Apri il menu principale

Stadio Domenico Monterisi

Domenico Monterisi
Stadio D Monterisi.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneVia Napoli
71042 Cerignola (FG) Cerignola-Stemma.png
Inizio lavori1930
Inaugurazione1932
StrutturaPianta ovale con pista d'atletica
CoperturaTribuna
Mat. del terrenoErba
ProprietarioComune di Cerignola
GestoreUnione Sportiva Dilettantistica Audace Cerignola
ProgettoLuigi e Tobia Reitani su disegno di Federico Antonellis 1929
Uso e beneficiari
CalcioCerignola
Capienza
Posti a sedere5 000

Lo stadio Domenico Monterisi già denominato Campo Littorio, è lo stadio della città di Cerignola. Vi disputa le partite interne la squadra di calcio dell'Audace Cerignola.

StoriaModifica

Il notevole progresso della città tra la fine degli anni venti e gli inizi degli anni trenta, richiedeva la costruzione di un campo sportivo, dotato di tutti i comfort, quali tribuna coperta, gradinata, prato, pista ciclabile e atletica, spogliatoio e muro di cinta.

L'Amministrazione Comunale decise di eseguire gradualmente opere sportive per risolvere il vasto problema dell'educazione fisica giovanile, concentrandole in una sola zona, la villa dei Duchi de La Rochefoucauld, compresa tra le vie Napoli, Foggia, Tomba dei Galli ed extramurale.

Il progetto fu redatto dagli ingegneri Luigi e Tobia Reitani, su disegno di Federico Antonellis, assistente tecnico del medesimo ufficio, e depositato il 15 luglio 1929. Il 27 luglio il podestà dott. Alfredo Ribaldi, deliberò di dare esecuzione allo stesso, assumendo l'onere di 260.800 lire. Il 9 ottobre 1930 sui quotidiani Il Popolo d'Italia, La Sera e L'Ambrosiano, fu pubblicato il primo avviso d'asta per la costruzione in cemento armato delle tribune e cabine di segnalazione nel campo polisportivo del Littorio. Il 23 dicembre 1930, alle ore dodici ebbe finalmente luogo la terza asta dopo che le due precedenti erano andate deserte, il podestà dichiarò definitivamente aggiudicato l'appalto dei lavori ai signori Carmine Ladogana ed Ettore Vietri. Tutti i lavori furono eseguiti e ultimati il 30 settembre 1932 con venti giorni di anticipo sul termine assegnato.

 
Piantina dello stato Monterisi.

L'inaugurazione del Campo Sportivo del Littorio, prevista per il 28 ottobre 1930, fu rinviata a data da destinarsi. In quella data, nonostante i lavori non fossero ultimati, fu autorizzato lo svolgimento della partita Napoli-Bari. La partita di inaugurazione fu Foggia-Bari. Dopo la caduta del fascismo, avvenuta il 25 luglio 1943, fu cambiata la denominazione del campo ed eliminati tutti i simboli fascisti che lo ornavano.

Il campo sportivo fu intitolato al calciatore gialloazzurro Domenico Monterisi, nato a Cerignola il 5 dicembre 1920. Diventato giovinotto si impegnò come dattilografo, ma nel 1940 partì in guerra e indossò per la prima volta la divisa militare in una caserma umbra. Giocò per pochi mesi nella squadra del Perugia per poi partire per il fronte greco-albanese nel gennaio del 1941. Il 24 febbraio, dopo appena un mese, fu colpito a morte per salvare la vita di un commilitone. Per il suo sacrificio, fu decorato con Croce al valor Militare.

Lo Stadio negli anni DuemilaModifica

Lo Stadio è stato recentemente oggetto di restauri, nell'estate del 2016, con la posa in opera di manto erboso sintetico. Nel corso della stagione 2016-2017 lo stadio viene dotato di un impianto di illuminazione che ha consentito l'utilizzo in notturna dell'impianto. Si prevedono lavori di ampliamento della struttura , in vista della promozione della squadra in serie D.