Stampa (Bregaglia)

ex comune svizzero
Stampa
frazione
Stampa – Stemma
Stampa – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden matt.svg Grigioni
RegioneMaloja
ComuneBregaglia
Territorio
Coordinate46°20′36″N 9°35′26″E / 46.343333°N 9.590556°E46.343333; 9.590556 (Stampa)Coordinate: 46°20′36″N 9°35′26″E / 46.343333°N 9.590556°E46.343333; 9.590556 (Stampa)
Altitudine994 m s.l.m.
Superficie94,82 km²
Abitanti595 (2008)
Densità6,28 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale7610
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3775
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Stampa
Stampa

Stampa è una frazione di 595 abitanti del comune svizzero di Bregaglia, nella regione Maloja (Canton Grigioni).

Geografia fisicaModifica

Stampa è situato in Val Bregaglia, sulla sponda sinistra della Maira; dista 17 km da Chiavenna, 32 km da Sankt Moritz e 98 km da Coira.

Il passo del Maloja e una parte del lago di Sils sono compresi nel territorio di Stampa; il punto più elevato del territorio è la Cima di Castello (3 388 m s.l.m.), che segna il confine con la Val Masino.

StoriaModifica

 
Il territorio del comune di Stampa prima degli accorpamenti comunali del 2010

La città fu fondata nel basso medioevo dalla famiglia Stampa, feudatari della Val Bregaglia[1]. Fino al 31 dicembre 2009 è stato un comune autonomo che si estendeva per 94,82 km²; il 1º gennaio 2010 è stato accorpato agli altri comuni soppressi di Bondo, Castasegna, Soglio e Vicosoprano per formare il nuovo comune di Bregaglia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

  • Chiesa riformata di San Pietro[2] in località Coltura, edificio tardobarocco del 1743
  • Santuario di San Gaudenzio in località Casaccia, documentato nell'840 e più volte ricostruito, oggi in rovina[senza fonte]
  • Chiesa riformata di Nossa Donna in località Promotogno[3], documentata nel 988[senza fonte]

Architetture civiliModifica

  • Ex albergo Piz Dua, edificato nel 1586
  • Casa d'abitazione del 1755, residenza della famiglia di artisti Giacometti
  • Ex Casa Salis, del 159]
  • Ciäsa Granda, oggi museo della valle, eretta nel 1581
  • Casa natale di Augusto Giacometti, del 1602
  • Ex mulino, eretto alla fine del XVI secolo[senza fonte]
  • Palazzo Castelmur in località Coltura, del 1723-1840[4]
  • Il cosiddetto Convento, ex ospizio in località Casaccia eretto nel 1520[senza fonte]

SocietàModifica

Lingue e dialettiModifica

La popolazione parla in maggioranza l'italiano e il "bregagliotto" un dialetto lombardo alpino molto influenzato dal romancio[senza fonte].

% Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: [Ritratti comunali dell'Ufficio federale di statistica 2000[2]]
28% madrelingua tedesca
69% madrelingua italiana
2% madrelingua romancia

Infrastrutture e trasportiModifica

Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Chiavenna, in Italia, e di Sankt Moritz.

Stampa ospita la sede di scuola secondaria/SAP del Comune di Bregaglia.

NoteModifica

  1. ^ Notizie storiche intorno al comune di Gravedona ed alle sue principali famiglie dai tempi remoti fino al 1865.
  2. ^ a b Adolf Collenberg, Stampa, in Dizionario storico della Svizzera, 5 dicembre 2016. URL consultato il 17 maggio 2017.
  3. ^ Adolf Collenberg, Borgonovo, in Dizionario storico della Svizzera, 7 dicembre 2016. URL consultato il 17 maggio 2017.
  4. ^ Adolf Collenberg, Coltura, in Dizionario storico della Svizzera, 7 dicembre 2016. URL consultato il 17 maggio 2017.

BibliografiaModifica

  • Renato Stampa, Storia della Bregaglia, 1963, (19742), Tipografia Menghini, Poschiavo (19913)
  • AA. VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 535-536
  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN123694634 · LCCN (ENn82125690 · GND (DE4601703-3 · WorldCat Identities (ENlccn-n82125690
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera