Stazione di San Giovanni in Persiceto

stazione ferroviaria italiana
San Giovanni in Persiceto
stazione ferroviaria
Stazione di San Giovanni in Persiceto 01.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàSan Giovanni in Persiceto
Coordinate44°38′35.52″N 11°11′20.4″E / 44.6432°N 11.189°E44.6432; 11.189Coordinate: 44°38′35.52″N 11°11′20.4″E / 44.6432°N 11.189°E44.6432; 11.189
LineeBologna-Verona
Decima-San Giovanni in Persiceto (1911-1944)
Caratteristiche
Tipofermata in superficie, passante
Stato attualein uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1887
Binari4
Statistiche passeggeri
al giorno1352 pax saliti (2017)
Fonte[1]

La stazione di San Giovanni in Persiceto è una fermata ferroviaria posta sulla linea Bologna-Verona, a servizio dell'omonimo comune.

StoriaModifica

La stazione fu aperta nel 1887 al completamento del tronco da Bologna della linea Bologna-Verona; già l'anno successivo fu attivato il tratto successivo, fino a Crevalcore, ma l'intera linea venne compiuta solo nel 1924.

Nel 1911 venne attivata la linea locale San Giovanni-Cento, gestita dalla Società Veneta, e pertanto la stazione divenne di diramazione; tale linea venne interrotta nel 1944 per danni bellici e non più ripristinata.

Venne trasformata in fermata il 7 ottobre 2005, contemporaneamente all'attivazione del doppio binario sulla linea[2].

MovimentoModifica

SFM di Bologna
Linea S3
   Poggio Rusco
   Mirandola
   San Felice sul Panaro
   Camposanto
   Crevalcore
   San Giovanni in Persiceto
   Osteria Nuova
   Calderara-Bargellino
   Bologna Centrale S1a S1b S2a S2b S4a S4b S5

Al 2007, l'impianto risultava frequentato da un traffico giornaliero medio di circa 750 persone.[3]

ServiziModifica

La stazione è classificata da RFI nella categoria silver,[3] terza delle quattro esistenti. Le caratteristiche prestazionali e funzionali delle stazioni RFI vengono misurate sulla base di parametri di valutazione oggettivi e classificate in quattro categorie sintetiche, predefinite e graduate — platinum, gold, silver, bronze — in grado di esprimerne lo stato attuale e le potenzialità.[4]

NoteModifica

  1. ^ Indagini sulla mobilità e conteggio passeggeri del TP ferroviario regionale, Regione Emilia-Romagna, 27 aprile 2018
  2. ^ Impianti FS, in I Treni, anno XXV, n. 275, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, novembre 2005, p. 7, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  3. ^ a b Dati statistici di Rete Ferroviaria Italiana, 2008
  4. ^ La classificazione delle stazioni ferroviarie, su rfi.it. URL consultato il 14 febbraio 2020.

Altri progettiModifica