Apri il menu principale

Stazione sperimentale del sughero

La Stazione sperimentale del sughero è un centro di ricerca, situato a Tempio Pausania, che studia le problematiche biologiche legate al sughero.

Tra i campi di ricerca presi in esame vi sono le tecnologie di lavorazione, le tecniche di coltura e l'analisi del mercato.

Istituita con legge regionale nel 1952, è diventata operativa nel 1960.

Il centro ha la sua ragione d'essere nell'attività sughericola, diffusissima nella regione sarda che già all'epoca della fondazione dell'istituto rappresentava l'80% della produzione nazionale di materia prima. Tuttavia, l'industria della trasformazione impegnava solo il 20% della produzione.

In un decennio, anche grazie all'attività organizzativa e di ricerca del centro, l'industria manifatturiera sarda riuscì a migliorare la propria capacità in termini di volumi lavorati, arrivando a trasformare l'intera produzione di sughero grezzo.

La struttura comprende due servizi:

  • servizio affari generali.
  • servizio studi e sperimentazione, che comprende a sua volta i settori
    • chimico
    • tecnologico
    • forestale
    • biologico

Il Servizio studi svolge un'operazione di coordinamento e collaborazione nelle ricerche sul sughero, collaborando con università e centri ricerca europei.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura