State-building

State Building è un termine dalla teoria dello stato e identifica la costruzione di uno stato funzionante.

Negli ultimi due decenni, la costruzione dello stato si è sviluppata fino a diventare parte integrante e persino un approccio specifico alla costruzione della pace da parte della comunità internazionale. Gli osservatori attraverso gli spettri politici e accademici sono giunti a vedere l'approccio di costruzione dello stato come la strategia preferita per la costruzione della pace in una serie di conflitti di alto profilo, tra cui israelo-palestinese, Bosnia, Iraq e Afghanistan. Secondo lo scienziato politico Anders Persson, la costruzione dello stato a livello internazionale si basa su tre dimensioni: una dimensione di sicurezza, una dimensione politica e una dimensione economica. Di questi tre, la sicurezza è quasi sempre considerata la prima priorità.

L'argomento generale nella letteratura accademica sulla costruzione dello stato è che senza la sicurezza non sono possibili altri compiti di costruzione dello stato. Di conseguenza, quando la costruzione dello stato come approccio alla costruzione della pace è impiegata nelle società di conflitto e post-conflitto, la prima priorità è creare un ambiente sicuro al fine di rendere possibile uno sviluppo politico ed economico più ampio. Finora, i risultati dell'utilizzo dell'approccio alla costruzione della pace in ambito statale sono stati contrastanti e, in molti posti, come nei Balcani, in Afghanistan e in Iraq, le alte aspettative iniziali stabilite dalla comunità internazionale non sono state soddisfatte. La letteratura sulla costruzione dello stato è sempre stata molto chiara in quanto gli stati edilizi sono stati storicamente un processo violento ei risultati nei casi summenzionati e molti altri confermano la natura destabilizzante e spesso violenta del costruire.

Collegamenti esterniModifica