Differenze tra le versioni di "Guerra di protezione nazionale"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: sistemo immagini piccole per accessibilità (v. richiesta))
 
=== Svolgimento ===
La restaurazione della monarchia non piacque a gran parte dei [[signore della guerra|signori della guerra]] e dei pro-nazionalisti, in quanto tutti questi vedevano in [[Yuan Shikai]] il pericolo di un potere nuovamente accentrato in una sola persona. La scintilla del conflitto armato scoppiò il 25 dicembre, quando [[Cai E]] e altri ufficiali, riuniti a [[Kunming]], proclamarono l'indipendenza della provincia dello [[Yunnan]]<ref>{{cita libro | autore=J.A. G. Roberts | wkautore= | editore=Newton & Compton Editori | anno=2002 | titolo=Storia della Cina | p=451}}</ref> e organizzarono l'Esercito di Protezione Nazionale. Poco dopo, a [[Cai E]] si unirono anche il [[Guizhou]] e il [[Guangxi]], rispettivamente nel febbraio e nel marzo [[1916]].
 
Sapendo che da questo conflitto sarebbe dipeso il suo potere, [[Yuan Shikai]] inviò una forza di 80.000 uomini a riconquistare lo [[Yunnan]], ma essi furono sconfitti nello [[Sichuan]]. Questa vittoria portò [[Guangdong]], [[Shandong]], [[Hunan]], [[Shanxi]], [[Jiangxi]] e [[Jiangsu]] a rinfoltire le schiere di [[Cai E]] proclamando la propria indipendenza.
 
L'indebolimento del governo portò [[Sun Yat-sen]] a costituire un governo militare a [[Canton]] nel [[1917]], che avrebbe poi lanciato la guerra di protezione costituzionale.
 
==Note==
<references/>
 
[[Categoria:Guerre civili|protezione Nazionale]]
195

contributi