Stazione di Rocchetta Sant'Antonio-Lacedonia

Rocchetta Sant'Antonio-Lacedonia
stazione ferroviaria
Stazione Rocchetta Sant’Antonio - Lacedonia.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàRocchetta Sant'Antonio
Coordinate41°04′44.4″N 15°33′02.16″E / 41.079°N 15.5506°E41.079; 15.5506Coordinate: 41°04′44.4″N 15°33′02.16″E / 41.079°N 15.5506°E41.079; 15.5506
LineeFoggia-Potenza
Rocchetta Sant'Antonio-Gioia del Colle (senza traffico[1])
Avellino-Rocchetta Sant'Antonio (senza traffico)
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualein uso
Attivazione1891
Binari12 (5 passanti + 7 rimesse)
InterscambiAutobus urbani

La stazione di Rocchetta Sant'Antonio-Lacedonia è una stazione pugliese a servizio dei comuni di Rocchetta Sant'Antonio, nella quale è situata, e Lacedonia, che si trova in Campania.

La stazione si trova ad una notevole distanza da entrambi i centri: dista dal primo, in territorio dauno, circa una quindicina di chilometri; dal secondo, in territorio irpino, quasi venti.

La stazione è ubicata sulla linea ferroviaria Foggia-Potenza, ma da essa si dipartono anche due linee a carattere locale, per Avellino e per Gioia del Colle, facendo sì che sia un importante nodo ferroviario a carattere locale.

Indice

StoriaModifica

Inaugurata nel 1891, la stazione di Rocchetta Sant'Antonio-Lacedonia venne costruita in territorio pugliese al confine con le regioni della Campania e della Basilicata, nei pressi del fiume Ofanto: questa era una scelta strategica ed anche quasi obbligata poiché grazie al fiume si aveva acqua per rifornire le locomotive che all'epoca erano a vapore, questo però comportava una certa distanza dai centri abitati

La stazione divenne ben presto un vivace nodo ferroviario, dove, oltre alle linea passante per Foggia e Potenza, si dipartivano anche una linea per Avellino e Gioia del Colle. Il traffico passeggeri, così come il traffico merci, era buono, grazie anche ai numerosi contadini della zona.

Con il passare degli anni e l'avvento del trasporto su gomma la stazione è caduta in una profonda crisi dovuta allo scarso traffico delle linee per Avellino e Gioia del Colle, anche se il problema principale resta la lontananza dai due centri più vicini. L'esercizio ferroviario sulla linea per Avellino è sospeso dal 12 dicembre 2010[2].

Fino al 1935 era denominata semplicemente "Rocchetta Sant'Antonio"[3].

Strutture e impiantiModifica

La stazione si presenta di notevoli dimensioni con un ampio fabbricato viaggiatori su tre piani, senza particolare valore architettonico: risulta essere attiva una biglietteria, una sala d'attesa ed un bar, mentre ai piani superiori vi sono gli uffici di Trenitalia.

All'interno si contano 5 binari passanti per il servizio passeggeri, serviti da tre banchine munite di pensiline e collegati tramite sottopassaggi. È presente inoltre un ampio numero di binari passanti sia tronchi per il ricovero di carri per la manutenzione sia per carri merci.

È presente un fabbricato merci, oggi inutilizzato visto che il servizio non viene più svolto, una rimessa locomotive, anch'essa inutilizzata, ed altri fabbricati.

MovimentoModifica

In passato la stazione ha goduto di un ottimo traffico passeggeri, grazie anche all'integrazione tra le diverse linee. Oggi però il traffico è scarso e limitato in alcune ore del giorno, a causa sia della concorrenza del trasporto su gomma, sia dalla notevole lontananza dai centri abitati.

La stazione è servita da treni regionali svolti da Trenitalia.

ServiziModifica

La stazione dispone di:

  •   Biglietteria self service
  •   Bar

NoteModifica

  1. ^ Dal 2016 l'intera linea
  2. ^ Chiusure in Campania, in "I Treni" n. 333 (gennaio 2011), p. 5
  3. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio FS n. 132, 1935

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica