Apri il menu principale

Stazione di Bracciano

stazione ferroviaria italiana
Bracciano
stazione ferroviaria
Stazione Bracciano.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBracciano
Coordinate42°06′14.04″N 12°10′23.16″E / 42.1039°N 12.1731°E42.1039; 12.1731Coordinate: 42°06′14.04″N 12°10′23.16″E / 42.1039°N 12.1731°E42.1039; 12.1731
Lineeferrovia Viterbo-Roma
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
OperatoreTrenitalia
Attivazione1894
Binari4
Interscambiautolinee urbane e interurbane

La stazione di Bracciano[1] è una delle stazioni ferroviarie a servizio del comune di Bracciano. La stazione è ubicata lungo la ferrovia Roma-Capranica-Viterbo ed è servita dalla linea regionale FL3 (FL3).

La gestione degli impianti è affidata a Rete Ferroviaria Italiana (RFI) controllata del Gruppo Ferrovie dello Stato.

La stazione si trova in via Odescalchi in quanto il Principe Odaleschi autorizzò, ai tempi della realizzazione della ferrovia, il passaggio della strada ferrata nei suoi terreni; in questo modo Bracciano poté avere una stazione ferroviaria proprio nel paese anziché distante oltre un chilometro come era previsto nel progetto iniziale, in zona Cappuccini.[2]

StoriaModifica

La stazione venne attivata prima del 1916[3].

Struttura e impiantiModifica

Il fabbricato viaggiatori si compone di due livelli ma soltanto il piano terra è aperto al pubblico. L'edificio è in muratura ed è tinteggiato di giallo. La struttura si compone di cinque finestre a centina al primo piano, mentre il piano terra dispone di tre porte rettangolari ed una finestra.

La stazione disponeva di uno scalo merci con annesso magazzino: oggi (2010) lo scalo è stato smantellato mentre il magazzino è stato convertito a deposito. L'architettura del magazzino è molto simile a quella delle altre stazioni ferroviarie italiane.

La pianta dei fabbricati è rettangolare.

Il piazzale è composto da quattro binari; il binario 2 è di corsa mentre gli altri binari vengono utilizzati per gli incroci e le eventuali precedenze fra i treni (la linea infatti è a binario unico) o per il ricovero dei mezzi aventi come capolinea questa stazione. La stazione è dotata anche di un tronchino direzione Viterbo per il ricovero di mezzi.

Tutti i binari, ad eccezione del binario 4, sono dotati di banchina collegati fra loro da una passerella in legno.

MovimentoModifica

Trenitalia
Linea FL 3 
   Viterbo Porta Fiorentina
   Viterbo Porta Romana
   Tre Croci
   Vetralla
   Capranica-Sutri
   Oriolo
   Manziana-Canale Monterano
   Bracciano
   Vigna di Valle
   Anguillara
   Cesano di Roma (limite tariffa urbana)
   Olgiata
   La Storta - Formello
   La Giustiniana
   Ipogeo degli Ottavi
   Ottavia
   Roma San Filippo Neri
   Roma Monte Mario
   Gemelli
   Roma Balduina
   Appiano
      Valle Aurelia
   Roma San Pietro  
   Quattro Venti
   Roma Trastevere    
        Roma Ostiense    
      Roma Tuscolana    
      Roma Tiburtina    

Il servizio passeggeri è svolto da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lazio. I treni sono di tipo regionale e la tipica offerta nelle ore di morbida dei giorni lavorativi è di un treno ogni 30 minuti per Roma Ostiense e un treno ogni ora per Viterbo.

In totale sono circa sessantasei[4] i treni che effettuano servizio in questa stazione e le loro principali destinazioni sono: Roma Ostiense e Viterbo Porta Romana.

Il servizio merci, pur avendo avuto un notevole successo prima della seconda guerra mondiale, si avviò ad un lento declino fino agli anni ottanta del secolo scorso quando lo stesso cessò[2].

ServiziModifica

La stazione offre i seguenti servizi:

  •   Biglietteria a sportello
  •   Biglietteria automatica
  •   Sala di attesa
  •   Servizi igienici
  •   Bar

InterscambiModifica

Le principali direttrici delle autolinee interurbane sono Roma Saxa Rubra, Anguillara, Manziana, Oriolo Romano, Cerveteri, Vejano, Canale Monterano e Trevignano Romano.

NoteModifica

  1. ^ Denominazione RFI Archiviato il 26 luglio 2011 in Internet Archive.
  2. ^ a b Info sulla stazione, su stazionidelmondo.it. URL consultato il 12 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2012).
  3. ^ Compare nell'orario ferroviario dell'8 febbraio 1916, riprodotto in Vittorio Formigari, Piero Muscolino, La metropolitana a Roma, Calosci - Cortona, 1983, a p. 250
  4. ^ Orario dei treni che effettuano servizio in questa stazione, su e656.net.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica