Freon: differenze tra le versioni

30 byte aggiunti ,  3 anni fa
m (Bot: orfanizzo redirect Protocollo di Montreal)
 
A seconda della presenza o meno di cloro, i freon sono divisi in:
* [[clorofluorocarburi|CFC]] (clorofluorocarburi): sono idrocarburiottenuti chesostituzione noncompleta presentanodegli alcun atomoatomi di idrogeno dagli idrocarburi di partenza, e non sono più utilizzati a causa della loro dannosità per lo strato di ozono stratosferico (dannosità dovuta esclusivamente al cloro); i CFC (completamente clorurati o fluorurati) sono comunemente gas incolori, senza odore o con debole odore di etere, ininfiammabili, chimicamente stabili, senza alcuna azione tossica;
* [[idroclorofluorocarburi|HCFC]] (idroclorofluorocarburi): rispetto ai CFC presentano idrogeno e quindi meno cloro; sono dunque meno pericolosi per lo strato di ozono, ma anche questi gas non sono più impiegati; questi composti, contenenti almeno un atomo di idrogeno, sono più tossici rispetto agli omologhi CFC;
* [[idrofluorocarburi|HFC]] (idrofluorocarburi): sono totalmente privi di cloro e quindi non rappresentano un problema per quanto riguarda l'ozono; bisogna però sottolineare che tutti questi fluidi (HFC e i cosiddetti fluidi ecologici quali l'[[R410a]]) contribuiscono all'effetto serra;<ref>Menghua W., Navarrini W. et al. ; α,ω-dialkoxyfluoropolyethers: a promising class of hydrofluoroether; Chimica Oggi, Chemistry Today Volume: 29,Number: 3(HFE)</ref>
Utente anonimo