Apri il menu principale

Stazione di Cherasco

Cherasco
stazione ferroviaria
Cherasco - ex stazione ferroviaria.jpg
La stazione nel 2013
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàCherasco
Coordinate44°39′09.57″N 7°52′01.76″E / 44.652658°N 7.867155°E44.652658; 7.867155Coordinate: 44°39′09.57″N 7°52′01.76″E / 44.652658°N 7.867155°E44.652658; 7.867155
LineeFerrovia Bra-Ceva
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
Attivazione1874
Binari3
Noteusata solo come scalo merci

La stazione di Cherasco è stata una stazione ferroviaria posta sulla linea Ferrovia Bra-Ceva. Serviva il comune di Cherasco e il vicino centro abitato di La Morra.

StoriaModifica

La stazione venne inaugurata nel 1874 lungo quello che allora era il tracciato per Savona via Cavallermaggiore-Bra-Bastia Mondovi. Quando nel 1933 questa tratta venne spostata ad ovest via Savigliano-Fossano-Mondovi, che aveva un percorso più rettilineo e costruita a doppio binario, la ferrovia e tutte le sue stazioni sopravvissero seppure relegate ad un ruolo strettamente locale. Continuò il suo esercizio fino all'Alluvione del Tanaro del 1994, che devastò la linea, portando alla chiusura della Bra-Ceva, sancendo così la fine definitiva del servizio passeggeri. Da allora la Stazione di Cherasco è tenuta attiva solo più per il traffico merci tra Cherasco e Bra (unico tratto della ferrovia non dismesso) servendo la contigua fabbrica di containers.

Nell'anno 2016 è stato presentato, a Torino, il progetto di mobilità MetroGranda, una linea di metropolitana leggera ideata per collegare i principali centri della provincia di Cuneo sfruttando le vecchie linee Saluzzo-Cuneo, Cuneo-Mondovì, Mondovì-Bastia-Bra, Bra-Cavallermaggiore, Cavallermaggiore-Savigliano. Il progetto prevederebbe quindi la ricostruzione il ripristino della linea Bastia-Bra, con conseguente riapertura al traffico passeggeri della stazione stessa. Non sono al momento previsti finanziamenti.

ImpiantiModifica

La stazione era composta da un fabbricato viaggiatori, oggi abbandonato, 3 binari passanti e dallo scalo merci attivo ancora adesso di un paio di tronchi.

MovimentoModifica

Il traffico passeggeri, sino al 1994, era servito dai convogli regionali tra Carmagnola, Bra e Ceva.

ServiziModifica

La stazione disponeva di:

  •   Sala d'attesa
  •   Servizi igienici

Altri progettiModifica