Square Enix

casa videoludica giapponese
Square Enix Holdings
Logo
ShinjukuEastside03.JPG
Sede di Square Enix nella Eastside Square di Shinjuku, a Tokyo
StatoGiappone Giappone
Forma societariaKabushiki-gaisha
Borse valoriBorsa di Tokyo: 9684
ISINJP3164630000
Fondazione22 settembre 1975
Fondata daYasuhiro Fukushima aka Mr. Gnorr
Sede principaleTokyo
Controllate
  • Square Enix Co., Ltd.
  • Taito
  • StyleWalker, Inc.
  • Smile-Lab Co., Ltd.
  • Community Engine Inc.
  • Visual Works
  • Gangan Comics
  • Luminous Productions
  • Square Enix MobileStudio, Co., Ltd.
  • Square Enix, Inc.
  • Square Enix Ltd.
  • Square Enix (China) Co., Ltd.
Persone chiave
  • Yosuke Matsuda, presidente
  • Keiji Honda, EVP
SettoreManga
Anime
Informatico
ProdottiManga
Anime[1]
Videogiochi
Fatturato271.048 miliardi di yen[2] (2019)
Utile netto19,884 miliardi di yen[3] (2019)
Dipendenti4.601[3] (2019)
Sito webwww.square-enix.com/

Square Enix Holdings (株式会社スクウェア・エニックス・ホールディングス Kabushiki-gaisha Sukuwea Enikkusu Hōrudingusu?) è una holding giapponese multimedia fondata il 1º aprile 2003 a Tokyo e quotata nella borsa di Tokyo dal 18 agosto 1999 (come Enix), nota per produrre le serie di videogiochi di ruolo alla giapponese: Final Fantasy[4], Dragon Quest e Kingdom Hearts. L'azienda è nota anche per per aver prodotto serie manga e anime come Fullmetal Alchemist, Black Butler e Soul Eater e altre serie.

Nasce dalla fusione di due delle più grandi protagoniste del mondo dell'industria dei mass media: Square e Enix.

L'aziendaModifica

La nota azienda nipponica ha sede principale a Tokyo; sviluppa, crea, pubblica e distribuisce prodotti di intrattenimento interattivo in tutti i mercati mondiali: Giappone, Stati Uniti, Europa, Asia, Oceania.

Con la fusione delle due società sono state portate sotto un unico marchio due delle più famose saghe di videogiochi di ruolo alla giapponese: Final Fantasy[4] e Dragon Quest (conosciuta come Dragon Warrior negli Stati Uniti) vere e proprie colonne portanti dell'azienda alle quali si è recentemente aggiunta una nuova e fortunata partnership con Disney Interactive che ha dato origine alla serie di Kingdom Hearts (nata sotto Square). Con questa fusione inoltre sono nate anche serie anime e manga Square Enix come Black Butler, Soul Eater, Fullmetal Alchemist e molte altre serie.

Nel primo trimestre dell'anno fiscale 2004, Square Enix ha dimostrato un EBIT di 662 milioni di yen con 8,2 miliardi di yen nelle vendite.[5] La maggior parte degli incassi proviene da materiale sviluppato per PlayStation 2. Nell'aprile 2003 Square Enix ha incrementato le stime di profitto per i primi 3 anni di attività portandole a 30 miliardi di yen (226 milioni di euro). Anche il settore vendite ha subito la medesima sorte arrivando ad una stima di 100 miliardi di yen (750 milioni di euro), superiore alla quantità raccolta nell'ultimo anno da Enix e Square come società separate.

Il 22 aprile 2009 acquisisce la famosa casa produttrice e distributrice di videogiochi, Eidos Interactive, investendo 84,3 milioni di Sterline[6][7] e acquista la licenza del motore grafico GameBryo dallo sviluppatore Emergent.[8]

Nel 2012 l'azienda chiude l'anno con un disastroso deficit di almeno 45 milioni di euro[9], motivo per cui il presidente Yoichi Wada viene sollevato dal suo incarico, in favore di Yosuke Matsuda, attuale presidente della compagnia[10].

SussidiarieModifica

Square Enix, Inc.Modifica

Square Enix, Inc., ha sede a Los Angeles e gestisce localizzazione, marketing e pubblicazione dei prodotti per gli Stati Uniti.

A inizio 2004 le testate di informazione economica giapponesi hanno annunciato uno spostamento nell'area di interesse Square Enix dal Giappone agli USA e all'Europa, avvenuta a inizio primavera, atta a "potenziare" il business oltreoceano ed europeo rafforzando gli investimenti pubblicitari e il settore multiplayer.

Square Enix Ltd.Modifica

Square Enix Ltd., ha sede a Londra e detiene i diritti di pubblicazione dei titoli Square Enix in Europa e negli altri territori PAL dei quali gestisce vendite, marketing e produzione.

Square Enix (China) Co., Ltd.Modifica

Square Enix (China) Co., Ltd., è stata fondata nel gennaio 2005 come sussidiaria interamente controllata ed ha sede a Pechino. Gestisce la pubblicazione e la distribuzione dei titoli Square Enix in Cina e nelle altre regioni asiatiche.

Gangan ComicsModifica

Square Enix (che all'epoca aveva un altro nome) ha fondato un settore di loro proprietà dedicato al mondo dei manga e anime: Gangan Comics. Nel 2010, la compagnia ha lanciato nel mercato nordamericano un negozio dei manga Square Enix attraverso i servizi per i membri contenenti serie degne di note come la serie di Fullmetal Alchemist, Black Butler, Soul Eater e molti altri[11] Includono anche adattamenti manga di vari prodotti del settore informatico come il crossover tra Square Enix e Disney, Kingdom Hearts, Star Ocean, Dragon Quest e alcuni Final Fantasy. Fullmetal Alchemist è la serie Square Enix che ha venduto di più con oltre 70 milioni di copie. La compagnia ,inoltre, ha prodotto anime tratti dai loro manga con l'aiuto di altre aziende, gli anime degni di nota sono le due serie di Fullmetal Alchemist, Black Butler, Brotherhood: Final Fantasy XV e tante altre serie[1][12]

Luminous ProductionsModifica

La Luminous Productions è una filiale di Square Enix fondata dalla stessa azienda il 27 marzo 2018. L'obiettivo di questo team creato da Square Enix è quello di produrre nuovi Tripla A per un pubblico globale utilizzando il Luminous Engine, motore grafico di casa Square Enix.[13].Una buona parte dei dipendenti di questo team erano membri del team di Kingdom Hearts II e Final Fantasy XV, ossia il Team di Tokyo di cui 20 membri provengono da paesi al di fuori del Giappone.[14] Il loro primo lavoro è stato il porting di Final Fantasy XV su Google Stadia[15]. Il 12 giugno 2020, Square Enix ,nella conferenza della presentazione della Playstation 5, annunciò Project Athia (nome provvisorio) sviluppato da Luminous Production e in uscita su Playstation 5 e PC.[16].

Visual WorksModifica

Visual Workd è uno studio di animazione CGI di proprietà Square Enix (nata sotto Square) fondato nel 1997 e dedicato alla creazione delle animazioni dei prodotti anime in CGI come Final Fantasy VII: Advent Children, Kingsglaive: Final Fantasy XV e Kingdom Hearts X Back Cover[12].Questo studio si occupa delle animazioni CGI di alta qualità anche nel settore informatico come la serie di Parasite Eve, Kingdom Hearts, Deus Ex e Final Fantasy.

NoteModifica

  1. ^ a b Ashcraft, Brian, Manga From Square Enix Coming To TV And Film, su Kotaku, 1º aprile 2011. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2016).
  2. ^ Financial Highlights, Square Enix, 1º ottobre 2019. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  3. ^ a b Financial Highlights, Square Enix, 1º ottobre 2019. URL consultato il 28 novembre 2019 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2018).
  4. ^ a b Scegli i migliori del 2008!, in Play Generation, n. 38, Edizioni Master, marzo 2009, p. 32, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  5. ^ (EN) Risultati finanziari consolidati al 30 giugno 2004
  6. ^ Square-Enix acquisisce Eidos, gamesblog.it, 22 aprile 2009. URL consultato il 4 giugno 2011.
  7. ^ RECOMMENDED CASH OFFER, Hemscott, 12 febbraio 2009. URL consultato il 4 giugno 2011.
  8. ^ Square Enix acquisisce in licenza GameBryo, Hardware Upgrade, 19 marzo 2009. URL consultato il 19 marzo 2009.
  9. ^ Square Enix in perdita di 45 milioni di Euro, Games969.com, 5 febbraio 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  10. ^ 代表取締役の異動に関するお知らせ (PDF), Square-enix.com, 18 marzo 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  11. ^ Square Enix pubblicherà i suoi manga in digitale in Francia e USA, su anime.everyeye.it.
  12. ^ a b Square Enix anime products, su myanimelist.net.
  13. ^ Jennifer Sherman, Square Enix Launches Luminous Productions Studio with Final Fantasy XV Director Hajime Tabata [collegamento interrotto], in Anime News Network, Anime News Network, 31 marzo 2018. URL consultato il 12 novembre 2018.
  14. ^ Square Enix parla del nuovo team e dei suoi dipendenti, su gematsu.com.
  15. ^ Final Fantasy XV disponibile su Google Stadia, su spaziogames.it.
  16. ^ Adam Vitale, Square Enix announces Project Athia for PlayStation 5 and PC, su RPG Site, 11 giugno 2020. URL consultato l'11 giugno 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143543429 · LCCN (ENnr2006012909 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2006012909