Apri il menu principale

Stazione di Roma Balduina

stazione ferroviaria italiana
Roma Balduina
stazione ferroviaria
Roma Balduina.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
Coordinate41°55′11.28″N 12°26′11.76″E / 41.9198°N 12.4366°E41.9198; 12.4366Coordinate: 41°55′11.28″N 12°26′11.76″E / 41.9198°N 12.4366°E41.9198; 12.4366
Lineeferrovia Viterbo-Roma
Caratteristiche
Tipofermata in galleria, passante
Stato attualein uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1968
Binari2
InterscambiAutolinee urbane
Statistiche passeggeri
al giorno1639 (2007)
all'anno598 053 (2007)
Fonte[1]

La stazione di Roma Balduina è una delle stazioni ferroviarie a servizio dell'omonima zona della città di Roma. La stazione è ubicata lungo la ferrovia Roma-Capranica-Viterbo ed è servita dalla linea regionale FL3.

Indice

StoriaModifica

La stazione fu aperta nel maggio 1968[2][3], in occasione dell'istituzione del servizio metropolitano sulla linea Roma-Capranica-Viterbo, a servizio dell'omonimo quartiere, edificato negli anni cinquanta. Il rango dello scalo ferroviario, fu elevato nel settembre 1971[2] a stazione con l'aggiunta di un secondo binario per gli incroci dei convogli passanti da qui fino al cavalcavia successivo sulla Valle Aurelia in direzione della via Pineta Sacchetti[3]. Per un breve periodo, tra il 1985 e il 1990, alla stazione furono inoltre attestati i treni provenienti da Cesano a causa di lavori in corso sul tratto da Balduina a Trastevere[2][3]. Con l'elettrificazione e il raddoppio della linea avvenuto tra il 1998 e il 2000, la stazione fu di nuovo convertita in fermata.

Strutture e impiantiModifica

La stazione, gestita da RFI, dispone di un fabbricato viaggiatori, che ospita le banchine sotterranee e la biglietteria automatica.

È dotata di due binari passanti utilizzati per il servizio viaggiatori.

 
TAF (Treno ad alta frequentazione) nella stazione

MovimentoModifica

ServiziModifica

La stazione dispone di:

  •   Biglietteria automatica

InterscambiModifica

NoteModifica

  1. ^ Stazioni del compartimento di Roma (PDF), su RFI, 19 dicembre 2008. URL consultato il 15 giugno 2016.
  2. ^ a b c Roma – Capranica – Viterbo su ilmondodeitreni.it
  3. ^ a b c Un servizio antesignano, articolo pubblicato sul numero 187 del mensile Monte Mario, aprile 2000

Altri progettiModifica