proclamazione della Repubblica]] la vecchia dizione monarchica C.R.E.M. venne cambiata nella nuova dizione C.E.M.M. (Corpo Equipaggi Militari Marittimi), per adeguarla alla nuova forma istituzionale repubblicana dello Stato,<ref name=Storia/> mentre [[Pola]], nel [[1947]] in conseguenza del [[Trattato di Parigi fra l'Italia e le potenze alleate|trattato di pace]] sarebbe stata ceduta alla [[Repubblica Socialista Federativa di Jugoslavia|Jugoslavia]].
 
Nel [[1947]] venne istituito il Comando Scuole CEMM di [[Taranto]] e nel [[1949]] il Comando Scuole C.E.M.M. di [[La Maddalena]].<ref name=Storia/> Nel [[1952]] venne assunta la denominazione Gruppo Scuole C.E.M.M. rispettivamente di Taranto, La Maddalena e Venezia e nel [[1953]] viene costituito il Gruppo Scuole C.E.M.M. di [[Portoferraio]]. Nel [[1962]] vennero soppresse le scuole di Venezia e Portoferraio ed il Gruppo Scuole definitivamente ubicato a La Maddalena e Taranto,<ref name=Storia/> concentrado presso il Gruppo Scuole della Maddalena le Scuole delle categorie più propriamente marinaresche, quali nocchieri e tecnici di macchine e di quelle relative ai servizi logistici, quali furieri e infermieri, mentre a presso il Gruppo Scuole di Taranto vennero concentrate le Scuole delle categorie più propriamente operative, quelle del personale impiegato al funzionamento di apparati elettronici e sistemi d'arma.<ref name=Storia/>
 
A partire dal [[1980]] le Scuole hanno subito radicali trasformazioni a livello organizzativo e di competenze fino ad arrivare alla attuale struttura con la denominazione di [[Scuola sottufficiali della Marina Militare]].
9 587

contributi