Apri il menu principale

Stadio Alfredo d'Albertas

stadio calcistico del comune italiano di Gozzano, in provincia di Novara
Stadio Alfredo d'Albertas
Campo sportivo comunale
Stadio del Marchese
Stadio di Monterosso[1]
Stadio d'Albertas Gozzano tribuna centrale (2017).jpg
La tribuna centrale ovest nel 2017
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneGozzano-Monterosso (NO), via Madonna di Luzzara 3
Inaugurazioneanni 1950
Strutturapianta rettangolare, in cemento armato e prefabbricato metallico
CoperturaTribuna centrale (ovest)
Pista d’atleticaassente
Ristrutturazione1979, 1991, 2019
Mat. del terrenoerba
Dim. del terreno105 x 65 m
ProprietarioGozzano-Stemma.svg Comune di Gozzano
GestoreAssociazione Calcio Gozzano
Progettoarch. Paolo Preti, ing. Giuseppe Russo (ristrutturazione 2019)
CostruttoreTabit Strade s.n.c. (ristrutturazione 1991)[2]
Gioffré Costruzioni s.r.l. (ristrutturazione 2019)[3]
Uso e beneficiari
CalcioGozzano
600px Giallo e Bianco.png Humilitas Arona (1966-67)
Capienza
Posti a sedere1526
Settore ospiti524
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°45′26.85″N 8°25′07.3″E / 45.757459°N 8.418694°E45.757459; 8.418694

Lo stadio Alfredo d'Albertas è uno stadio calcistico sito nel comune italiano di Gozzano, in provincia di Novara.

Maggiore impianto sportivo municipale per capienza e area superficiale, ospita gran parte delle attività (gare interne e allenamenti della prima squadra e di alcune squadre giovanili) e la sede legale del Gozzano, principale squadra di calcio del territorio, che ne è altresì la concessionaria di gestione per conto dell'amministrazione comunale (effettiva titolare della proprietà)[4].

Indice

StoriaModifica

OriginiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'AC Gozzano.
 
Il cancello principale dello stadio.

Allorché, nei primi decenni del XX secolo, la pratica calcistica prese piede nel basso Cusio, un primo terreno di gioco venne approntato a nord del centro abitato, lungo la strada provinciale 229 che conduce a Orta San Giulio. Fu in questa sede che la Juventus (antesignana del moderno Gozzano) iniziò le sue attività attorno ai primi anni 1920.

In un secondo momento la Ortalion-Bemberg mise a disposizione un terreno nelle pertinenze del proprio locale stabilimento: il Gozzano vi si trasferì e vi realizzò un nuovo campo[5]; fu tuttavia una sistemazione effimera, giacché nel giro di pochi anni l'espansione dello stabilimento tessile fece venir meno la disponibilità dello spazio in questione.

Il Gozzano nell'immediato ripiegò sul campo sportivo dell'oratorio parrocchiale, dopodiché il comune provvide a costruire un nuovo terreno di gioco a nord-ovest del centro storico, in località Monterosso, lungo la strada provinciale per San Maurizio d'Opaglio, nei pressi della chiesa di Santa Maria di Luzzara.

In coincidenza con un periodo d'inattività della squadra cittadina, tra il 1966 e il 1967 il campo ospitò le gare interne della società Humilitas di Arona, che si occupò di rizollare il prato.

Tra gli anni 1960 e 1980, nei mesi estivi il campo gozzanese ha inoltre ospitato più volte il ritiro pre-campionato del Novara[6][7][8].

Allorché il Gozzano fu rifondato e iniziò a scalare le gerarchie del calcio dilettantistico (conquistando segnatamente il primo accesso alla Serie D nel 1979), il campo da gioco venne progressivamente dotato di tribune e strutture di servizio sempre più capienti, fino a diventare un vero e proprio stadio[9]. Gli interventi di maggior portata vennero condotti nel 1979 (per un importo di 30 milioni di lire)[10] e nel 1991 (in quest'ultimo caso la procura della Repubblica di Novara, avendo ravvisato irregolarità nell'affidamento dei lavori, rinviò a giudizio l'allora sindaco e alcuni imprenditori e dirigenti pubblici della zona, accusandoli di turbativa d'asta, falso ideologico e abuso in atti di ufficio: nel 1996 il procedimento si concluse col patteggiamento di risarcimenti pecuniari e pene da circa un anno di reclusione, tutte sospese con la condizionale)[2][11].

 
Lapide intitolativa dello stadio

Il 21 maggio 1994 la struttura venne intitolata alla memoria del marchese Alfredo d'Albertas (1916-1992), longevo e munifico mecenate e promotore della pratica calcistica a Gozzano[1].

La ristrutturazione del 2019Modifica

Allorché al termine della stagione 2017-2018 il Gozzano ottiene la prima promozione nelle leghe professionistiche italiane, lo stadio d'Albertas (capace di meno di 1000 posti a sedere) palesa la propria inadeguatezza ai canoni strutturali dei campionati nazionali di prima fascia, richiedendo pertanto un cospicuo intervento di ristrutturazione e ampliamento[12].

Tra agosto e settembre 2018 l'amministrazione comunale di Gozzano commissiona e approva un progetto preliminare all'architetto Paolo Preti[13]: esso prevede il riallestimento degli spogliatoi (onde ricavare anche un locale per i controlli antidoping e un ambulatorio[14]), l'allestimento di una vera sala stampa (in precedenza assente), l'implementazione della videosorveglianza[14], l'aumento della capienza dei posti a sedere a circa 1500 unità (requisito minimo per la terza serie), l'apertura di nuovi varchi d'accesso[14], il potenziamento di illuminazione e audiodiffusione[15] e la sostituzione delle recinzioni perimetrali (con posa di barriere antisfondamento dinnanzi al settore ospiti), anche al fine di meglio separare i flussi di pubblico da e per i vari settori degli spalti[16].

L'importo dell'operazione viene quantificato in 394 408 euro, dei quali 300 000 corrisposti dalla Regione Piemonte, mentre il resto rimane a carico del bilancio comunale gozzanese[17].

Onde velocizzare i lavori e consentire ai rossoblù di rientrare in possesso dell'impianto nel minor tempo possibile[18] si sceglie di costruire le nuove strutture utilizzando tribune modulari prefabbricate a carattere non permanente[19]. Fintanto che i lavori non vengono ultimati, il Gozzano (dopo aver vagliato varie possibili soluzioni) adotta transitoriamente quale campo casalingo lo stadio Silvio Piola di Vercelli[20][21].

Sebbene nei mesi estivi fosse stato auspicato il periodo natalizio 2018 come termine per la consegna dell'impianto finito[18], il progetto esecutivo viene ratificato il 20 dicembre 2018 e la gara d'appalto per la sua realizzazione si apre quattro giorni dopo[15][22]: il lungo protrarsi della fase burocratico-amministrativa causa finanche moti di disappunto da parte della tifoseria rossoblù[23][24]. Al contempo lo stadio è comunque rimasto in uso per le partite del settore giovanile e gli allenamenti della prima squadra[25].

I lavori (appaltati alla ditta Gioffrè Costruzioni di Carpignano Sesia) vengono infine avviati il 4 febbraio 2019[14][26]; durante il cantiere anche le ultime attività ancora basate allo stadio si trasferiscono in una sede terza[27][28].

Nonostante un tentativo per ottenere l'agibilità in tempo per la fine della stagione 2018-2019, la questura e la commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo di Novara rigettano l'istanza presentata in tal senso da comune e società[29], prescrivendo altresì alcuni ulteriori interventi d'adeguamento[30].

StrutturaModifica

Lo stadio si configura come un impianto vocazionalmente deputato alla sola pratica calcistica: attorno al terreno di gioco (in erba naturale, misurante 150×65 metri e integralmente recintato[31]) non vi sono né pista di atletica leggera, né velodromo, ne ausili analoghi.

A seguito della ristrutturazione del 2019, gli spalti si suddividono in tre settori indipendenti, tutti affacciati sui lati lunghi del prato (non sono infatti presenti tribune sui lati corti) e integralmente dotati di seggiolini[16].

  • Tribuna centrale (ovest), struttura stabile in cemento armato con tettoia in materiale metallo-plastico, è capace di 282 posti a sedere per spettatori locali (più 30 postazioni per i giornalisti, 9 per i radiotelecronisti e i cineoperatori, 1 per lo speaker, attrezzate con prese elettriche e connettività internet); su di essa è anche ricavata la cabina per il Gruppo Operativo Sicurezza, costruita in metallo[16].
  • Tribuna locali (sud-est), costruita in ferrotubi prefabbricati (con fondamenta in cemento) e capace di 680 posti a sedere, è a sua volta destinata al pubblico gozzanese ed è priva di copertura[16][32].
  • Tribuna ospiti (nord-est), costruita in ferrotubi prefabbricati (con fondamenta in cemento) e capace di 524 posti, è normalmente dedicata alle tifoserie delle squadre in trasferta ed è priva di copertura[16][32].

Lo stadio è accessibile da diversi ingressi: quelli per il pubblico comune (separati l'uno dall'altro da recinzioni e muretti) sono tutti in via Madonna di Luzzara (ossia la strada provinciale 46 occidentale del lago d'Orta, che in occasione delle partite viene interdetta al traffico veicolare, con deviazione sulla vicina provinciale 45 della Cremosina[30]), mentre quello dedicato a squadre, giornalisti e personale vario è in via Antonio Gramsci[16].

Nelle immediate pertinenze dello stadio vi sono sette aree pubbliche di parcheggio per autoveicoli, mentre gli autobus e in generale gli automezzi appartenenti a squadre, personale ed eventuali operatori radiotelevisivi (OB-VAN) usufruiscono di appositi spiazzi riservati sul retro della tribuna centrale, sempre con entrata da via Gramsci[16].

Gli spogliatoi per le squadre e i direttori di gara (in totale sei, più docce e servizi igienici) nonché la sala antidoping, l'ambulatorio, i magazzini e i ripostigli sono collocati all'interno della tribuna centrale; un tunnel coperto con sbocco di fronte alla predetta tribuna collega tali locali direttamente al campo erboso. A latere sorgono inoltre alcuni edifici prefabbricati che accolgono la sala stampa, la sala di lavoro per giornalisti, gli uffici direzionali del Gozzano, un bar, una foresteria e una piccola palestra[16][33].

L'illuminazione notturna del campo è garantita da quattro cluster di riflettori alloggiati su piloni metallici contigui alle gradinate; allorché verrà completato l'intervento di adeguamento ai criteri professionistici[30] l'impianto svilupperà un valore di illuminamento verticale medio superiore ai 500 lux in tutte le direzioni[16].

A nord dello stadio "propriamente detto" sorge dal 2015 il FAR Camp, un ulteriore campo da gioco con caratteristiche regolamentari, rivestito in erba sintetica, recintato[34] e provvisto a sua volta di piccole tribune per il pubblico[24].  

Affluenze di pubblico significativeModifica

 
La tribunetta sul lato est come si presentava fino al 2019.

Fino al 2019 la capienza totale delle tribune si attestava a circa 400 posti, sostanzialmente adeguati al bacino d'utenza di una "piazza" come quella gozzanese, mai spintasi oltre la Serie D per oltre 95 anni[35]; è però accertato che in determinate circostanze (laddove le regole lo hanno consentito) l'affluenza di pubblico allo stadio abbia oltrepassato finanche il migliaio di unità[36], con spettatori sistemati anche al di fuori delle gradinate[37][38].

TrasportiModifica

A circa 2 km di distanza stradale dall'impianto si trovano le stazioni ferroviarie di Gozzano e Bolzano Novarese, entrambe servite dalla linea regionale Domodossola-Novara. Analoga distanza separa altresì lo stadio dal lido di Gozzano (con relativo imbarcadero) sul lago d'Orta.

Nelle immediate vicinanze dello stadio, su via XXV Aprile fermano altresì gli autobus extraurbani di trasporto pubblico locale che collegano Gozzano con Arona, Borgomanero, Omegna, Pella e Gargallo[39].

NoteModifica

  1. ^ a b GOZZANO. Lo stadio intitolato al marchese d'Albertas, in "La Stampa Novara e Provincia", 19 mag 1994
  2. ^ a b Gozzano, l'ex sindaco a giudizio, in "La Stampa Novara", 27 mag 1995
  3. ^ L’annuncio del sindaco Biscuola: “Stadio di Gozzano pronto per il derby con il Novara” - La Stampa, 19 feb 2019
  4. ^ GOZZANO CALCIO: LA FAVOLA ITALIANA PROMOSSA, PER LA PRIMA VOLTA, IN LEGA PRO - ilbellodellosport.it, 9 mag 2018
  5. ^ La nostra storia - gozzanocalcio.it (archiviato su archive.org il 7 set 2013)
  6. ^ A Gozzano Canali metterà alla prova tutti i giocatori del «nuovo» Novara - La Stampa Novara, 2 ago 1979
  7. ^ Il nuovo Novara, speranza per tutti i tifosi - La Stampa Novara, 31 lug 1980
  8. ^ Dilettanti per dire - puntata 29 del 8 aprile 2019 - Vco Azzurra TV @ youtube.com, 8 apr 2019
  9. ^ Festa per il Gozzano in D, in "La Stampa Novara", 25 giu 1979
  10. ^ Il Gozzano rinforzato, in "La Stampa Novara", 17 lug 1979
  11. ^ Gozzano, ex sindaco patteggia all'udienza per le mazzette, in "La Stampa Novara", 23 mar 1996
  12. ^ La società ringrazia... - facebook.com/gozzanocalcio, 12 giu 2018
  13. ^ (PDF) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 196 - comune.gozzano.no.it, 14 set 2018 (archiviato su archive.org il 16 ott 2018)
  14. ^ a b c d IL FUTURO DI GOZZANO. Partono i lavori allo stadio, sarà pronto per le ultime partite - La Stampa, 3 feb 2019
  15. ^ a b DETERMINA A CONTRARRE PER L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE E ADEGUAMENTO DELLO STADIO COMUNALE "ALFREDO D'ALBERTAS" - CODICE CUP: G72E18000070006 - CODICE CIG: 7749477EB6 - Comune di Gozzano, 24 dic 2018
  16. ^ a b c d e f g h i ELABORATI PROGETTUALI; PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE E ADEGUAMENTO DELLO STADIO COMUNALE "ALFREDO D'ALBERTAS" IN COMUNE DI GOZZANO - CODICE CUP: G72E18000070006 - CODICE CIG: 7749477EB6 (.zip) - pubblicato originariamente da Stazione Unica Appaltante del VCO, 24 dic 2018
  17. ^ Sala stampa e antidoping, il Gozzano calcio adegua lo stadio ai parametri della serie C - La Stampa, 15 ott 2018
  18. ^ a b Gozzano a Natale nel suo stadio, accordo con il Suno per il giovanile - vcoazzurratv.it, 5 lug 2018
  19. ^ Gozzano, ecco Soda: storico primo giorno da "pro" per i rossoblu - iamcalcio.it, 2 lug 2018
  20. ^ Gozzano: presentato Soda. Il patron Alesina: "La C per i tifosi". Foto - vco24sport.it, 3 lug 2018
  21. ^ Gozzano al Piola. Ma di Vercelli! - vcoazzurratv.it, 25 lug 2018
  22. ^ Lavori adeguamento stadio comunale "D'Albertas" - Insieme Per Gozzano, 21 nov 2018
  23. ^ Gozzano, un poker per sognare - Corriere di Novara, 21 gen 2019
  24. ^ a b Non partono i lavori allo stadio, è giallo in Comune a Gozzano - La Stampa, 24 gen 2019
  25. ^ Dal 4 febbraio apre il cantiere nello stadio di Gozzano, c’è l’annuncio del Comune - La Stampa, 25 gen 2019
  26. ^ Gozzano, salvezza e nuovo stadio: si chiude un anno da favola - iamcalcio.it, 30 mar 2019
  27. ^ Lavori allo stadio Il Gozzano si allena a Santa Cristinetta - La Stampa Novara, 5 mar 2019
  28. ^ GOZZANO-INTER (BERRETTI)- Cambia il luogo del match - giovanilinazionali.it, 15 feb 2019
  29. ^ Gozzano, stop al D'Albertas: Serie C nella prossima stagione - novara.iamcalcio.it, 1° mag 2019
  30. ^ a b c Stadio Gozzano, comunicato del sindaco - vcoazzurratv.it, 17 mag 2019
  31. ^ LO STADIO - facebook.com/gozzanocalcio, 5 dic 2009
  32. ^ a b Stadio D'Albertas, lavori procedono spediti - Vco Azzurra TV, 20 mar 2019
  33. ^ IL PROF IANNACONE CURA I MUSCOLI DEL GOZZANO - facebook.com/gozzanocalcio, 16 feb 2018
  34. ^ Gozzano, lo stadio raddoppia: arriva il sintetico - cusio24.it, 15 ago 2015
  35. ^ CAMPIONATO NAZIONALE JUNIORES GIR. A GOZZANO - CASALE 2 - 0 - Youtube@AndreaBozzolan, 12 feb 2018
  36. ^ Gozzano, sconfitto e felice: una Serie C sofferta fino all'ultimo - novara.iamcalcio.it, 7 mag 2018
  37. ^ Gozzano - Borgosesia promozione per uno, in "La Stampa Novara", 11 giu 1979
  38. ^ Sulla strada del Gozzano neopromosso ci sono trasferte per 7500 chilometri, in "La Stampa Novara", 10 ago 1979
  39. ^ Trasporti - comune.gozzano.no.it

BibliografiaModifica

  • Francesco Ruga (a cura di), Tacuin da Guzön Düimilacuindas, Gozzano, Comune e Biblioteca Pubblica, 2014

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica