Apri il menu principale

Stazione di Solduno (1907)

Solduno
stazione ferroviaria
Solduno 220214.jpg
Vecchio fabbricato viaggiatori della stazione di Solduno conservato presso un albergo di Losone
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
LocalitàSolduno
Coordinate46°10′10.2″N 8°46′39.32″E / 46.1695°N 8.77759°E46.1695; 8.77759Coordinate: 46°10′10.2″N 8°46′39.32″E / 46.1695°N 8.77759°E46.1695; 8.77759
LineeDomodossola-Locarno (1923-1988)
Locarno-Bignasco (1907-1965)
Tranvia di Locarno (1933-1960)
Caratteristiche
Tipofermata in superficie, passante
Stato attualeSoppressa
OperatoreFerrovie Autolinee Regionali Ticinesi
Attivazione1907
Soppressione1988
Binari1

La stazione di Solduno della Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi (FART) è stata una fermata ferroviaria della ferrovia Locarno-Domodossola ("Centovallina") e della ferrovia Locarno-Bignasco ("Valmaggina").

StoriaModifica

La fermata venne inaugurata nel 1907 con la ferrovia Locarno-Ponte Brolla-Bignasco. Nel 1923 servì anche la linea Domodossola-Locarno. Nel 1965 fu soppresso il traffico sulla Locarno-Bignasco. Con il disarmamento della linea fino a Ponte Brolla, la fermata di Solduno rimase quindi attiva solo per la Domodossola-Locarno. La fermata continuò il suo esercizio fino il 29 maggio 1988, quando venne sostituita dalla nuova inaugurata nel 1991[1][2] in occasione dell'interramento della tratta ferroviaria San Martino-Locarno FART.

Strutture e impiantiModifica

La fermata disponeva di un fabbricato viaggiatori e dal solo binario di circolazione. Al 2017 non rimane traccia della dell'infrastruttura: Il fabbricato fu demolito in parte alla fine degli anni settanta[3] e venne sostituito da una pensilina utilizzata fino al 1988[4] mentre il binario venne smantellato. Sul sito dove sorgeva la fermata è stata costruita l'attuale fermata di Solduno, collocata tra i posti di blocco di Galleria e San Martino[5].

Una parte del fabbricato viaggiatori in uso fine degli anni settanta è conservata nel giardino di un albergo di Losone.

MovimentoModifica

La fermata era servita dai treni regionali Locarno-Bignasco (fino al 1965) e Locarno-Domodossola (fino al 1988).

NoteModifica

  1. ^ Lunedì il ritorno della Centovallina nella galleria da Solduno a Muralto. «Il Dovere», 15 dicembre 1990, 10
  2. ^ Andrea Keller, Storia della ferrovia delle Centovalli, «Treterre», 1998, 30, 3 afferma tuttavia che la fermata sarebbe stata inaugurata il 17 dicembre 1990 contestualmente al resto delle opere inerenti alla messa in galleria della tratta tra San Martino e Locarno.
  3. ^ Fotografia aerea della fermata prima della demolizione risalente al 1977 sul sito dell'Ufficio federale di topografia, su api3.geo.admin.ch.
  4. ^ La nuova fermata di Solduno nel 1982
  5. ^ Hans G. Wägli, Bahnprofil Schweiz 2005, Diplory Verlag, Grafenried 2004, p. 72

BibliografiaModifica

  • Hans G. Wägli, Bahnprofil Schweiz 2005, Diplory Verlag, Grafenried 2004, 142 p.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica