Apri il menu principale

Spirit (Leona Lewis)

album di Leona Lewis del 2007
Spirit
ArtistaLeona Lewis
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 novembre 2007(vedi la cronologia delle pubblicazioni)
Durata46:21
Dischi1
Tracce13
GenerePop
Contemporary R&B
EtichettaSony BMG
Certificazioni
Dischi d'oroBelgio Belgio[1]
(vendite: 15 000+)
Francia Francia[2]
(vendite: 75 000+)
Germania Germania (3)[3]
(vendite: 300 000+)
Giappone Giappone[4]
(vendite: 100 000+)
Grecia Grecia[5]
(vendite: 7 500+)
Italia Italia[6]
(vendite: 35 000+)
Polonia Polonia[7]
(vendite: 10 000+)
Russia Russia[8]
(vendite: 10 000+)
Svezia Svezia[9]
(vendite: 20 000+)
Ungheria Ungheria[10]
(vendite: 3 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[11]
(vendite: 70 000+)
Austria Austria[12]
(vendite: 20 000+)
Canada Canada[13]
(vendite: 100 000+)
Irlanda Irlanda (7)[14]
(vendite: 105 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[15]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito (10)[16]
(vendite: 3 000 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[17]
(vendite: 1 000 000+)
Svizzera Svizzera (2)[18]
(vendite: 60 000+)
Leona Lewis - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2009)
Singoli
  1. Bleeding Love
    Pubblicato: 19 ottobre 2007
  2. Better in Time
    Pubblicato: 10 marzo 2008
  3. Footprints in the Sand
    Pubblicato: 10 marzo 2008
  4. Forgive Me
    Pubblicato: 3 novembre 2008
  5. Run
    Pubblicato: 30 novembre 2008
  6. I Will Be
    Pubblicato: 6 gennaio 2009

Spirit è il primo album in studio della cantautrice britannica Leona Lewis, vincitrice della terza edizione del talent show The X Factor nel Regno Unito, pubblicato il 9 novembre 2007. L'album ha venduto ad oggi, oltre 7.5 milioni di copie[19], rendendo Leona la concorrente di un talent show ad aver ottenuto il maggior successo col suo album di debutto.

L'albumModifica

Spirit, registrato tra Londra e Los Angeles, contiene prevalentemente canzoni Pop e R&B ed è influenzato dallo stile musicale americano fatto di ballate e up-tempo, con canzoni che richiamano ai suoni degli anni '80 e che possono essere presentate dal vivo anche in chiave acustica.

L'album la stessa settimana della pubblicazione nel Regno Unito ha raggiunto la vetta degli album più scaricati del web su iTunes per poi arrivare la settimana seguente alla vetta della classifica ufficiale delle vendite degli album nel Regno Unito.

L'album debutta direttamente alla prima posizione della prestigiosa classifica americana Billboard 200. Nella stessa settimana anche il singolo Bleeding Love è alla posizione numero 1 della classifica singoli Billboard Hot 100. In questo modo Leona Lewis segna un record, in quanto è l'unica artista britannica ad avere avuto contemporaneamente album e singolo di debutto alla prima posizione delle chart americane.

TracceModifica

Edizione internazionaleModifica

  1. Bleeding Love – 4:23 (Ryan Tedder, Jesse McCartney)
  2. Whatever It Takes – 3:27 (Alonzo "Novel" Stevenson, Tony Reyes, Leona Lewis)
  3. Homeless – 3:50 (Jörgen Elofsson)
  4. Better in Time – 3:54 (Jonathan Rotem, Andrea Martin)
  5. Yesterday – 3:54 (Jordan Omley, Michael Mani, The Jam, Sam Watters, Louis Biancaniello, The Runaways, Nina Woodford)
  6. Take a Bow – 3:54 (The Runaways, Watters, Wayne Wilkins, Biancaniello, Tedder)
  7. I Will Be – 3:59 (Avril Lavigne, Max Martin, Lukasz Gottwald)
  8. Angel – 4:14 (Johntá Austin, Mikkel Eriksen, Tor Hermansen)
  9. Here I Am – 4:52 (Walter Afanasieff, Brett James, Lewis)
  10. I'm You – 3:48 (Eric Hudson, Shaffer Smith)
  11. The Best You Never Had – 3:43 (Josh Alexander, Billy Steinberg)
  12. The First Time Ever I Saw Your Face – 4:26 (Ewan MacColl)
  13. Footprints in the Sand – 4:08 (Richard Page, Per Magnusson, David Kreuger, Simon Cowell)
Traccia bonus (Regno Unito)
  1. A Moment Like This – 4:17 (Elofsson, John Reid)
Edizione deluxe
  1. Forgive Me – 3:41 (Aliuane Thiam, Claude Kelly, Giorgio Tuinfort)
  2. Misses Glass – 3:41 (Theron & Terry Thomas)
  3. Run – 5:15 (Gary Lightbody)
Tracce bonus (Giappone)
  1. A Moment Like This – 4:17 (Elofsson, John Reid)
  2. Forgiveness – 4:19 (Lewis, Salaam Remi, Kara DioGuardi)
  3. You Bring Me Down – 3:55 (Lewis, Remi, Taj Jackson[20])

Edizione americanaModifica

  1. Bleeding Love – 4:23
  2. Better in Time – 3:54
  3. I Will Be – 3:59
  4. I'm You – 3:48
  5. Forgive Me – 3:41 (Aliuane Thiam, Claude Kelly, Giorgio Tuinfort)
  6. Misses Glass – 3:41 (Theron & Terry Thomas)
  7. Angel – 4:14
  8. The First Time Ever I Saw Your Face – 4:26
  9. Yesterday – 3:54
  10. Whatever It Takes – 3:27
  11. Take a Bow – 3:54
Tracce bonus
  1. Footprints in the Sand – 4:08
  2. Here I Am – 4:52
Tracce bonus (iTunes)
  1. The Best You Never Had – 3:43 – iTunes US Deluxe Bonus Track
  2. You Bring Me Down – 3:54 – iTunes US Deluxe Bonus Track
  3. Bleeding Love (Jason Nevins Extended Mix) – 5:56 – iTunes US Bonus Track - Pre-order only[21][22]

Spirit: The Deluxe EditionModifica

Il 17 novembre 2008 viene pubblicata la riedizione di Spirit. La nuova versione contiene le 13 tracce già presenti nella versione standard dell'album e vede l'aggiunta di 4 brani: A Moment Like This, singolo pubblicato nel 2006 in Regno Unito; Forgive Me, singolo di lancio della versione deluxe; Misses Glass, brano già presente nella tracklist americana della versione standard; la cover di Run, brano degli Snow Patrol.

Con la pubblicazione della deluxe edition, l'album rientra alla posizione numero 2 della classifica degli album più venduti in Irlanda e alla posizione numero 1 in Regno Unito.

PubblicazioneModifica

Edizione standard
Regione Data Etichetta Formato
Irlanda 9 novembre 2007 Syco Music CD, download digitale
United Kingdom[23] 12 novembre 2007
Svezia[24] 23 gennaio 2008 Sony BMG
Nuova Zelanda[25] 25 gennaio 2008
Italia
Taiwan[26]
Germania[27]
Svizzera[28]
Corea[29]
Australia[30] 26 gennaio 2008
Hong Kong[31] 28 January 2008
Grecia[32]
Polonia[33]
Singapore[34]
Spagna[35] 19 febbraio 2008
Francia[36] 10 marzo 2008
Cina[37]
Messico[38] 24 March 2008
Stati Uniti[39] 8 aprile 2008 J Records
Canada[40] Sony BMG
Japan[41] 23 aprile 2008 BMG Japan CD / CD+DVD
Brasile[42] 24 aprile 2008 Sony BMG CD
Edizione deluxe
Regione Data Etichetta Formato
Australia[43] 8 novembre 2008 Sony BMG CD / CD+DVD
Europa 14 novembre 2008
America Latina
Regno Unito[44] 17 novembre 2008 Syco Music
Messico[44] Sony BMG
Giappone[45] 19 novembre 2008 BMG Japan
Stati Uniti[46] 3 febbraio 2009 J Records
Canada[46] Sony BMG

ClassificheModifica

Classifica (2007) Certificatore Posizione
massima
Certificazione Vendite
Australia[47] ARIA 1 Platino[48] 70.000+
Austria[49] IFPI 1 Oro[50] 10.000
Canada[51] ABPD 1 100.000
Germania[47] Media Control 1 Platino[52] 200.000+
Francia[47] IFOP 21 55.000
Grecia[53] IFPI 8
Ungheria[54] Mahasz 28
Irlanda[47] IRMA 1 11× Platino[55] 105.000+
Italia[56] FIMI 5 Platino[57] 150.000
Giappone[47] RIAJ 5 Platino[58] 200.000
Paesi Bassi[47] Megacharts/NVPI 4
Nuova Zelanda[47] RIANZ 1 Platino[59] 15.000
Norvegia[47] VG-lista 10
Polonia[60] OLiS 4 Oro 10.000
Portogallo[47] AFP 12
Regno Unito[47] BPI/OCC 1 10× Platino[61] 3.100.000
Spagna[62] PROMUSICAE 26
Svezia[47] Sverigetopplistan 4 20.000
Svizzera[47] Media Control 1 Platino[63] 30.000
U.S. Billboard 200[64][65] Billboard 200 1 Platino 2.000.000

NoteModifica

  1. ^ ultratop.be, http://www.ultratop.be/nl/goud-platina/2008/albums.
  2. ^ snepmusique.com, http://www.snepmusique.com/les-disques-dor/?awards_cat=65&awards_artist=Leona+Lewis&awards_title=Spirit.
  3. ^ musikindustrie.de, https://www.musikindustrie.de/markt-bestseller/gold-/platin-und-diamond-auszeichnung/datenbank/?action=suche&strTitel=Spirit&strInterpret=Leona+Lewis&strTtArt=alle&strAwards=checked.
  4. ^ riaj.or.jp, http://www.riaj.or.jp/f/data/cert/gd.html.
  5. ^ web.archive.org, https://web.archive.org/web/20090201024016/www.ifpi.gr/chart01.htm.
  6. ^ Spirit (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana.
  7. ^ bestsellery.zpav.pl, http://bestsellery.zpav.pl/wyroznienia/zloteplyty/cd/archiwum.php?year=2017.
  8. ^ web.archive.org, https://web.archive.org/web/20090124001155/http://2m-online.ru/gold_n_platinum/detail.php?COUNTRY=5077.
  9. ^ web.archive.org, https://web.archive.org/web/20110517224028/http://www.ifpi.se/wp/wp-content/uploads/guld-platina-20082.pdf.
  10. ^ zene.slagerlistak.hu, http://zene.slagerlistak.hu/arany-es-platinalemezek/adatbazis/2008.
  11. ^ aria.com.au, http://www.aria.com.au/pages/httpwww.aria.com.aupageshttpwww.aria.com.aupagesARIACharts-Accreditations-2008Albums.htm.
  12. ^ ifpi.at, http://www.ifpi.at/?section=goldplatin.
  13. ^ musiccanada.com, https://musiccanada.com/gold-platinum/?fwp_gp_search=Spirit%20Leona+Lewis.
  14. ^ irishcharts.ie, http://www.irishcharts.ie/awards/multi_platinum07.htm.
  15. ^ Copia archiviata, su rianz.org.nz. URL consultato il 23 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).
  16. ^ bpi.co.uk, https://www.bpi.co.uk/brit-certified/.
  17. ^ riaa.com, https://www.riaa.com/gold-platinum/?tab_active=default-award&ar=Leona+Lewis&ti=Spirit#search_section.
  18. ^ swisscharts.com, http://www.swisscharts.com/search_certifications.asp?search=Leona+Lewis+Spirit.
  19. ^ From Hackney to Hollywood: Leona Lewis swaps her scruffy two-bed flat for a £1.5m villa in the sunshine, in Daily Mail.
  20. ^ Copia archiviata, su bigwentertainment.com.au. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2008). Japanese Bonuses
  21. ^ Copia archiviata, su phobos.apple.com. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2011). US iTunes tracks
  22. ^ Copia archiviata, su shop.logoonline.com. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2008). Forgive Me and Misses Glass duration.
  23. ^ Leona Lewis - Spirit, Sony BMG. URL consultato il 27 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2007).
  24. ^ (SV) Sverigerelease för Leona Lewis album ”Spirit”, Sony BMG, 22 gennaio 2008. URL consultato il 27 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2008).
  25. ^ Leona Lewis - Spirit (album), Charts.org.nz. URL consultato il 28 gennaio 2008.
  26. ^ Leona Lewis - Spirit, Sony BMG Music Entertainment Taiwan. URL consultato il 15 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2008).
  27. ^ (DE) Spirit, Sony BMG. URL consultato il 27 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2013).
  28. ^ Leona Lewis - Spirit (album), The Official Swiss Charts. URL consultato il 27 gennaio 2008.
  29. ^ Leona Lewis - Spirit, Sony BMG Music Entertainment Korea. URL consultato il 2 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2008).
  30. ^ Leona Lewis New Single + Video 'Bleeding Love' Is Here!, Sony BMG Australia, 10 dicembre 2007. URL consultato il 10 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2008).
  31. ^ Leona Lewis - Spirit, HMV.hk. URL consultato il 17 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  32. ^ (EL) Leona Lewis - Spirit, mad.tv. URL consultato il 15 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2013).
  33. ^ Leona Lewis - Spirit, SonyMusic.pl. URL consultato il 2 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2007).
  34. ^ Play Portal - Music, Videos, Dramas, Radio Archiviato il 7 maggio 2008 in Internet Archive.
  35. ^ (ES) Leona Lewis, click2music. URL consultato il 27 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2013).
  36. ^ Amazon.fr
  37. ^ Spirit【CD】-Leona Lewis/音楽/HMV
  38. ^ MixUp Music Store México, Leona Lewis "Spirit", su mixup.com.mx (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2008).
  39. ^ Leona Lewis Spirit, Sony/BMG. URL consultato il 20 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2008).
  40. ^ Leona Lewis Spirit, Sony/BMG. URL consultato il 2 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2008).
  41. ^ Spirit【CD】-Leona Lewis/音楽/HMV
  42. ^ Saraiva.com.br Spirit - LEONA LEWIS, su livrariasaraiva.com.br. URL consultato il 24 aprile 2008.
  43. ^ LEONA'S NEW SPIRIT auspOp, 14 October 2008
  44. ^ a b Spirit UK re-release Archiviato il 12 settembre 2008 in Internet Archive. Leona Lewis
  45. ^ Spirit - Complete Version hmv.co.jp
  46. ^ a b Leona Lewis To Release Deluxe Version Of 'Spirit' Starpulse, 9 January 2009
  47. ^ a b c d e f g h i j k l Leona Lewis - Spirit, aCharts.us. URL consultato il 18 novembre 2007.
  48. ^ May 13 2008 - International Update, su leonalewismusic.co.uk, 13 maggio 2008. URL consultato il 13 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2008).
  49. ^ Leona Lewis - Spirit - austriancharts.at
  50. ^ Austrian Databaase, su ifpi.at.
  51. ^ CANOE - JAM! Music
  52. ^ Leona Lewis - Official Website Archiviato il 9 luglio 2008 in Internet Archive.
  53. ^ (EL) Top 50 Ελληνικών και Ξένων Aλμπουμ, su ifpi.gr. URL consultato il 26 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2006).
  54. ^ (HU) Top 40 Album archive, Mahasz. URL consultato il 24 febbraio 2008.
  55. ^ 2007 Certification Awards - Multi Platinum, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 1º marzo 2008.
  56. ^ Leona Lewis - Spirit, ItalianCharts.com. URL consultato il 19 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2008).
  57. ^ Certificazione Platino in Italia per Spirit (Leona Lewis) (PDF), su musicaedischi.it. URL consultato il 29 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2016).
  58. ^ Leona Lewis charms China, su china.org.cn. URL consultato il 3 giugno 2008.
  59. ^ Top 40 Albums Chart, Recording Industry Association of New Zealand, 4 febbraio 2008. URL consultato il 5 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2008).
  60. ^ Polish Top 50 Albums, OLiS, 11 febbraio 2008. URL consultato l'11 febbraio 2008.
  61. ^ Spirit, British Phonographic Industry, 14 gennaio 2008. URL consultato il 7 febbraio 2008.
  62. ^ Top 100 Albumes (PDF)[collegamento interrotto], PROMUSICAE, 18 febbraio 2008. URL consultato il 27 febbraio 2008.
  63. ^ The Official Swiss Charts Certifications 2008, SwissCharts.com. URL consultato il 6 febbraio 2008.
  64. ^ Keith Caulfield, Lewis Leaps To No. 1 Debut, Billboard magazine, 16 aprile 2008. URL consultato il 16 aprile 2008.
  65. ^ Katy Hasty, Mariah Debuts At No. 1 After Monster First Week, Billboard magazine, 23 aprile 2008. URL consultato il 23 aprile 2008.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica