Apri il menu principale
Toše Proeski Arena
Arena nazionale di "Filippo II di Macedonia" Национална арена "Филип II Македонски"
Philip II Arena 2017.jpg
UEFA 4/4 stelle
Informazioni
StatoMacedonia del Nord Macedonia del Nord
UbicazioneSkopje
Inaugurazione1947
Pista d'atleticaSi
Ristrutturazione2009
ProprietarioJPSSO
GestoreFudbalski klub Vardar 1947
Uso e beneficiari
CalcioVardar
Rabotnički
Macedonia del Nord Macedonia del Nord
Capienza
Posti a sedere33460
Mappa di localizzazione

Coordinate: 42°00′20.64″N 21°25′32.13″E / 42.005733°N 21.425592°E42.005733; 21.425592

La Toše Proeski Arena è uno stadio situato a Skopje, capitale della Repubblica di Macedonia, usato maggiormente per partite di calcio, ma qualche volta anche per concerti e altri eventi.

Oltre a ospitare tutte le partite della nazionale macedone, ospita anche le gare casalinghe del Vardar e del Rabotnički. Ha ospitato la Supercoppa europea 2017.

Ricostruzione ed espansioneModifica

La costruzione di un nuovo settore è stata completata nell'agosto 2009 portando la capienza da 18.200 posti a sedere a 33.000. Il nuovo stadio è stato inaugurato il 12 agosto 2009 per festeggiare i 100 anni del calcio in Macedonia in un match contro la Spagna (finito 3-2 per gli iberici).[1]

Dal 2008 sono iniziati i lavori per la ristrutturazione dell'impianto. Gli interventi hanno permesso di aumentare il numero di posti a sedere, portando la capacità dei posti a sedere da 33.000 a 36.400. Inoltre è stata ricostruita la pista d'atletica ed è stata rifatta anche la facciata esterna. Il costo totale della ricostruzione nel periodo 2008-2013, è stimato ad oltre 60 milioni di .[2]

NomeModifica

Prima che il nome cambiasse in Arena Filippo II, negli inizi del 2009, lo stadio era conosciuto con il nome Gradski (macedone: Градски, Gradski). Nel 2019 lo stadio è stato rinominato Toše Proeski Arena, in onore dell'omonimo cantante deceduto prematuramente nel 2007.

Match internazionaliModifica

Nell'anno 2017 inoltre ha ospitato la partita di Supercoppa europea tra il Real Madrid, vincitore della Champions League, e il Manchester United, vincitore dell'Europa League.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica