Squadra Suicida

squadra antieroe dell'Universo DC
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Suicide Squad" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Suicide Squad (disambigua).
Squadra Suicida
gruppo
SuicideSquadMovie.png
La Squadra Suicida nell'omonimo film
UniversoUniverso DC
Nome orig.Suicide Squad
Lingua orig.Inglese
EditoreDC Comics
1ª app.1959
1ª app. inThe Brave and the Bold n.25
FormazioneVariabile, i membri principali sono:

La Squadra Suicida (Suicide Squad) è un'organizzazione segreta di personaggi dei fumetti, pubblicata da DC Comics. Con lo stesso nome ci si riferisce alla Suicide Squad che debuttò sul numero 25 di The Brave and the Bold (1959), e alla Task Force X, che apparve originariamente sul terzo numero della miniserie Legends (1986).

StoriaModifica

La prima Squadra Suicida è un gruppo di soldati senza superpoteri che combatte minacce sovrannaturali. I membri del team sono il colonnello Rick Flag, la sua fidanzata Karin Grace, il Dottor Evans e il soldato Jess Bright. Evans poi morirà, Flag e Grace si lasceranno e Bright verrà rapito dai russi e trasformato nel mostro Koshchei.

Durante l'invasione della Terra da parte di Darkseid, l'agente governativa Amanda Waller chiede a Flag di guidare una nuova formazione del composto da pericolosi criminali che offrivano i loro servigi in cambio di sconti della pena. Ogni componente della squadra indossa un braccialetto legato al polso carico di esplosivo che, in caso di disobbedienza causa la morte del disertore (in seguito l'esplosivo viene piantato in un chip sottocutaneo). Questo primo gruppo è composto dall'artista marziale Bronze Tiger, il freddo cecchino Deadshot, la folle strega Incantatrice, lo sprezzante rapinatore Capitan Boomerang e il nerboruto Blockbuster: nonostante la morte di quest'ultimo e la cattura di Capitan Boomerang il gruppo riesce a completare i suoi obbiettivi, ottenendo l'approvazione del presidente.

Dopo varie missioni, la squadra scopre che il senatore Cray voleva ricattare la Waller per assicurarsi una rielezione, minacciando di rendere pubblica l'esistenza della squadra e mettendo così a rischio il governo degli Stati Uniti. Flag impazzisce e cerca di assassinare Cray, venendo preceduto da Deadshot. Rick scopre inoltre che il vecchio commilitone del padre, Jess Bright aveva dato soggiorno ai membri della Jihad, un gruppo di terroristi dotati di superpoteri. Rick usa così una bomba sperimentale nazista, uccidendo così il gruppo terrorista una volta per tutte, ma perdendo apparentemente la vita nel farlo.

Dopo una missione pericolosa, Amanda Waller viene arrestata, e la squadra sciolta per un breve periodo, solo per riformarsi, tagliando tutti i ponti col governo e trasformandosi in un'agenzia indipendente. La squadra vive poi varie avventure, solo per sciogliersi ed essere riformata di nuovo dal vecchio eroe di guerra noto come Sergente Rock. Durante la saga La notte più profonda, tutti i membri della squadra morti vengono resuscitati e il gruppo deve allearsi con i Segreti Sei per combatterli.

MembriModifica

Il gruppo è composto da diversi criminali del mondo DC, cui il governo chiede, in cambio della libertà o della loro vita, di compiere delle missioni estremamente rischiose.

Sebbene la formazione della Squad sia abbastanza variabile, i membri principali del gruppo nei fumetti sono:

  • Deadshot:tiratore scelto;
  • Rick Flag Jr, figlio del colonnello Rick Flag e capo della squadra;
  • Capitan Boomerang:criminale maestro nell'uso dell'arma omonima;
  • Harley Quinn:giovane e affascinante criminale ex fidanzata del folle Joker riuscita ad emanciparsi da lui grazie al supporto dei compagni;
  • Conte Vertigo:despota europeo decaduto, in grado di alterare il senso dell'equilibrio negli esseri umani;
  • Nightshade:signora delle ombre con un oscuro passato. Sviluppa una relazione con Flag ed è uno dei pochi membri della squadra a non essere un criminale;
  • Nemesis: agente segreto di fama internazionale esperto nel travestimento, nonché uno dei pochi membri non criminali della squadra. Viene catturato durante una missione in Russia, ma la squadra riesce a liberarlo.
  • Adam Cray:figlio del senatore in possesso dei poteri di Atomo. Viene trafitto alla schiena durante una missione;
  • Bronze Tiger: ex spia e maestro di arti marziali. Inizialmente braccio destro di Flag, diventa il leader del gruppo dopo la defezione del colonnello;
  • Bane: criminale che arrivò a spezzare la schiena a Batman;
  • Poison Ivy:eco-terrorista che odia gli uomini e comanda le piante;
  • Capitan Cold:supercriminale esperto nella refrigerazione;
  • Killer Frost:assassina con poteri criogenici;
  • Amanda Waller:agente del governo e coordinatrice delle missioni.

Altri mediaModifica

  • La squadra appare nell'episodio Task Force X della serie animata Justice League Unlimited, composta da Deadshot, Boomerang, il Re degli Orologi, Plastique e il Colonnello Rick Flagg Jr. Nell'episodio, la Task si infiltra nella Watchtower a prendere l'Annichilatore di Ares e portarlo a Cadmus.
  • La Squadra Suicida appare per la prima volta nell'undicesimo episodio (Giustizia assoluta) della nona stagione di Smallville, contemporaneamente alla prima apparizione nella serie della Justice Society of America.
  • La Suicide Squad appare nell'episodio Squadra Suicida della seconda stagione di Arrow, dove il team è formato da Ben Turner/Bronze Tiger, Amanda Waller, John Diggle, Mark Scheffer/Shrapnel, Floyd Lawton/Deadshot e Lyla Michaels e ancora in Missione suicida della terza stagione, composto ancora da Diggle, Lawton e Michaels, con l'ingresso di Carrie Cutter/Cupid.
  • Nel febbraio 2012, il capo dell'ufficio creativo della DC Comics Geoff Johns ha dichiarato che un videogioco sulla Squadra Suicida era in fase di sviluppo.[1] Inoltre, alla fine dei videogiochi Batman: Arkham Origins e Batman: Arkham Origins Blackgate, Amanda Waller propone a Deathstroke, Deadshot, Rick Flag Jr. e Bronze Tiger di unirsi alla Squadra Suicida; il tutto potrebbe collegarsi al videogioco sulla squadra confermato da Johns. Nel dicembre 2016 il noto blog Kotaku riporta la notizia che il team incaricato allo sviluppo, ovvero la Warner Bros. Games Montréal avrebbe cancellato il videogioco a causa del travagliato sviluppo dello stesso e del cattivo riscontro da parte dei piani alti dell'azienda. Il team, infatti, si starebbe concentrando sul suo altro progetto DC Comics, ovvero un nuovo videogioco su Batman con Damian Wayne nei panni del nuovo Cavaliere Oscuro.[2]
  • Nel 2016 è stato distribuito il film Suicide Squad, scritto e diretto da David Ayer. Il film rappresenta il terzo capitolo cinematografico del DC Extended Universe. Nel film l'agente governativa Amanda Waller (Viola Davis) crea un team composto dal cecchino Deadshot (Will Smith), la folle Harley Quinn (Margot Robbie), la strega Incantatrice (Cara Delevingne), l'uomo-alligatore Killer Croc (Adewale Akinnuoye-Agbaje), il rapinatore Capitan Boomerang (Jai Courtney), l'ex-gangster pirocineta El Diablo (Jay Hernandez) e l'arrampicatore Slipknot (Adam Beach): la squadra è guidata sul campo dal colonnello Rick Flag (Joel Kinnaman) e Katana (Karen Fukuhara). Furiosa per il controllo mentale Incantatrice fugge dalla squadra e semina il panico nella cittadina di Midway City, costringendo Waller ad inviare il team per annientarla. Nel corso della missione Boomerang manipola Slipknot a fuggire per testare le presunte bombe nelle loro teste, costringendo Flag ad uccidere l'arrampicatore facendogli esplodere il cranio. Alla fine della missione, durante la quale la squadra è costretta ad affrontare Joker (Jared Leto), deciso a salvare Harley in quanto sua spalla, il gruppo affronta Incantatrice e suo bestiale fratello Incubus, ed El Diablo si sacrifica per uccidere quest'ultimo, mentre il resto del gruppo riesce ad annientare la strega completando la missione.
  • La Squadra Suicida sono anche protagonisti del film d'animazione Suicide Squad - Un inferno da scontare (Suicide Squad: Hell to Pay) del 2018. In questa versione il gruppo è composto da Deadshot, Harley Quinn, Capitan Boomerang, Copperhead, Bronze Tiger e Killer Frost ed è incaricato di recuperare per la morente Amanda Waller una carta in grado di far accedere le persone direttamente in paradiso una volta morte, scontrandosi con Anti-Flash e Vandal Savage. Nel corso della missione la sadica Killer Frost tradisce il gruppo, venendo uccisa da Waller con l'attivazione della bomba di Copperhead che uccide anche quest'ultimo: Bronze Tiger invece viene ripetutamente pugnalato da Anti-Flash, sacrificatosi per permettere a Deadshot di uccidere il velocista. Finita la missione i tre superstiti vengono rimessi in libertà per aver scontato le loro pene, ma Deadshot ha segretamente usato la carta per mandare l'amico Bronze Tiger in paradiso, prendendosi una vendetta su Waller.[3]
  • Nel 2021 è stato distribuito il sequel standalone del primo film, intitolato The Suicide Squad - Missione suicida (The Suicide Squad), scritto e diretto da James Gunn. Il film rappresenta la decima pellicola del DC Extended Universe e si tratta di un soft reboot dell'originale, comprendendo sia personaggi vecchi che nuovi. Il nuovo obbiettivo di Amanda Waller e del suo team è attaccare l'isola di Corto Maltese, guidata da una dittatura militare, per distruggere le prove del misterioso "Progetto Starfish" custodito nella ex prigione nazista Jothunaim e gestito dall'infido scienziato Thinker. Nel film appaiono due squadre, una delle quali (composta da Savant, Capitan Boomerang, Weasel, Blackguard, Javelin, T.D.K e Mongal) viene completamente massacrata come diversivo per fornire un diversivo al vero team, composto da Rick Flag, Harley Quinn, Bloodsport, Ratcatcher II, Polka-Dot Man, King Shark e Peacemaker. Dopo varie peripezie i membri del team riescono ad assaltare Jothunaim, che si rivela essere la custodia del terribile alieno Starro il Conquistatore. Una volta scoperto il coinvolgimento americano nel progetto Flag prova a diffonderne le prove ma viene ucciso da Peacemaker, in realtà un agente di Waller: quest'ultimo viene a sua volta sconfitto e colpito alla gola da Bloodsport per salvare Ratcatcher II, impossessatasi delle prove. Contravvenendo agli ordini di Waller, che su ordine del governo voleva lasciare che l'antiamericana Corto Maltese venisse distrutta da un liberato Starro, i cinque superstiti disertano e provano a fermare l'alieno mentre Waller viene tramortita dai suoi sottoposti. Nello scontro finale Polka-Dot Man viene ucciso dopo aver ferito Starro, che a sua volta viene sconfitto con un attacco combinato di Harley e Ratcatcher II. Utilizzando le prove recuperate da Flag, Bloodsport ricatta Waller e ottiene la libertà per sé e per i tre compagni superstiti: Harley, Ratcatcher II e King Shark.
  • Una nuova incarnazione della Task Force X è protagonista della prima serie televisiva del DCEU Peacemkaer, spin off del film di James Gunn. A seguito degli eventi del film Peacemaker, solo ferito da Bloodsport, si risveglia dal coma e viene forzatamente reclutato in una Task Force X non ufficiale finanziata con fondi governativi: il gruppo è guidato dal sicario Clemson Murn ed è composto dagli agenti di Amanda Waller Emilia Harcount e John Economos (costretti a partecipare alla missione per il loro supporto ai disertori della Suicide Squad nel film), più la nuova recluta Leota Adebayo (che si scoprirà essere la figlia di Waller). L'obbiettivo del gruppo è quello di prevenire l'invasione della Terra da parte di una specie aliena, "le farfalle", in grado di controllare gli esseri umani e impossessarsi dei loro corpi. Al gruppo si aggiunge in seguito Adrian Chase/Vigilante, un folle giustiziere amico stretto di Peacemaker. Dopo vari scontri con le farfalle e il loro alleato Judomaster Peacemaker ha modo di legare coi compagni, ma viene incastrato da una riluttante Adebayo per ordine di Waller, decisa a rendere il vigilante un perfetto capro espiatorio per gli omicidi commessi dalla squadra: inoltre le cose precipitano quando le farfalle prendono il controllo di un'intera stazione di polizia. Mentre Peacemaker, Vigilante ed Economos affrontano il feroce Drago Bianco, padre razzista di Peacemaker incastrato in precedenza dalla squadra, Murn rivela di essere a sua volta una farfalla e viene ucciso dai suoi ex compagni. Per onorare la sua morte i membri del gruppo decidono di collaborare e alla fine riescono a sgominare le farfalle, incontrando la Justice League nel processo. Adebayo inoltre sceglie di rivelare al mondo intero i dettagli della missione, rendendo pubblica l'esistenza della Suicide Squad.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Geoff Johns Says a Great Superman Video Game Needs the “Right Studio”, su Kotaku. URL consultato l'8 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Jason Schreier, Sources: WB Montreal Cancels Unannounced Suicide Squad Game, Shifts To Batman, in Kotaku, 19 dicembre 2016. URL consultato il 31 marzo 2017.
  3. ^ Suicide Squad: Un inferno da scontare - trailer italiano del film d'animazione DC, su Cineblog.it. URL consultato l'8 giugno 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2018001292
  Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics