Differenze tra le versioni di "Luna (divinità)"

Nell'arte romana è rappresentata come la ''Luna crescente'' tirata da una biga cui sono aggiogati due buoi.
 
Nei Carmen Saeculare, rappresentati nel [[17 a.C.]], Orazio la rappresenta come ''siderum regina bicornis'', la regina degli astri dai due corni, mentre lei ascolta il canto di due ragazze ede [[Apollo]] quello di due ragazzi.<ref>Horace, Carmen Saeculare, lines 33–36.</ref>
 
== Note ==
2 110

contributi