Apri il menu principale
Stadio Sprint
PaeseItalia
Anno1995-2005, 2008-2015
Genererotocalco, sportivo
Durata60 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreVari (vedi sotto)
Rete televisivaRai 3 (1995-1998)
Rai 2 (1998-2005, 2008-2015)

Stadio Sprint è stato un programma dedicato al calcio in onda su Rai 2, in precedenza su Rai 3, alle ore 17:05 nelle domeniche nelle quali si disputa il campionato di Serie A.

Il programma fu sospeso dal 2005 al 2008 a causa della perdita dei diritti tv della Serie A da parte della RAI in quel triennio.

Dal 2015 il programma viene inglobato all'interno della prima parte di 90º minuto, condotto da Marco Mazzocchi e Paola Ferrari, che da quest'anno prevede (un po' come accadeva a Controcampo su Italia 1): 90º minuto Zona mista (dalle 17:00 alle 18:00, l'orario di Stadio Sprint) con le interviste a caldo in zona mista; 90º minuto (dalle 18:00 alle 19:00), con tutti i gol della giornata di Serie A; 90º minuto Tempi supplementari (dalle 19:00 alle 19:30), con commenti, approfondimenti e informazioni sui posticipi della giornata di campionato. Fra gli opinionisti sono presenti volti importanti come Cesare Prandelli e Gianni De Biasi.

Indice

Contenuti ed aspetti del programmaModifica

Il programma era dedicato alle interviste a caldo dei protagonisti al termine delle partite. Nello studio sono presenti 10 schermi televisivi, collegati con gli stadi dove si sono disputate le partite di Serie A. Gli schermi utilizzati comunque sono solitamente 7, come le partite di Serie A giocate la domenica pomeriggio. Inoltre è presente un opinionista in studio.

Sugli schermi passavano in rassegna solitamente tutti gli allenatori, alcuni dirigenti, e alcuni giocatori delle società impegnate nelle partite pomeridiane della massima serie. Essi venivano intervistati prima dall'inviato sul campo e poi, eventualmente, dal presentatore e dall'opinionista. Le interviste erano coordinate dal presentatore che decideva le precedenze in base agli arrivi.

A partire dalla stagione 2015-2016, il programma è stato ricompreso nella nuova versione di 90º minuto.

La sigla del programma è Tutto lo stadio ed è interpretata da Tullio De Piscopo.

Conduttori della trasmissioneModifica

Le liti di VarrialeModifica

La direzione di Enrico Varriale non è mai stata semplice: il carattere del giornalista, infatti, lo ha spesso portato a screzi con allenatori e calciatori:

  • il 25 novembre 2002, Carlo Mazzone lo "esonerò"[3], dicendogli di trattare meglio gli allenatori se voleva conservare il posto;
  • il 21 ottobre 2007, Roberto Mancini litigò con Varriale a causa di una presunta strumentalizzazione di quest'ultimo di una sua affermazione sul problema del razzismo negli stadi[4];
  • il 2 novembre 2008, José Mourinho abbandonò un'intervista, giudicando offensive le domande postegli da Varriale[4];
  • il 16 novembre 2008, Walter Zenga non gradì il rimprovero fattogli per non essere venuto ai microfoni della trasmissione la puntata precedente e ne nacque un litigio in diretta[4].

Primo StadioModifica

Nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012 andava in onda, la domenica alle 14 su Rai Sport 1 (talvolta su Rai Sport 2 in caso di concomitanza con altri eventi sportivi), la trasmissione Primo Stadio (la grafia ufficiale era Pr1mo Stadio e nella prima stagione vi era anche il sottotitolo Anteprima calcio). Si trattava di un approfondimento di circa un'ora dedicato al pre-partita delle gare delle ore 15 e al post-partita del lunch match delle 12:30. La trasmissione era di fatto un prolungamento di Stadio Sprint, condotto sempre da Enrico Varriale. In occasione dei turni serali del campionato (ad esempio i turni infrasettimanali) Primo Stadio cominciava solitamente alle 19:30. Dalla stagione 2012-2013 il programma è stato cancellato a causa della perdita dei diritti televisivi per quella fascia oraria.

NoteModifica

  1. ^ Scheda biografica di Gianfranco De Laurentiis, Rai Uno. URL consultato il 19-01-2008 (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2008).
  2. ^ Fu sostituito da Vincenzo D'Amico il 17 dicembre 1995 Poiché fu mandato ad allenare il Bari.
  3. ^ Mazzone "esonera" Varriale
  4. ^ a b c Tutte le liti di Enrico Varriale calciovecchio.altervista.org