Apri il menu principale

Stazione di Paduli sul Calore

stazione ferroviaria italiana
Paduli sul Calore
Ponte Valentino
stazione ferroviaria
Paduli sul Calore railway station.jpg
La nuova stazione di Paduli sul Calore, definitivamente chiusa al traffico passeggeri dopo pochi anni dall'inaugurazione, mentre il servizio merci non è mai entrato in funzione. In primo si nota il sedime del terzo e del quarto binario, completamente asportati.
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBenevento
Coordinate41°08′46.86″N 14°50′21.23″E / 41.14635°N 14.83923°E41.14635; 14.83923Coordinate: 41°08′46.86″N 14°50′21.23″E / 41.14635°N 14.83923°E41.14635; 14.83923
Lineeferrovia Napoli-Foggia
Caratteristiche
Tipostazione passante, in superficie
Stato attualesenza traffico
Attivazione1868
Binari2
 
Mappa di localizzazione: Benevento
Paduli sul Calore
Paduli sul Calore

La stazione di Paduli sul Calore è una stazione ferroviaria posta sulla linea Napoli-Foggia. È gestita da RFI e venne costruita per servire il comune di Paduli (distante però circa 6 km) e l'area industriale di Ponte Valentino (dal nome di un ponte romano situato nei pressi), quest'ultima posta sulle rive del fiume Calore.

La stazione è ubicata a un'altitudine di 138 m s.l.m. in corrispondenza della contrada Ponte Valentino, nel territorio comunale di Benevento. Aperta al pubblico nel 1868 con il nome di stazione di Ponte Valentino, negli anni '20 del Novecento il piazzale fu elettrificato[1] (unitamente al resto della tratta Benevento-Foggia) mediante il sistema innovativo[2] della trazione a corrente continua a 3000 volt.

La stazione dispone di due fabbricati viaggiatori: quello vecchio a due piani, dismesso alla fine degli anni '90 del Novecento, e quello nuovo a un solo livello, ben più ampio ma rimasto in funzione soltanto per pochi anni, fino al 2005. Il piazzale si componeva originariamente di tre binari passanti, poi aumentati a quattro; tre di essi erano destinati al servizio passeggeri e dotati di marciapiedi e, a partire dalla fine del Novecento, anche di sottopassaggio. In passato vi era inoltre un tronchino dedicato allo scalo merci, soppresso fin dagli anni '80 del Novecento nonostante che la stazione si trovasse al centro di un'area industriale[3]. Nella stazione effettuavano fermata sette coppie giornaliere di treni nel 1955, poi ridotte a sei nel 1973[4].

A partire dagli anni '90 del Novecento la stazione fu resa impresenziata[3] e tale rimase anche dopo che, il 3 dicembre 1997, divenne operativa la tratta a doppio binario compresa tra la stazione di Vitulano-Foglianise e la stazione di Apice-Sant'Arcangelo-Bonito[4]. A decorrere dal 2005 fu inoltre definitivamente soppresso il servizio viaggiatori in stazione, già molto ridimensionato rispetto ai precedenti decenni (tre sole coppie giornaliere di treni e limitatamente ai giorni lavorativi). Infine, a dicembre 2013, si è provveduto ad asportare il terzo e il quarto binario della stazione, sicché rimangono in opera esclusivamente i due binari di corretto tracciato[3].

NoteModifica

  1. ^ Ferrovia Caserta-Foggia, su Stazioni del mondo. URL consultato il 25 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2016).
  2. ^ Azionamenti per la trazione ferroviaria (PDF), su Vivere ingegneria (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2016).
  3. ^ a b c La stazione di PADULI SUL CALORE (BN), su Le strade ferrate.
  4. ^ a b Rosario Serafino, La ferrovia Napoli-Foggia, su Le strade ferrate.

Altri progettiModifica