Negli sport di squadra, la squadra riserve o seconda squadra è, per l'appunto, la seconda squadra organizzata da una società sportiva per far giocare riserve, giovani o atleti che devono recuperare da infortuni.

La squadra riserve, a differenza della prima squadra, milita solitamente nei campionati minori.

Definizione

modifica

Questa formazione in alcuni campionati nazionali gioca delle partite ufficiali in serie professionistiche inferiori a quelle in cui si trova la prima squadra e non in categorie giovanili. Possono far parte della squadra riserve atleti sotto contratto che non abbiano superato un certo limite di età e spesso queste formazioni "ospitano" un giocatore della prima squadra che rientra da un infortunio e che deve recuperare la migliore condizione.

Per evitare possibili accordi, in molti casi le squadre riserve non sono ammesse alla coppa nazionale.

Francia

modifica

I club dei primi tre livelli del campionato francese, Ligue 1, Ligue 2 e Championnat National, possono iscrivere una squadra riserve nel Championnat National 2 se il club è dotato di settore giovanile, o nel Championnat National 3 in caso contrario. La restrizione al Championnat National 3 si applica anche nel caso in cui la prima squadra venga retrocessa nel Championnat National 2.

Inoltre, le squadre riserve non possono disputare la Coppa di Francia.

Germania

modifica

Tutti i club possono formare una squadra riserve composta da giocatori di età inferiore ai 23 anni, contraddistinta dal numero romano II nel nome (ad esempio, Bayer Leverkusen II). Le squadre riserve dei club di Bundesliga e 2. Liga devono essere iscritte ad almeno due serie di distanza dalla prima squadra (con retrocessione automatica in caso di retrocessione della prima squadra) e in un campionato non superiore alla 3. Liga., mentre ai club di 3. Liga è permesso iscriverle nel campionato di Oberliga, la quarta serie tedesca.[1]

A partire dal 2008, le squadre riserve non possono disputare la DFB-Pokal e il posto eventualmente conquistato sul campo viene assegnato d'ufficio alla squadra immediatamente successiva in classifica.[2]

Giappone

modifica

Tutti i club possono formare una squadra riserve, a condizione che questa non giochi nello stesso campionato della prima squadra. Inoltre, a differenza di come avviene in molti campionati europei, tali squadre possono disputare la Coppa dell'Imperatore.

Nel campionato italiano di calcio, le seconde squadre furono presenti dal 1904 al 1976. In origine partecipavano ai tornei di Seconda Categoria (dal 1904 al 1912) e del Campionato Riserve (dal 1912 al 1922); dopo la sospensione dei campionati per la seconda guerra mondiale e la ripresa, dal 1945 al 1947 le squadre riserve furono inserite nella Prima Divisione e, a partire dal 1954-1955, anche nel Campionato De Martino (che cessò di esistere nel 1976) e nel Campionato Cadetti (rimpiazzato dal Campionato Primavera nel 1962). Dalla stagione 2018-2019 sono state nuovamente ammesse nei campionati di serie, dal 2018 la Juventus under 23 (successivamente ridenominata Juventus Next Gen) e dal 2023 l'Atalanta under 23.

Tutti i club di Serie A possono formare una squadra riserve, che viene iscritta in Serie C compatibilmente coi posti disponibili. Questa squadra può essere promossa in Serie B, vincendo il campionato o i play-off, ma non può essere retrocessa in Serie D: in tal caso, potrà comunque richiedere il ripescaggio in Serie C. La squadra riserve non può partecipare allo stesso campionato della prima squadra, con retrocessione automatica in caso di retrocessione della squadra maggiore, e non può disputare la Coppa Italia nazionale, mentre può disputare la Coppa Italia Serie C e la Supercoppa Serie C se milita in tale campionato.[3][4]

Le squadre riserve sono formate da giocatori di non più di 20 anni di età (al momento dell'inizio del campionato) e sono ammessi 4 calciatori fuori quota; i calciatori della squadra riserve possono essere presi in prestito dalla prima squadra e possono continuare ad essere impiegati dalla seconda squadra, a condizione che non superino le 5 presenze: in questo caso saranno di fatto esclusi dalla rosa riserve[5]. Non è possibile invece il discorso inverso, non essendo ammessi in squadra riserve giocatori di Serie A o con 50 presenze all'attivo in una qualsiasi massima serie.

Tutti i club possono formare una squadra riserve, a condizione che questa non giochi nello stesso campionato della prima squadra. In genere, la seconda squadra è contraddistinta dalla lettera B nel nome (ad esempio, FC Barcelona B), anche se non c'è una regola specifica in materia.[6] A partire dal 1990, non possono disputare la Coppa del Re.[7]

Norvegia

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Squadre riserve nel calcio norvegese.

È ammessa l'iscrizione di una squadra riserve per tutti i club dei primi due livelli del campionato di calcio norvegese, ovvero l'Eliteserien e la 1. divisjon. Tali squadre devono essere iscritte ad almeno due serie di distanza dalla prima squadra e comunque in un campionato non superiore alla 3. divisjon: in caso di retrocessione della prima squadra in 2. divisjon, le squadre riserve vengono retrocesse d'ufficio. Le squadre riserve, inoltre, devono riportare il numero 2 nel nome della squadra (ad esempio, Bodø/Glimt-2) e l'età massima dei giocatori è 21 anni. Sono ammessi tre fuori quota per ogni squadra.[8][9]

  1. ^ (DE) Spielordnung (PDF), su media.dfl.de.
  2. ^ (DE) Modus, su DFB - Deutscher Fußball-Bund e.V., 25 novembre 2013. URL consultato il 29 aprile 2023.
  3. ^ Comunicato ufficiale n. 140/A (PDF), Federazione Italiana Giuoco Calcio, 19 giugno 2019.
  4. ^ FIGC, COMUNICATO UFFICIALE N. 296/A (PDF), 30 giugno 2022.
  5. ^ Al via le Seconde squadre in Serie C: si parte dalla prossima stagione attraverso i ripescaggi, su figc.it, 11 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2018).
  6. ^ (EN) What are Football Club ‘B' Teams and are they Successful?, su goalprofits.com, 20 dicembre 2018. URL consultato il 29 aprile 2023.
  7. ^ (ES) La irrepetible gesta del filial del Real Madrid en la Copa del Rey, su Líbero. URL consultato il 29 aprile 2023.
  8. ^ (NO) - En fotballrevolusjon, su nettavisen.no. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  9. ^ AaFK 2 blir ungdomslag | adressa.no, su fotball.adressa.no, 11 giugno 2010. URL consultato il 29 aprile 2023 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2010).

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport