Species Plantarum

Species Plantarum
Species plantarum 001.jpg
Volume I, prima edizione, copertina.
AutoreLinneo
1ª ed. originale1753
Generesaggio
Sottogenerebotanica, biologia
Lingua originalelatino

Species Plantarum, pubblicato per la prima volta nel 1753, è un'opera in due volumi di Carl von Linné.[1]

La sua realizzazione costituì il punto di partenza della moderna nomenclatura botanica.[2]

OperaModifica

Come consueto per la letteratura scientifica del tempo, il libro fu pubblicato in latino.

L'opera è di notevole interesse storico-scientifico per i seguenti aspetti:

  • contiene la descrizione di tutte le piante conosciute all'epoca;
  • ne consente agevolmente la identificazione, grazie alla attribuzione di ogni genere in una classe e in un ordine, stabiliti sulla base della semplice osservazione di stami e pistilli;
  • identifica ciascuna specie con un binomio latino, cioè con l'unione di due nomi: il nome del genere, comune ad una serie di specie; e il nome specifico, un epiteto che caratterizza e consente la univoca identificazione della specie. Questa convenzione è alla base di quella che oggi viene chiamata nomenclatura binomiale.

EdizioniModifica

  • Linneo. Species Plantarum. Exhibentes plantas rite cognitas, ad genera relatas, cum differentiis specificis, nominibus trivialibus, synonymis selectis, locis natalibus, secundum systema sexuale digestas, prima edizione, pp. 1200, + XXXI. Stoccolma, Imprensis Laurentius Salvius, 1753 (vol. 1 e vol. 2)
  • Seconda edizione, 1762-1763.
  • Terza edizione, 1764.
  • Quarta edizione, a cura di Carl Ludwig Willdenow, 1797-1830.

NoteModifica

  1. ^ Carl von Linné è conosciuto anche con il nome di Linneo.
  2. ^ La porzione più antica (1789) dell'Orto botanico di Palermo, chiamata Sistema linneiano, fu organizzata secondo questo sistema di classificazione.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN180577785 · GND (DE7500223-1