Stazione di Chiasso

Chiasso
stazione ferroviaria
Chiasso - stazione ferroviaria - facciata.JPG
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
LocalitàChiasso
Coordinate45°49′55.85″N 9°01′54.08″E / 45.83218°N 9.03169°E45.83218; 9.03169Coordinate: 45°49′55.85″N 9°01′54.08″E / 45.83218°N 9.03169°E45.83218; 9.03169
LineeLucerna-Chiasso
Chiasso-Milano (RFI)
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, internazionale, passante
Stato attualein uso
Attivazione1874
Interscambiautobus urbani ed extraurbani
Dintornicentro cittadino, Ponte Chiasso

La stazione di Chiasso è una stazione ferroviaria della ferrovia del Gottardo e della linea per Milano a servizio dell'omonima cittadina del Canton Ticino. È situata a pochi metri dal confine italo-svizzero e a breve distanza dalla città di Como, da cui la separano le due gallerie del Monte Olimpino. Il luogo è strettamente legato a una stagione della storia d'Italia del Novecento, quella dell'emigrazione italiana in Svizzera. A ricordo di questo fenomeno, l'atrio della stazione conserva l'affresco I migranti (1933) e il plastico Italia e Svizzera (1932)[1]. Durante la seconda guerra mondiale, Chiasso FFS subì dei danni da bombardamento alleato; Si trattò ovviamente di un errore, e probabilmente,vista la vicinanza al confine, l'aviazione anglo americana confuse l'edificio e gli abitati circostanti come comaschi.

Strutture ed impiantiModifica

Quale impianto internazionale, la stazione collega la rete ferroviaria svizzera, gestita dalle Ferrovie Federali Svizzere (FFS), e quella italiana, di competenza di Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Dato che i sistemi di alimentazione e di gestione della circolazione delle due reti sono differenti, alcuni treni operano qui il cambio di locomotiva.

Il piazzale binari, quindi, risulta separato in due parti[2], collegate al tronco centrale dalla stazione da un corridoio, in cui sono presenti anche gli uffici di dogana. I treni destinati alla rete italiana, di conseguenza, partono da binari separati rispetto a quelli della rete svizzera.

Con l'ingresso della Svizzera nell'area Schengen, i controlli frontalieri non sono più sistematici, anche se resta l'impiego di agenti della Guardia di Finanza italiana e della Guardia di Confine svizzera, sia all'interno delle stazioni di Chiasso e di Como San Giovanni, sia sui treni in transito.

MovimentoModifica

 
Elettrotreno RABe 524 fermo a Chiasso
Rete celere ticinese
Linea S 10
   Bellinzona
   Giubiasco S 20 S 30
   Rivera-Bironico
   Mezzovico
   Taverne-Torricella
   Lamone-Cadempino
   Lugano (→ S 60)
   Lugano-Paradiso
   Melide
   Maroggia-Melano
   Capolago-Riva San Vitale
   Mendrisio San Martino
   Mendrisio S 40 S 50
   Balerna
   Chiasso
   Como San Giovanni SM
Rete celere ticinese
Linea S 40
   Varese SM (→ FNM)
   Induno Olona
   Arcisate
   Cantello-Gaggiolo
   Stabio
   Mendrisio S 10 S 50
   Balerna
   Chiasso
   Como San Giovanni SM
Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S11
  RCT    Chiasso
  RCT    Como San Giovanni
     Albate-Camerlata
   Cucciago
   Cantù-Cermenate
   Carimate
   Camnago-Lentate
     Seregno
   Desio
   Lissone-Muggiò
     Monza
     Sesto San Giovanni  
     Milano Greco Pirelli
     Milano Porta Garibaldi    
   Milano Villapizzone
   Milano Certosa
     Rho Fiera  
     Rho

La stazione è servita dalla linea S11 del servizio suburbano milanese, dalle relazioni transfrontaliere S10 e S40 (parte della rete celere del Canton Ticino) e dai convogli a lunga percorrenza che percorrono la ferrovia del Gottardo.

NoteModifica

  1. ^ Dina Stahn, Baedeker Reiseführer Schweiz, Mair Dumont DE, 2019, p. 307.
  2. ^ Marco Minari, Uno sguardo a Chiasso, op. cit.

BibliografiaModifica

  • Bruno Caizzi, Raffaello Ceschi, I cento anni della ferrovia del San Gottardo, 1882-1982, Casagrande, Bellinzona, 1982.
  • La ferrovia del San Gottardo, Ed. Trelingue, Porza Lugano, 1982.
  • Marco Minari, Uno sguardo a Chiasso, in "I Treni" n. 187 (novembre 1997), pp. 12–16.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica