Apri il menu principale

Star Wars: Forces of Destiny

serie televisiva
Star Wars: Forces of Destiny
webserie d'animazione
Forcesofdestinylogo.jpg
Logo originale della serie
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreDave Filoni, Carrie Beck, Jennifer Muro
RegiaBrad Rau
ProduttoreCarrie Beck, Dave Filoni
SceneggiaturaJennifer Muro
MusicheRyan Shore
StudioLucasfilm Animation, Ghostbot
ReteYouTube, Disney Channel
1ª pubbl.3 luglio 2017 – 25 maggio 2018
Episodi32 (completa)
Durata ep.2-3 min
Rete it.Disney XD
1ª pubbl. it.17 settembre 2017 – 11 novembre 2017
Episodi it.16 / 32 Completa al 50%
Durata ep. it.2-3 min
Dialoghi it.Carlo Cosolo
Dir. dopp. it.Carlo Cosolo
Genereazione, fantascienza, fantastico, guerra, avventura
Preceduto daStar Wars Rebels
Seguito daStar Wars Resistance

Star Wars: Forces of Destiny è una serie animata statunitense creata da Dave Filoni, Carrie Beck e Jennifer Muro, prodotta dalla Lucasfilm Animation e da Ghostbot.[1][2] La serie si concentra sulle avventure dei personaggi femminili di varie epoche dell'universo fantascientifico di Guerre stellari, e su come le decisioni che prendono influenzano il loro destino.[3]

Annunciata e presentata per la prima volta nell'aprile 2017 durante la Star Wars Celebration ad Orlando, Forces of Destiny fa parte di un franchise realizzato da Disney Consumer Products and Interactive Media e che comprende anche una linea di giocattoli Hasbro e una serie di libri rivolti ai più giovani. La serie è il primo prodotto animato canonico in 2D realizzato dalla Lucasfilm, il secondo in assoluto nella storia della saga contando anche la serie Clone Wars dell'Universo espanso.

Gli episodi da due-tre minuti[4] sono stati pubblicati sul canale YouTube della Disney; i primi otto sono usciti nel luglio 2017, mentre gli altri otto nell'autunno 2017 su Disney Channel.[5][6]

TramaModifica

La serie ruota attorno ai principali personaggi femminili della saga, tra cui la Principessa Leila, Padmé Amidala, Rey, Jyn Erso e Ahsoka Tano.[3][5]

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 16 2017 2017
Seconda stagione 16 2018 inedita

Personaggi e doppiatoriModifica

Personaggi principaliModifica

Personaggi secondariModifica

Da The Clone Wars e Rebels, Matt Lanter riprende il suo ruolo di Anakin Skywalker,[2] Tom Kane riprende il suo ruolo di Yoda, Jim Cummings riprende il suo ruolo di Hondo Ohnaka, Taylor Gray riprende il suo ruolo di Ezra Bridger, Gina Torres riprende il suo ruolo di Ketsu Onyo[2] e Ritesh Rajan riprende il suo ruolo di Tristan Wren. Dai film, John Boyega riprende il suo ruolo di Finn, Mark Hamill riprende il suo ruolo di Luke Skywalker e Anthony Daniels riprende il suo ruolo di C-3PO. Nella serie compaiono anche i contrabbandieri Han Solo e Chewbecca e i droidi R2-D2, BB-8 e Chopper.

ProduzioneModifica

(EN)

«Star Wars: Forces of Destiny is for anyone who has been inspired by Leia's heroism, Rey's courage, or Ahsoka's tenacity.»

(IT)

«Star Wars: Forces of Destiny è per chiunque sia stato ispirato dall'eroismo di Leila, dal coraggio di Rey o dalla tenacia di Ahsoka.»

(Il presidente della Lucasfilm Kathleen Kennedy[9])

Con la messa in onda della terza stagione di Star Wars Rebels, il creatore della serie Dave Filoni si era dimesso dal ruolo di direttore di supervisione, in favore di una nuova serie da sviluppare in futuro.[10] Intorno a questa voci, Jennifer Muro ha annunciato sul suo profilo Twitter che stava scrivendo per un nuovo progetto della Lucasfilm.[11]

La serie è stata annunciata il 12 aprile 2017, mentre un'anteprima della serie è stata mostrata il 14 aprile alla Star Wars Celebration.[1][2] Si tratta della prima serie animata in 2D creata dalla Lucasfilm Animation; le precedenti serie in 2D come Ewoks, Droids Adventures e Clone Wars (tutte parte dell'universo espanso) sono state create prima della fondazione dello studio[1]. La serie è creata come parte di Disney Consumer Products and Interactive Media del canale YouTube della Disney.[12]

Forces of Destiny, una combinazione di animazione tradizionale e digitale, è stata concepita come una webserie perché così i bambini, che sono sempre meno orientati per guardare la televisione, avrebbero apprezzato meglio la serie tramite internet.[1]

A differenza di The Clone Wars e Rebels, la colonna sonora non è curata da Kevin Kiner bensì da Ryan Shore.[13]

Opere derivateModifica

La serie animata è accompagnata da alcuni libri e da una linea di action figures realizzate da Hasbro.[1][4]

LibriModifica

I primi libri che verranno pubblicati sono gli adattamenti dei primi due episodi della serie: Daring Adventures: Volume 1 è l'adattamento del corto con Sabine, Rey e Padmé e Daring Adventures: Volume 2 è l'adattamento del corto con protagoniste Jyn, Ahsoka e Leila.[1]

GiocattoliModifica

La linea di giocattoli presenta una nuova classe di figure, le figure di avventure riempiono lo spazio tra le action figures e le bambole.[14] Queste figure articolate da 11 pollici dei sei personaggi femminili principali e le figure abbinate di altri personaggi sono state lanciate il 1º agosto 2017 insieme ad accessori come le spade laser.[15] Altri personaggi, tra cui Luke Skywalker e Kylo Ren, sono destinati ad essere rilasciati.[14]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (EN) Eric Goldman, New Star Wars Forces of Destiny Animated Shorts and Toy Line Launching This Year, su IGN, 12 aprile 2017. URL consultato il 9 giugno 2017.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Anthony Breznican, Star Wars highlights female heroes in Forces of Destiny — first look, su Entertainment Weekly, 13 aprile 2017. URL consultato il 19 aprile 2017.
  3. ^ a b (EN) Respers France Lisa, 'Star Wars' heroines focus of 'Forces', su CNN, 13 aprile 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  4. ^ a b c (EN) Everything you need to know about new 'Star Wars Forces of Destiny' series [collegamento interrotto], su ABC News, 13 aprile 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  5. ^ a b (EN) Graeme McMillan, 'Star Wars: Forces of Destiny' Focuses on Female Heroes of a Galaxy Far, Far Away, The Hollywood Reporter, 13 aprile 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  6. ^ Emanuele Biotti, Star Wars: le eroine della saga protagoniste della serie di corti Forces of Destiny, su BadTaste.it, 13 aprile 2017. URL consultato il 28 giugno 2017.
  7. ^ (EN) Maureen Lee Lenker, Porgs, Rose Tico, Luke Skywalker, and more get animated for Star Wars Forces of Destiny, 16 marzo 2018. URL consultato il 25 maggio 2018.
  8. ^ (EN) Star Wars Forces of Destiny Review: "Triplecross" **UPDATED** - Coffee With Kenobi, in Coffee With Kenobi, 25 maggio 2018. URL consultato il 28 maggio 2018.
  9. ^ (EN) Rey, Ahsoka Tano, and More Iconic Heroes to Star in New "Star Wars Forces of Destiny" Animated Micro-Series, su StarWars.com, 12 aprile 2017. URL consultato il 28 giugno 2017.
  10. ^ (EN) 'Star Wars Rebels:' Filoni No Longer Supervising Director, 23 settembre 2016. URL consultato il 28 giugno 2017.
  11. ^ (EN) Dominic Jones, Jennifer Muro is Working on a New Lucasfilm Project, 8 marzo 2016. URL consultato il 28 giugno 2017.
  12. ^ (EN) Tony Lisanti, Disney's Vision for the Future, su License! Global, 1º maggio 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  13. ^ (EN) Kristin Baver, 5 Highlights from Star Wars Forces of Destiny: "The Padawan Path" | StarWars.com, su StarWars.com, Lucasfilm, 6 luglio 2017. URL consultato il 18 luglio 2017.
  14. ^ a b (EN) Clarisse Loughray, Star Wars: Forces of Destiny to unveil brand new, female-led storylines, in The Independent, 13 aprile 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  15. ^ (EN) Bonnie Burton, Star Wars heroines get their due in new Forces of Destiny, in CNET, 13 aprile 2017. URL consultato il 9 giugno 2017.

Collegamenti esterniModifica