Stazione di Caprigliola-Albiano

Caprigliola-Albiano
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàAulla, frazione Bettola
Coordinate44°10′24.6″N 9°55′37.38″E / 44.1735°N 9.92705°E44.1735; 9.92705Coordinate: 44°10′24.6″N 9°55′37.38″E / 44.1735°N 9.92705°E44.1735; 9.92705
Lineeferrovia Pontremolese
Caratteristiche
TipoFermata in superficie, passante
Stato attualeDismessa
Attivazione1888
Soppressione2003
Binari1
InterscambiAutobus urbani ed extraurbani
DintorniCaprigliola, Albiano Magra, Santo Stefano di Magra
Fiume Magra

La stazione di Caprigliola-Albiano era una fermata ferroviaria posta sulla ferrovia Pontremolese. Sorge in località Bettola e serviva i centri abitati di Caprigliola e di Albiano Magra, frazioni del comune di Aulla.

StoriaModifica

Entrata in servizio con l'attivazione del tronco da Santo Stefano di Magra a Pontremoli, il 15 novembre 1888[1], la fermata venne dapprima soppressa il 5 agosto 2003[2] e poi definitivamente dismessa il giorno 11 settembre 2005 in seguito all'apertura del raddoppio in variante Santo Stefano di Magra - P.P. Chiesaccia, che si sviluppa quasi interamente in galleria e che ha comportato la dismissione del tracciato originale, ad oggi non più utilizzato.[3].

Strutture e impiantiModifica

L'impianto possedeva un fabbricato viaggiatori ed una banchina, dotata di pensilina, che servivano l'unico binario della linea. Annessi al fabbricato viaggiatori vi erano anche altri corpi più piccoli, come quello utilizzato per i servizi igienici ed un piccolo giardino, abbandonato dalla chiusura della stazione.

Era presente anche un casello (tuttora esistente), ubicato in prossimità del portale della galleria che si trovava appena dopo la stazione, in direzione Aulla.

Conseguentemente alla dismissione il fabbricato viaggiatori è stato parzialmente abbandonato. I locali lato strada hanno continuato ad essere utilizzati come bar mentre quelli lato ferrovia, precedentemente adibiti al servizio, sono stati abbandonati, vandalizzati e versano in pessimo stato di conservazione.

La sede ferroviaria è ancora armata (anche se pressoché invisibile sotto la vegetazione spontanea) mentre la linea aerea è stata rimossa poco dopo la chiusura. Il casello in direzione Aulla è invece abitato e discretamente conservato, così come lo è anche il vecchio ponte in ferro sulla Strada statale 62 della Cisa, in direzione Santo Stefano di Magra.

Servizi e InterscambiModifica

La stazione disponeva di:

  •   Sala d'attesa
  •   Bar
  •   Servizi igienici

La stazione, inoltre, permetteva i seguenti interscambi:

  •   Fermata autolinee

FuturoModifica

Sono attualmente in corso studi di progetto che prevedono la riqualificazione dell'area, con l'eliminazione di ciò che resta del vecchio impianto, la demolizione del fabbricato viaggiatori e il disarmo del binario ancora in sito allo scopo di costruire una rotonda stradale.

Tale opera dovrebbe avere come obbiettivo quello di alleggerire la situazione di traffico tra Aulla, Albiano di Magra e Santo Stefano di Magra, ritenuta critica soprattutto durante le ore di punta.[4]

Ad oggi (2020), tuttavia, nulla è stato realizzato e l'impianto continua a versare in stato di abbandono e degrado.

NoteModifica

  1. ^ Rivista generale delle ferrovie e dei lavori pubblici, op. cit.
  2. ^ Impianti FS, in "I Treni", anno XXIV n. 252 (ottobre 2003), p. 8. ISSN 0392-4602 (WC · ACNP)
  3. ^ Aulla raddoppia, in "I Treni", anno XXV n. 273 (settembre 2005), p. 7. ISSN 0392-4602 (WC · ACNP)
  4. ^ https://www.ilcorriereapuano.it/2017/02/caprigliola-progetto-della-rotonda-ce-ancora-discutere/

BibliografiaModifica

  • Rivista generale delle ferrovie e dei lavori pubblici, 1894.
  • Rivista generale delle ferrovie e dei lavori pubblici Volume 19, 1901.
  • Istituto di Geografia, Pubblicazioni - Edizioni 16-19, Università di Pisa, 1969.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica