Stazione di Milano Forlanini

fermata ferroviaria italiana

La stazione di Milano Forlanini è una fermata ferroviaria del passante ferroviario, ramo "Pioltello"[1], e della linea di cintura di Milano[2]. Si colloca in prossimità dei Tre Ponti e di viale Forlanini, con uscite su viale Corsica e via Ardigò[3], a nord-ovest rispetto all'omonimo quartiere.

Milano Forlanini
stazione ferroviaria
Scala d'accesso alla stazione di Milano Forlanini
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
LocalitàMilano
Coordinate45°27′50.4″N 9°14′13.34″E
Lineepassante ferroviario di Milano e linea di cintura di Milano
Storia
Stato attualein uso
Attivazione2015
Caratteristiche
Tipofermata in superficie, passante
Binari4
GestoriRete Ferroviaria Italiana
OperatoriTrenord
Interscambi Stazione Forlanini
 
Mappa di localizzazione: Milano
Milano Forlanini
Milano Forlanini
 
Le banchine di Milano Forlanini

Il progetto definitivo fu approvato dall'amministrazione regionale Formigoni nel gennaio 2010[4]. Per il preventivo dell'opera furono stanziati quindici milioni di euro di cui quattro finanziati dalla Regione Lombardia[5] e i restanti dal Comune di Milano, il quale coprì anche la quota di competenza di Rete Ferroviaria Italiana per ripianare un precedente debito[6].

I ricorsi contro le assegnazioni delle gare di appalto provocarono ritardi nella consegna dei lavori[7] che iniziarono ad aprile 2012.

A causa del complesso andamento planoaltimetrico della linea di cintura e del passante ferroviario nel punto in cui sorge la fermata, fu necessario modificare il tracciato di quest'ultima linea, realizzata pochi anni prima[6].

La fermata fu aperta formalmente il 30 aprile 2015[8], mentre l'apertura all'esercizio pubblico avvenne il 9 maggio 2015[9].

Il 26 novembre 2022, con l'apertura della linea M4 tra Dateo e Linate Aeroporto, la fermata divenne punto di interscambio con la vicina stazione della metropolitana[10].

Strutture e impianti

modifica

L'impianto è sopraelevato. Il piazzale è composto da quattro binari serviti da tre banchine, di cui due laterali e una centrale, lunghe 250 m. L'accesso all'utenza è garantito da ascensori e da due sottopassaggi[3].

A fianco dei binari, verso est, è presente il doppio binario della linea merci che collega Milano Smistamento a Milano Rogoredo[11] i quali non sono considerati parte dell'impianto ferroviario.

A breve distanza dalla fermata, sempre verso est, transitano le linee Milano-Bologna e Milano-Genova.

Movimento

modifica

La fermata è servita dai treni del servizio ferroviario suburbano di Milano, in particolare dalle linee S5 (Varese-Pioltello-Treviglio), S6 (Novara-Pioltello-Treviglio) e S9 (Saronno-Albairate). È servita anche da alcuni treni regionali della relazione Milano Rogoredo-Lecco-Colico[12].

L'impiego di ogni binario è fortemente specializzato:

  1. i treni S5 provenienti da Varese, diretti a Treviglio, e quelli S6 provenienti da Novara, diretti a Pioltello-Limito/Treviglio
  2. i treni S5 provenienti da Treviglio, diretti a Varese, e quelli S6 provenienti da Pioltello-Limito/Treviglio, diretti a Novara
  3. i treni S9 provenienti da Albairate-Vermezzo, diretti a Saronno, e quelli regionali provenienti da Milano Rogoredo e diretti a Lecco
  4. i treni S9 provenienti da Saronno, diretti a Albairate-Vermezzo, e quelli regionali provenienti da Lecco/Colico e diretti a Milano Rogoredo

Interscambi

modifica

L'impianto è punto di interscambio tra le linee suburbane S5, S6 e S9; permette inoltre l'interscambio con la fermata Stazione Forlanini della linea M4 della metropolitana di Milano.

Nelle vicinanze di Milano Forlanini, sono presenti anche le fermate di autolinee e tranvie urbane, gestite da ATM.

  1. ^ FL37, p. 45, pp. 48-49 e pp. 54-55.
  2. ^ FL36, pp. 71-73.
  3. ^ a b Metropolitana Milanese, Stazione Forlanini, su metropolitanamilanese.it. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  4. ^ Linate più vicina. Il treno si fermerà in viale Forlanini, in Corriere della Sera - Milano, 4 gennaio 2010, p. 3. Milano: nuova stazione per il passante ferroviario. Fermata Forlanini entro il 31 dicembre 2012, in ecodimilano.com, 4 gennaio 2010. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  5. ^ Regione Lombardia, Nuova fermata ferroviaria Forlanini FS [collegamento interrotto], su trasporti.regione.lombardia.it. URL consultato il 9 maggio 2015.
  6. ^ a b Stazione Forlanini FS, in Urbanfile Italia, 19 dicembre 2010. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2013).
  7. ^ Stella Armando, Forlanini Fs, due anni di ritardi, in Corriere della Sera - Milano, 12 febbraio 2012, p. 2. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  8. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale CT 18/2015
  9. ^ Trenord, 9 maggio 2015: apertura stazione di Milano Forlanini, su trenord.it, 8 maggio 2015. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2015). Un debutto flop per Forlanini FS: la stazione è deserta, in Corriere della Sera - Milano, 12 maggio 2015, p. 4.
  10. ^ Chiara Baldi, Primo viaggio a bordo della M4. «Appuntamento a San Babila», in Corriere dalla Sera - Milano, 27 novembre 2022, p. 3.
  11. ^ Forlaninipassante.it - Il progetto, su forlaninipassante.it. URL consultato il 14 gennaio 2023 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2015).
  12. ^ Partenze. Milano Forlanini - 10 dicembre 2023-8 giugno 2024, su prm.rfi.it. Arrivi. Milano Forlanini - 10 dicembre 2023-8 giugno 2024, su prm.rfi.it.

Bibliografia

modifica
  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 36. Linee di cintura e fra le stazioni di Milano, 2022.
  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 37. Passante ferroviario di Milano, 2021.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  • Sito ufficiale, su forlaninipassante.it. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2014).
  • Scheda su MetropolitanaMilanese, su metropolitanamilanese.it. URL consultato il 29 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  • Scheda su UrbanFile, su urbanfile.org. URL consultato il 24 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2013).