Apri il menu principale
Stara Zagora
comune
Стара Загора
Stara Zagora – Stemma Stara Zagora – Bandiera
Stara Zagora – Veduta
Localizzazione
StatoBulgaria Bulgaria
DistrettoStara Zagora
Territorio
Coordinate42°25′29″N 25°37′32″E / 42.424722°N 25.625556°E42.424722; 25.625556 (Stara Zagora)Coordinate: 42°25′29″N 25°37′32″E / 42.424722°N 25.625556°E42.424722; 25.625556 (Stara Zagora)
Altitudine196 m s.l.m.
Abitanti136 807[2] (31-12-2015)
Altre informazioni
Cod. postale6000
Prefisso042
Fuso orarioUTC+2
TargaСТ
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bulgaria
Stara Zagora
Stara Zagora
Sito istituzionale

Stara Zagora (in bulgaro: Стара Загора?, "vecchia città dietro la montagna") è una città della Bulgaria di 136 807 abitanti, capoluogo della regione omonima. Sorge a circa 230 km dalla capitale Sofia e occupa un territorio di 1019,4 km, parte della montagna Sredna Gora e parte della valle di Gorna Trakia.

Il grande numero di nomi che la città ha avuto nei secoli è testimonianza della sua lunga storia di oltre 2 300 anni: Vereia, Beroe, Augusta Traiana, Železnik, Eski Zara.

Situata nel centro della Bulgaria, nella cosiddetta "Valle delle rose", si caratterizza per la particolare pianta urbanistica, ideata dall'architetto jugoslavo Lubor Bayer. Nella città le vie sono dritte: non esistono curve.

È chiamata "la città dei tigli e dei poeti" ed è la sesta della Bulgaria per popolazione.

Indice

TerritorioModifica

  • Territorio agricolo- 631 338 dekara
  • Boschi – 276 378 dekara
 
Boris Hristov
  • Centri abitati – 62 449 dekara
  • Acque – 17 622 dekara
  • Territori per materie prime – 19 607 dekara
  • Trasporto e infrastrutura – 11 968 dekara

Stara Zagora si trova a 169m sopra il livello del mare

AcqueModifica

I fiumi sul territorio di Stara Zagora provengono del bacino del mar Egeo. Il fiume più importante è il fiume Sazliiska. Sul territorio del comune di Stara Zagora prevalgono le pianure, e questo fattore ha comportato un intenso sviluppo agricolo e urbanistico.

FaunaModifica

La fauna di questa regione è ricca, rappresentata da diverse specie come la lepre, il daino, il cervo e il cinghiale.

Territori protettiModifica

  • Kaseneto – formazione rocciosa
  • Smejova dupka - caverna
  • Milkini skali – formazione rocciosa
  • Alberi secolari:
    • la quercia di Geo Milev
    • il vecchio platano

ClimaModifica

D'estate secco e arido, e relativamente mite d'inverno.

StoriaModifica

Stara Zagora è una delle città più antiche d'Europa. Già nel 7-6 secolo a.C. sorsero i primi centri abitati, legati all'agricoltura e all'allevamento di bestiame.

L'attività prevalente di Beroe, antico insediamento dei Traci (IV-V secolo a.C.) era l'estrazione di rame e stagno. L'agricoltura si avvantaggiava del microclima favorevole della città. I Romani ingrandirono l'insediamento trasformandolo nella piazzaforte di Augusta Traiana, importante crocevia dei commerci fra Europa centrale e Asia minore. La città era abitata soprattutto da traci e greci.

Dal VI secolo la città fu chiamata Vereja e, dal 784, Irenopolis in onore dell'imperatrice bizantina Irene d'Atene. Nel medioevo venne chiamata Boruj dai bulgari e, in seguito, Železnik. I turchi la chiamarono Eski Hisar (vecchia fortezza) ed Eski Zagra, da cui deriva il nome attuale, assegnatole nel 1871.

All'epoca dell'impero ottomano la città era celebre per la lavorazione della seta, della pelle e del rame; sotto la dominazione ottomana vi furono erette molte moschee. Durante le guerre russo-turche la città subì ripetuti danneggiamenti fino ad essere quasi rasa al suolo.

Dopo la liberazione (1878) fu ricostruita e ampliata con un sistema di viali paralleli e perpendicolari progettato dall'architetto Lubor Bayer. Attualmente la periferia della città è dominata da quartieri dormitorio e impianti ed edifici industriali abbandonati.

Date importantiModifica

  • 31.07.1877 – la città viene incendiata e distrutta dai turchi
  • 23.01.1878 – Stara Zagora riceve la sua libertà, ma rimane nei confini della Romeglia dell'Est fino al 1885.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Anno 1934 1946 1956 1965 1975 1985 1992 2001 2011
Abitanti 77.480 84.926 97.710 123.936 153.664 176.861 175.451 167.661 160.108

TrasportoModifica

Trasporto pubblico: autobus e filobus

Il territorio di Stara Zagora è attraversato della linea ferroviaria Sofia-Burgas.

La città dispone anche di un aeroporto che dal 2009 non è più in funzione. Dal 2007 ad alcuni chilometri a sud della città passa l'autostrada “Trakia”.

EconomiaModifica

La regione di Stara Zagora si sviluppa intensamente ed è ai primi posti per lo sviluppo economico nel Paese. Nel 2004 la regione ha avuto uno sviluppo della produzione del 26%, delle vendite del 23% e del prodotto interno lordo del 24,6%.

La città è al secondo posto riguardo alla retribuzione e la disoccupazione è al di sotto del 4%, che è uno dei livelli più bassi del Paese.

Il più grande datore di lavoro a Stara Zagora è la centrale energetica Marica iztok, oltre a Mini Marica iztok, che è il più grande produttore di carbone. La città è un grande produttore di grano. La città è nota anche per la produzione di birra – la marca Zagorka- e per la produzione del vino Domein Menada.

QuartieriModifica

 
Quartieri di Stara Zagora

La città è composta da quartieri diversi che gravitano intorno al centro.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

SportModifica

CalcioModifica

Le principali squadre della città sono il Beroe e il Vereja.

NoteModifica

  1. ^ Population by districts, municipalities, place of residence and sex, NSI, 31 dicembre 2015. URL consultato il 13 giugno 2016.
  2. ^ [1]

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN159441810 · LCCN (ENn80026073 · GND (DE4349944-2 · BNF (FRcb140056388 (data)
  Portale Bulgaria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bulgaria