Status sociale

Lo status sociale (o rango, dal francese rang[1]) identifica la posizione che un individuo occupa, in una prospettiva spazio-temporale, nei confronti di altri soggetti all'interno di una data comunità organizzata.

CaratteristicheModifica

Le norme sociali di attribuzione di uno status scaturiscono da opportuni raffronti fra certi gruppi sociali, ragion per cui esse possono essere molto variegate in dipendenza di scale di valori di attribuzione, di periodi storici diversi, di culture differenti: possesso di beni materiali (e.g., auto, vestiti, accessori o/e denaro), posizione lavorativa, cultura, posizioni di potere e così via. Queste inevitabili disuguaglianze (sociali) generano quella che viene chiamata una stratificazione sociale. Si colloca su una "dimensione orizzontale" della stratificazione sociale, quella delle "relazioni tra pari", mentre il potere è indicativo del posizionamento sulla "dimensione verticale".[2]

Lo status si differenzia dal potere in quanto quest'ultimo consiste nel costringere le persone ad agire coattivamente, anche in spregio al libero arbitrio; quando invece a un individuo viene tributato un particolare rispetto, si parla allora di attribuzione di prestigio o di status.

Ciascun individuo non possiede mai un solo status, poiché nella sua vita sociale si trova ad occupare più posizioni. La posizione sociale principale che condiziona le altre si definisce status chiave.[3]

TipologieModifica

Status ascrittoModifica

Si parla di status ascritto quando questo è assegnato in base alle proprie caratteristiche naturali, fisiche o psichiche, quali l'età, il sesso, la salute fisica e il genere.

Status acquisitoModifica

Uno status acquisito è invece una condizione sociale che si acquisisce e si può modificare nel corso della vita attraverso opportunità, capacità e volontà personali, come quando, ad esempio, una persona acquisisce un certo titolo di studio (come ad esempio una laurea) oppure consegue determinati risultati o riesca a ritagliarsi un ruolo importante nel mondo del lavoro.

Status socio-economicoModifica

Lo Status socio-economico (SES) è un indicatore della posizione gerarchica tramite misure oggettive di potere come retribuzione, reddito, livello di istruzione, prestigio lavorativo.

Status sociale soggettivoModifica

Lo Status sociale-soggettivo (SSS) è un indicatore della percezione soggettiva del ceto sociale attraverso approcci qualitativi e soggettivi[4] .

NoteModifica

  1. ^ Giacomo Devoto, Avviamento all'etimologia italiana, Milano, Mondadori, 1979, ISBN 88-04-26789-5.
  2. ^ Randall Collins, Teorie sociologiche, Bologna, Il Mulino, 1992, pp. 264-266, ISBN 88-15-03726-8.
  3. ^ Adele Bianchi e Parisio Di Giovanni, Uomini & Società, 2ª ed., Torino, Paravia, 2003, p. 86, ISBN 88-395-1281-0.
  4. ^ Matthew A. Diemer, Rashmita S. Mistry, Martha E. Wadsworth, Irene López e Faye Reimers, Best pratices in conceptualizing and measuring social class in psycological research, in Analyses of Social Issues and Pubblic Policy, vol. 13, 2012, pp. 77-113, DOI:10.1111/asap.12001.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 14486 · LCCN (ENsh85124077 · GND (DE4077618-9 · BNF (FRcb11967442t (data) · NDL (ENJA00571919