Apri il menu principale

Star Wars (fumetto 1977)

serie a fumetti pubblicata da Marvel Comics dal 1977 al 1986
Star Wars
fumetto
Star Wars Omnibus.jpg
Copertina dell'albo Star Wars Omnibus, pubblicato da Panini Comics, che riprende nello stile e nei contenuti la prima serie a fumetti Star Wars di Marvel Comics
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
TestiRoy Thomas (1977–1978), Archie Goodwin (1978–1985), Mary Jo Duffy (1979–1986), David Michelinie (1981–1983)
DisegniHoward Chaykin (1977–1978), Carmine Infantino (1978–1982), Al Williamson (1980–1981), Carlos Garzon (1980–1981), Walt Simonson (1981–1983), Ron Frenz (1983–1985), Cynthia Martin (1985–1986)
EditoreMarvel Comics
1ª edizione12 aprile 1977 – 27 maggio 1986
Albi107 (completa) +3 annuali
Editore it.Mondadori
1ª edizione it.novembre 1977 – ottobre 1979
Albi it.14 (completa)
Genereazione, fantascienza, fantastico

Star Wars è una serie a fumetti statunitense, pubblicata in 107 volumi a cadenza mensile più tre annuali da Marvel Comics tra il 12 aprile 1977 e il 27 maggio 1986[1][2]. La serie è stata composta da un team di scrittori e artisti che si sono avvicendati nel corso della pubblicazione, tra i quali Roy Thomas, Archie Goodwin, Mary Jo Duffy, David Michelinie, Howard Chaykin, Carmine Infantino, Al Williamson e Walter Simonson.

Il fumetto fa parte dell'Universo espanso di Guerre stellari e raccoglie gli adattamenti dei film Guerre stellari e L'Impero colpisce ancora più altre storie inedite ambientate nei periodi intercorrenti e successivi alle pellicole della trilogia originale.

Indice

Storia editorialeModifica

Nel 1975 la Lucasfilm contattò il direttore della Marvel Comics Stan Lee, proponendo la pubblicazione di un fumetto di Guerre stellari che precedesse l'uscita del film, in modo da attirare e incuriosire il pubblico che con maggior probabilità si sarebbe interessato al lungometraggio. Lee declinò inizialmente l'offerta, rifiutando di avventurarsi nel progetto prima del completamento del film, ma in seguito si convinse anche grazie all'intercessione di Roy Thomas, che era interessato a curare la serie[3]. Considerando che fumetti tie-in a film raramente ottenevano buoni livelli di vendite, Lee spuntò un accordo che non prevedeva royalties alla Lucasfilm fintanto che le vendite non avessero superato le 100 000 copie[4].

Il 12 aprile 1977, un mese prima dell'uscita del film Guerre stellari, la Marvel mise in commercio il primo volume della serie a fumetti. I primi sei numeri, scritti da Roy Thomas e illustrati da Howard Chaykin, costituivano un adattamento del film Guerre stellari[5]. A partire dal numero 7 di gennaio 1978, la serie iniziò a pubblicare racconti inediti sempre ad opera di Thomas e Chaykin, i quali però lasciarono di lì a poco a causa delle eccessive ingerenze e limitazioni da parte della Lucasfilm[3]. I due vennero quindi sostituiti a partire dal numero 11 del maggio 1978 dallo scrittore Archie Goodwin e dall'illustratore Carmine Infantino[6].

Con l'uscita del secondo film della serie di Guerre stellari, L'Impero colpisce ancora, il fumetto mise in cantiere un adattamento anche di questa pellicola, scritto da Goodwin e illustrato da Al Williamson e Carlos Garzon su sei numeri consecutivi, dal volume 39 del settembre 1980 al numero 44 del febbraio 1981[7]. Williamson venne scelto come disegnatore dell'arco narrativo su specifica richiesta della Lucasfilm, dal momento che il creatore della serie George Lucas era rimasto colpito dai lavori dell'artista con la EC Comics[8].

A partire dal numero 51 di settembre 1981 il team creativo responsabile del fumetto cambiò ancora, con David Michelinie ai testi e Walter Simonson ai disegni[9]. Quando uscì il film Il ritorno dello Jedi, l'adattamento della pellicola non trovò spazio sulla testata principale, ma fu pubblicato come miniserie separata di quattro numeri dal titolo Il ritorno dello Jedi[10]. A partire dal 1984 la serie a fumetti fu scritta soprattutto da Mary Jo Duffy a cui venne affiancata nell'ultimo anno e mezzo l'illustratrice Cynthia Martin ai disegni[9]. La serie si concluse infine il 27 maggio 1986, contando in totale 107 numeri e 3 speciali annuali[3].

Un 108º numero celebrativo, Forever Crimson, è stato pubblicato dalla Marvel Comics il 29 maggio 2019. Il one-shot, che funge da sequel alla storia contenuta nel numero 50 della serie The Crimson Forever, è stato scritto da Matthew Rosenberg e illustrato da un team di artisti che include Giuseppe Camuncoli, Luke Ross e Kerry Gammill[11][12].

VolumiModifica

N. Titolo Data pubblicazione Testi Disegni Fonte
1 - 12 aprile 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [1]
2 Six Against the Galaxy 10 maggio 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [13]
3 Death Star! 7 giugno 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [14]
4 In Battle with Darth Vader 12 luglio 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [15]
5 Lo, The Moons of Yavin! 10 agosto 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [16]
6 Is This the Final Chapter? 13 settembre 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [17]
7 New Planets, New Perils! 11 ottobre 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [18]
8 Eight for Aduba-3 8 novembre 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [19]
9 Showdown on a Wasteland World! 13 dicembre 1977 Roy Thomas Howard Chaykin [20]
10 Behemoth from the World Below 10 gennaio 1978 Roy Thomas Howard Chaykin [21]
11 Star Search! 7 febbraio 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [22]
12 Doomworld! 14 marzo 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [23]
13 Day of the Dragon Lords! 11 aprile 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [24]
14 The Sound of Armageddon 9 maggio 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [25]
15 Star Duel 27 giugno 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [26]
16 The Hunter 25 luglio 1978 Archie Goodwin Walter Simonson [27]
17 Crucible 22 agosto 1978 Archie Goodwin Herb Trimpe [28]
18 The Empire Strikes 26 settembre 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [29]
19 The Ultimate Gamble 24 ottobre 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [30]
20 Deathgame 21 novembre 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [31]
21 Shadow of a Dark Lord 19 dicembre 1978 Archie Goodwin Carmine Infantino [32]
22 To the Last Gladiator 23 gennaio 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [33]
23 Flight Into Fury 10 febbraio 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [34]
24 Silent Drifting 27 marzo 1979 Mary Jo Duffy Carmine Infantino [35]
25 Siege at Yavin 24 aprile 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [36]
26 Doom Mission 22 maggio 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [37]
27 Return of the Hunter 26 giugno 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [38]
28 What Ever Happened to Jabba the Hut? 24 luglio 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [39]
29 Dark Encounter 28 agosto 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [40]
30 A Princess Alone 25 settembre 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [41]
31 Return to Tatooine 23 ottobre 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [42]
32 The Jawa Express 27 novembre 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [43]
33 Saber Clash 25 dicembre 1979 Archie Goodwin Carmine Infantino [44]
34 Thunder in the Stars 22 gennaio 1980 Archie Goodwin Carmine Infantino [45]
35 Dark Lord's Gambit 26 febbraio 1980 Archie Goodwin Carmine Infantino [46]
36 Red Queen Rising 25 marzo 1980 Archie Goodwin Carmine Infantino [47]
37 In Mortal Combat 22 aprile 1980 Archie Goodwin Carmine Infantino [48]
38 Riders in the Void 27 maggio 1980 Archie Goodwin Michael Golden [49]
39 The Empire Strikes Back: Beginning 24 giugno 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [50]
40 The Empire Strikes Back: Battleground Hoth 22 luglio 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [51]
41 The Empire Strikes Back: Imperial Pursuit 2 settembre 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [52]
42 The Empire Strikes Back: To Be a Jedi 23 settembre 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [53]
43 The Empire Strikes Back: Betrayal at Bespin 28 ottobre 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [54]
44 The Empire Strikes Back: Duel a Dark Lord 25 novembre 1980 Archie Goodwin Al Williamson e Carlos Garzon [55]
45 Death Probe 23 dicembre 1980 Archie Goodwin Carmine Infantino [56]
46 The Dreams of Cody Sunn-Childe 20 gennaio 1981 J.M. DeMatteis Carmine Infantino [57]
47 Droid World 24 febbraio 1981 Archie Goodwin Carmine Infantino [58]
48 The Third Law 24 marzo 1981 Larry Hama Carmine Infantino [59]
49 The Last Jedi 21 aprile 1981 Mike W. Barr Walter Simonson [60]
50 The Crimson Forever 19 maggio 1981 Archie Goodwin Tom Palmer [61]
51 Resurrection of Evil 16 giugno 1981 David Michelinie Walter Simonson [62]
52 To Take the Tarkin 21 luglio 1981 David Michelinie Walter Simonson [63]
53 The Last Gift From Alderaan! 18 agosto 1981 Chris Claremont Carmine Infantino [64]
54 Starfire Rising 22 settembre 1981 Chris Claremont Carmine Infantino [65]
55 Plif! 20 ottobre 1981 David Michelinie Walter Simonson [66]
56 Coffin in the Clouds 24 novembre 1981 David Michelinie Walter Simonson [67]
57 Hello, Bespin, Good-bye! 15 dicembre 1981 David Michelinie Walter Simonson [68]
58 Sundown! 19 gennaio 1982 David Michelinie Walter Simonson [69]
59 Bazarre 16 febbraio 1982 David Michelinie Walter Simonson [70]
60 Shira's Story 16 marzo 1982 David Michelinie Walter Simonson [71]
61 Screams in the Void 13 aprile 1982 David Michelinie Walter Simonson [72]
62 Pariah! 18 maggio 1982 David Michelinie Walter Simonson [73]
63 The Mind Spider! 15 giugno 1982 David Michelinie Tom Palmer [74]
64 Serphidian Eyes 13 luglio 1982 David Michelinie Joe Brozowski [75]
65 Golrath Never Forgets 17 agosto 1982 David Michelinie Tom Palmer [76]
66 The Water Bandits 14 settembre 1982 David Michelinie Walter Simonson [77]
67 The Darker 19 ottobre 1982 David Michelinie Ron Frenz [78]
68 The Search Begins 19 ottobre 1982 David Michelinie Gene Day [79]
69 Death in the City of Bone 14 dicembre 1982 David Michelinie Gene Day [80]
70 The Stenax Shuffle 18 gennaio 1983 Mary Jo Duffy Kerry Gammill [81]
71 Return to Stenos 15 febbraio 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [82]
72 Fool's Bounty 15 marzo 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [83]
73 Lahsbane 12 aprile 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [84]
74 The Iskalon Effect 17 maggio 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [85]
75 Tidal 14 giugno 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [86]
76 Artoo-Detoo to the Rescue 19 luglio 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [87]
77 Chanteuse of the Stars... 16 agosto 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [88]
78 Hoth Stuff! 13 settembre 1983 David Michelinie e Bob Layton Luke McDonnell [89]
79 The Big Con 18 ottobre 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [90]
80 Ellie 15 novembre 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [91]
81 Jawas of Doom 13 dicembre 1983 Mary Jo Duffy Ron Frenz [92]
82 Diplomacy 17 gennaio 1984 Mary Jo Duffy Ron Frenz [93]
83 Sweetheart Contract 14 febbraio 1984 Linda Grant Bob McLeod [94]
84 Seoul Searching 20 marzo 1984 Roy Richardson David Mazzucchelli [95]
85 The Hero 17 aprile 1984 Mary Jo Duffy Bob McLeod [96]
86 The Alderaan Factor 15 maggio 1984 Randy Stradley Bob McLeod [97]
87 Still Active After All These Years 12 giugno 1984 Mary Jo Duffy Tom Palmer [98]
88 Figurehead 17 luglio 1984 Mary Jo Duffy Bob McLeod [99]
89 I'll See You in the Throne Room 14 agosto 1984 Ann Nocenti Bret Blevins [100]
90 The Choice 18 settembre 1984 Mary Jo Duffy Bob McLeod [101]
91 Wookiee World 16 ottobre 1984 Mary Jo Duffy Tony Salmons [102]
92 The Dream 13 novembre 1984 Mary Jo Duffy Jan Duursema [103]
93 Catspaw 18 dicembre 1984 Mary Jo Duffy Sal Buscema [104]
94 Small Wars 15 gennaio 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [105]
95 No Zeltrons 12 febbraio 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [106]
96 Duel With a Dark Lady 19 marzo 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [107]
97 Escape 16 aprile 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [108]
98 Supply and Demand 14 maggio 1985 Archie Goodwin Al Williamson [109]
99 Touch of the Goddess 18 giugno 1985 Mary Jo Duffy Ron Frenz [110]
100 First Strike 16 luglio 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [111]
101 Far, Far Away 13 agosto 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [112]
102 School Spirit 17 settembre 1985 Mary Jo Duffy Sal Buscema [113]
103 Tai 15 ottobre 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [114]
104 Nagais and Dolls 17 dicembre 1985 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [115]
105 The Party's Over 18 febbraio 1986 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [116]
106 My Hiromi 15 aprile 1986 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [117]
107 All Together Now 27 maggio 1986 Mary Jo Duffy Cynthia Martin [2]
Annuale 1 The Long Hunt 13 novembre 1979 Chris Claremont Mike Vosburg [118]
Annuale 2 Shadeshine! 17 agosto 1982 David Michelinie Carmine Infantino [119]
Annuale 3 The Apprentice 9 agosto 1983 Mary Jo Duffy Klaus Janson [120]

RiedizioniModifica

La serie è stata ristampata numerose volte. Alcune storie e archi narrativi sono stati raccolti in riedizioni tascabili e digest, ovvero in fascicoli che comprendono più di un numero comic book originale[121].

La Dark Horse Comics, l'editore che ha sostituito la Marvel Comics come licenziataria dei fumetti di Guerre stellari, ha ristampato due volte la serie completa in grossi volumi da collezione. La prima ristampa ricolorata digitalmente è stata pubblicata in sette volumi dal 3 luglio 2002 al 16 luglio 2003 con il titolo Star Wars: A Long Time Ago...[122][123]. La seconda ristampa, Star Wars Omnibus: A Long Time Ago...., comprende invece cinque albi ed è stata edita dal 2 giugno 2010 all'8 febbraio 2012[124][125]. Quando la Marvel è tornata in possesso dei diritti sui fumetti della serie nel 2015, ha curato una ristampa di Star Wars in tre volumi omnibus[126].

Gli adattamenti dei due film Guerre stellari e L'Impero colpisce ancora sono stati ristampati numerose volte anche come collezioni a sé stanti. Le riedizioni più recenti sono a opera della Marvel in versioni rimodernate, ricolorate da Chris Sotomayor e con nuove copertine realizzate da Adi Granov, che ha lavorato anche come cover artist della serie Star Wars: Darth Vader. La prima, intitolata Star Wars: A New Hope, è stata pubblicata il 6 maggio 2015[127]; il 12 agosto 2015 è uscito invece Star Wars: The Empire Strikes Back[128].

Edizioni italianeModifica

La prima edizione italiana di Star Wars è stata curata da Mondadori, che ne iniziò la pubblicazione con il titolo Guerre stellari nel novembre 1977. Ogni numero di 40 pagine comprendeva due volumetti dell'edizione originale e veniva pubblicato a cadenza mensile. Tuttavia, dopo le prime sei uscite, l'edizione italiana raggiunse quella statunitense e i numeri successivi uscirono a intervalli variabili di alcuni mesi. Inoltre, a partire dall'undicesimo numero, Mondadori ridusse le pagine di ogni albo a 32 mantenendo però sempre due storie; ciò fece sì che alcune tavole dovessero essere eliminate o riarrangiate per contenere le storie in un numero di pagine ridotto. Dopo un successo iniziale, l'interesse del pubblico per la testata venne presto meno, e la pubblicazione di Guerre stellari si interruppe nell'ottobre 1979 con il quattordicesimo numero[129].

L'intera serie a fumetti venne poi pubblicata in italiano da Panini Comics all'interno della collana Star Wars Omnibus in cinque volumi editi tra il 2012 e il 2017[130][131]. La Panini ha curato anche le edizioni italiane delle ristampe Star Wars: A New Hope e Star Wars: The Empire Strikes Back, pubblicate rispettivamente come Star Wars - Una nuova speranza il 3 dicembre 2015[132] e Star Wars - L'Impero colpisce ancora il 6 ottobre 2016[133].

ContenutiModifica

Star Wars include gli adattamenti a fumetti dei film Guerre stellari e L'Impero colpisce ancora, che compongono dodici numeri della serie. Essendo usciti prima dei rispettivi film questi adattamenti sono però basati sulle sceneggiature originali e sui bozzetti preparatori, e per questo presentano alcune differenze rispetto alle pellicole finali. Ad esempio il secondo volume include una scena poi tagliata dal film dell'incontro tra Ian Solo e Jabba the Hutt, in cui l'aspetto dell'alieno non ha nulla a che vedere con la versione definitiva del lumacone che appare ne Il ritorno dello Jedi[134]. Caso simile la prima apparizione di Yoda nel numero 41: poiché i dettagli sull'aspetto del personaggio vennero tenuti segreti dai realizzatori del film, il maestro Jedi del fumetto ha un aspetto molto più simile ai classici gnomi delle favole. Dopo l'uscita del film, nelle ristampe del fumetto l'aspetto di Yoda fu poi allineato a quello ufficiale[135]. In altri casi invece le differenze sono dovute al fatto che la Lucasfilm avesse espressamente proibito di anticipare nel fumetto alcuni colpi di scena dei film; è questo il motivo per cui la lumaca spaziale dalla quale scappa il Millennium Falcon ne L'Impero colpisce ancora non venne mostrata nell'adattamento.

Tutti i numeri restanti esplorano storie inedite ambientate negli intervalli di tempo e dopo le pellicole della trilogia originale, salvo rare eccezioni che trattano eventi precedenti Guerre stellari. Gli autori del fumetto dovettero quindi ideare nuove storie, destreggiandosi tra le varie restrizioni imposte dalla Lucasfilm per non sovrapporsi troppo a situazioni che venivano tenute in serbo per i lungometraggi. Molte delle trame di Star Wars ripercorrono allora le avventure di Luke Skywalker, Ian Solo, della Principessa Leila e degli altri eroi della trilogia originale alle prese con Dart Fener o nuove minacce, in forma di alieni, cacciatori di taglie o agenti dell'Impero Galattico. Il fumetto fu anche il primo medium di Guerre stellari a esplorare eventi successivi alla sconfitta dell'Impero ne Il ritorno dello Jedi. Queste storie mostrano Ian e Leila in veste di diplomatici mentre tentano di convincere i pianeti della Galassia a unirsi all'Alleanza Ribelle, Luke impegnato nello studio della Forza e nell'educazione di una nuova generazione di Jedi, e nuovi nemici che prendono il posto dell'Impero[136].

AccoglienzaModifica

Alimentato dalla buona campagna promozionale della Lucasfilm e della Marvel e dalla concorrente uscita del film, Star Wars si rivelò subito un successo, tanto che già a fine 1977 aveva superato i due milioni di copie vendute[9] e risultò uno dei titoli più venduti fino al biennio 1979-1980[137]. La soglia delle 100 000 copie vendute, stipulata in fase di contratto come limite al di sotto del quale la Marvel non avrebbe dovuto cedere royalties alla Lucasfilm[4], venne pertanto presto oltrepassata, permettendo alla Lucasfilm di rinegoziare l'accordo in modo vantaggioso e da una posizione di forza[138]. Ciononostante il successo del fumetto salvò la Marvel da un tracollo finanziario nel 1977-1978[139]. La critica ha però evidenziato come l'ottimo riscontro commerciale esulasse dai meriti artistici della serie, quasi privi di nota, ma era soprattutto dovuto al traino offerto dal contemporaneo boom del franchise di Guerre stellari[3].

Star Wars si è inoltre guadagnato la nomea di un'opera fortemente disallineata al canone ufficiale e proponente situazioni e personaggi a volte troppo bizzarri ed eccentrici[140][134][141]. L'esempio più famigerato è quello del coniglio alieno antropomorfo verde Jaxxon, un contrabbandiere Lepi che è apparso per la prima volta nel numero 8 della serie, e che a quanto pare infuriò lo stesso George Lucas che ne richiese l'immediata rimozione[142]. La critica storica, tuttavia, inquadra il fumetto come figlio della sua epoca, un tempo in cui le storie a fumetti erano più leggere, audaci, piene di idee e di fantasia, e gli riconosce il merito di essere stata una delle prime opere dell'Universo espanso a proporre situazioni e personaggi inediti, a espandere il franchise oltre i confini temporali dei film e a ritagliarsi un proprio spazio nella storia del fumetto[11][143][12].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Star Wars (1977) #1, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  2. ^ a b (EN) Star Wars (1977) #107, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  3. ^ a b c d Andrea Fiamma, Quando Star Wars salvò la Marvel, in Fumettologica, 2 febbraio 2015. URL consultato il 13 agosto 2016.
  4. ^ a b Jenkins 1997, pp. 81-82.
  5. ^ (EN) Peter Sanderson, Marvel Chronicle: A Year by Year History, Dorling Kindersley, 2008, p. 180, ISBN 978-0-7566-4123-8.
  6. ^ Edwards 1999, p. 79.
  7. ^ Edwards 1999, p. 82.
  8. ^ (EN) James Van Hise, The Art of Al Williamson, Blue Dolphin Enterprises, 1983, p. 36, ISBN 0-943128-04-8.
  9. ^ a b c (EN) Tom O'Neil, A really long time ago, Marvel played fast and loose with Star Wars, su aux.avclub.com, 21 novembre 2015. URL consultato il 18 giugno 2019.
  10. ^ Edwards 1999, p. 87.
  11. ^ a b (EN) Jesse Schedeen, Marvel Comics' Original Star Wars Series Returns in May 2019, IGN, 13 febbraio 2019. URL consultato il 22 giugno 2019.
  12. ^ a b (EN) Patrick Cavanaugh, 'Star Wars' One-Shot From Marvel Comics Brings Back Legends Characters, su comicbook.com, 15 febbraio 2019. URL consultato il 22 giugno 2019.
  13. ^ (EN) Star Wars (1977) #2, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  14. ^ (EN) Star Wars (1977) #3, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  15. ^ (EN) Star Wars (1977) #4, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  16. ^ (EN) Star Wars (1977) #5, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  17. ^ (EN) Star Wars (1977) #6, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  18. ^ (EN) Star Wars (1977) #7, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  19. ^ (EN) Star Wars (1977) #8, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  20. ^ (EN) Star Wars (1977) #9, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  21. ^ (EN) Star Wars (1977) #10, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  22. ^ (EN) Star Wars (1977) #11, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  23. ^ (EN) Star Wars (1977) #12, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  24. ^ (EN) Star Wars (1977) #13, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  25. ^ (EN) Star Wars (1977) #14, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  26. ^ (EN) Star Wars (1977) #15, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  27. ^ (EN) Star Wars (1977) #16, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  28. ^ (EN) Star Wars (1977) #17, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  29. ^ (EN) Star Wars (1977) #18, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  30. ^ (EN) Star Wars (1977) #19, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  31. ^ (EN) Star Wars (1977) #20, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  32. ^ (EN) Star Wars (1977) #21, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  33. ^ (EN) Star Wars (1977) #22, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  34. ^ (EN) Star Wars (1977) #23, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  35. ^ (EN) Star Wars (1977) #24, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  36. ^ (EN) Star Wars (1977) #25, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  37. ^ (EN) Star Wars (1977) #26, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  38. ^ (EN) Star Wars (1977) #27, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  39. ^ (EN) Star Wars (1977) #28, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  40. ^ (EN) Star Wars (1977) #29, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  41. ^ (EN) Star Wars (1977) #30, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  42. ^ (EN) Star Wars (1977) #31, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  43. ^ (EN) Star Wars (1977) #32, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  44. ^ (EN) Star Wars (1977) #33, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  45. ^ (EN) Star Wars (1977) #34, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  46. ^ (EN) Star Wars (1977) #35, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  47. ^ (EN) Star Wars (1977) #36, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  48. ^ (EN) Star Wars (1977) #37, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  49. ^ (EN) Star Wars (1977) #38, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  50. ^ (EN) Star Wars (1977) #39, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  51. ^ (EN) Star Wars (1977) #40, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  52. ^ (EN) Star Wars (1977) #41, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  53. ^ (EN) Star Wars (1977) #42, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  54. ^ (EN) Star Wars (1977) #43, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  55. ^ (EN) Star Wars (1977) #44, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  56. ^ (EN) Star Wars (1977) #45, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  57. ^ (EN) Star Wars (1977) #46, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  58. ^ (EN) Star Wars (1977) #47, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  59. ^ (EN) Star Wars (1977) #48, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  60. ^ (EN) Star Wars (1977) #49, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  61. ^ (EN) Star Wars (1977) #50, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  62. ^ (EN) Star Wars (1977) #51, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  63. ^ (EN) Star Wars (1977) #52, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  64. ^ (EN) Star Wars (1977) #53, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  65. ^ (EN) Star Wars (1977) #54, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  66. ^ (EN) Star Wars (1977) #55, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  67. ^ (EN) Star Wars (1977) #56, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  68. ^ (EN) Star Wars (1977) #57, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  69. ^ (EN) Star Wars (1977) #58, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  70. ^ (EN) Star Wars (1977) #59, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  71. ^ (EN) Star Wars (1977) #60, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  72. ^ (EN) Star Wars (1977) #61, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  73. ^ (EN) Star Wars (1977) #62, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  74. ^ (EN) Star Wars (1977) #63, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  75. ^ (EN) Star Wars (1977) #64, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  76. ^ (EN) Star Wars (1977) #65, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  77. ^ (EN) Star Wars (1977) #66, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  78. ^ (EN) Star Wars (1977) #67, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  79. ^ (EN) Star Wars (1977) #68, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  80. ^ (EN) Star Wars (1977) #69, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  81. ^ (EN) Star Wars (1977) #70, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  82. ^ (EN) Star Wars (1977) #71, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  83. ^ (EN) Star Wars (1977) #72, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  84. ^ (EN) Star Wars (1977) #73, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  85. ^ (EN) Star Wars (1977) #74, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  86. ^ (EN) Star Wars (1977) #75, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  87. ^ (EN) Star Wars (1977) #76, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  88. ^ (EN) Star Wars (1977) #77, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  89. ^ (EN) Star Wars (1977) #78, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  90. ^ (EN) Star Wars (1977) #79, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  91. ^ (EN) Star Wars (1977) #80, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  92. ^ (EN) Star Wars (1977) #81, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  93. ^ (EN) Star Wars (1977) #82, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  94. ^ (EN) Star Wars (1977) #83, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  95. ^ (EN) Star Wars (1977) #84, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  96. ^ (EN) Star Wars (1977) #85, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  97. ^ (EN) Star Wars (1977) #86, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  98. ^ (EN) Star Wars (1977) #87, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  99. ^ (EN) Star Wars (1977) #88, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  100. ^ (EN) Star Wars (1977) #89, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  101. ^ (EN) Star Wars (1977) #90, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  102. ^ (EN) Star Wars (1977) #91, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  103. ^ (EN) Star Wars (1977) #92, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  104. ^ (EN) Star Wars (1977) #93, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  105. ^ (EN) Star Wars (1977) #94, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  106. ^ (EN) Star Wars (1977) #95, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  107. ^ (EN) Star Wars (1977) #96, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  108. ^ (EN) Star Wars (1977) #97, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  109. ^ (EN) Star Wars (1977) #98, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  110. ^ (EN) Star Wars (1977) #99, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  111. ^ (EN) Star Wars (1977) #100, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  112. ^ (EN) Star Wars (1977) #101, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  113. ^ (EN) Star Wars (1977) #102, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  114. ^ (EN) Star Wars (1977) #103, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  115. ^ (EN) Star Wars (1977) #104, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  116. ^ (EN) Star Wars (1977) #105, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  117. ^ (EN) Star Wars (1977) #106, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  118. ^ (EN) Star Wars Annual (1979) #1, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  119. ^ (EN) Star Wars Annual (1979) #2, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  120. ^ (EN) Star Wars Annual (1979) #3, Marvel Comics. URL consultato il 27 giugno 2019.
  121. ^ (EN) Marvel Tales Return, su starwars.com, 15 ottobre 2001. URL consultato il 18 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2005).
  122. ^ (EN) Classic Star Wars: A Long Time Ago... Volume 1: Doomworld TPB, Dark Horse Comics. URL consultato il 18 giugno 2019.
  123. ^ (EN) Classic Star Wars: A Long Time Ago... Volume 7: Far, Far Away TPB, Dark Horse Comics. URL consultato il 18 giugno 2019.
  124. ^ (EN) Star Wars Omnibus: A Long Time Ago . . . Volume 1 TPB, Dark Horse Comics. URL consultato il 18 giugno 2019.
  125. ^ (EN) Star Wars Omnibus: A Long Time Ago . . . . Volume 5 TPB, Dark Horse Comics. URL consultato il 18 giugno 2019.
  126. ^ (EN) Marvel's Star Wars: The Original Marvel Years Omnibus – First Look!, su starwars.com, 15 luglio 2014. URL consultato il 18 giugno 2019.
  127. ^ Fiorenzo Delle Rupi, Marvel, Star Wars: Una Nuova Speranza, la graphic novel rimasterizzata, su fumetti.badtaste.it, 17 dicembre 2014. URL consultato il 18 giugno 2019.
  128. ^ Fiorenzo Delle Rupi, Marvel, Star Wars: in arrivo anche la graphic novel de L’Impero Colpisce Ancora, su fumetti.badtaste.it, 24 dicembre 2014. URL consultato il 18 giugno 2019.
  129. ^ Giorgio Bondì, #FlashbackFriday – Guerre Stellari: guida ai fumetti Mondadori, su starwarslibricomics.it, 18 settembre 2015. URL consultato il 19 giugno 2019.
  130. ^ Star Wars Omnibus - Tanto tempo fa…, Panini Comics. URL consultato il 19 giugno 2019.
  131. ^ Star Wars Omnibus 5 - Attacco improvviso, Panini Comics. URL consultato il 19 giugno 2019.
  132. ^ Star Wars - Una nuova speranza, Panini Comics. URL consultato il 19 giugno 2019.
  133. ^ Star Wars - L'Impero colpisce ancora, Panini Comics. URL consultato il 19 giugno 2019.
  134. ^ a b (EN) Michael Brown, 5 Goofy Characters from Marvel's Original Star Wars We Want Brought Back, su comicbook.com, 6 settembre 2017. URL consultato il 22 giugno 2019.
  135. ^ Fiorenzo Delle Rupi, Marvel, Star Wars: in arrivo anche la graphic novel de L'Impero Colpisce Ancora, su badcomics.it, 24 dicembre 2014. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  136. ^ (EN) James Whitbrook, The Long, Complicated Relationship Between Star Wars and Marvel Comics, su io9.gizmodo.com, 15 dicembre 2015. URL consultato il 22 giugno 2019.
  137. ^ (EN) John Jackson Miller, Gone but not forgotten: Marvel Star Wars series kept franchise fans guessing between films, in Comics Buyer's Guide, nº 1216, 7 marzo 1997, p. 46.
  138. ^ Jenkins 1997, p. 186.
  139. ^ (EN) Jim Shooter, Roy Thomas Saved Marvel, su Jim Shooter, 5 luglio 2011. URL consultato il 15 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2015).
  140. ^ (EN) 12 Star Wars Graphic Novels You Must Read Before You Die - 8. Shira Brie, Double Agent, su whatculture.com. URL consultato il 22 giugno 2019.
  141. ^ (EN) Michael Brown, Star Wars e… Jaxxon il coniglio?, Fumettologica, 7 novembre 2014. URL consultato il 22 giugno 2019.
  142. ^ (EN) James Whitbrook, Somehow, Jaxxon the Ridiculous Green Space Rabbit Has Made It to the New Star Wars Canon, su io9.gizmodo.com, 24 aprile 2018. URL consultato il 22 giugno 2019.
  143. ^ (EN) Tom Speelman, The Strange History Of Marvel's Original 'Star Wars' Universe, su comicsalliance.com, 28 gennaio 2016. URL consultato il 22 giugno 2019.

BibliografiaModifica

  • (EN) Ted Edwards, The Unauthorized Star Wars Compendium, Little, Brown and Company, 1999, p. 79, ISBN 0-316-32929-0.
  • (EN) Garry Jenkins, Empire Building: The Remarkable, Real-life Story of Star Wars, Simon & Schuster, 1997, ISBN 0-684-82091-9.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica