Stazioni fantasma della metropolitana di Londra

lista di un progetto Wikimedia

1leftarrow blue.svgVoce principale: Metropolitana di Londra.

Metropolitana di Londra
Underground.svg
Quadro generale

Storia
Cronologia
Infrastrutture
Stazioni aperte
Stazioni non aperte e progettate
Treni
Nella cultura popolare
Mappa

Vengono definite fantasma le stazioni della metropolitana di Londra chiuse al pubblico per svariati motivi e non più (o mai) utilizzate. Tra le ragioni per le quali vennero chiuse (o non furono mai aperte) queste stazioni e piattaforme della metropolitana di Londra, bisogna elencare:

  • un basso flusso passeggeri: la stazione era usata da un basso numero di persone, sia per questioni di posizionamento della stazione (York Road, ad esempio, era poco usata perché sita in una zona industriale molto povera) o altri (per esempio gli scioperi della centrale elettrica di Lots Road, che fu la scintilla che fece pensare a una possibile chiusura della stazione di South Kentish Town);
  • la vicinanza ad altre stazioni: molte stazioni chiusero dopo essere state considerate troppo vicine aa altre stazioni appena aperte al pubblico. Per esempio, la stazione di British Museum fu chiusa a causa della sua vicinanza ad Holborn, ritenuta in una posizione più strategica rispetto a British Museum;
  • la sostituzione con altre stazioni: per ragioni più o meno varie, alcune stazioni sono state sostituite con altre (per esempio, Park Royal & Twyford Abbey venne sostituita con la stazione di Park Royal);
  • la modernizzazione delle stazioni: molto spesso ai tunnel, per adattarsi ai sempre più nuovi treni utilizzati dalla Tube, vennero adottate delle modifiche; per esempio furono allargati o furono attuate delle estensioni. Le modifiche tuttavia non si adattavano ai treni che venivano precedentemente usati in alcune stazioni; queste ultime vennero chiuse poiché il costo per adattarle ai nuovi tipi di treni era giudicato eccessivo.
St. Mary's è un esempio di stazione fantasma della metrò londinese

IntroduzioneModifica

La metropolitana di Londra possiede molte stazioni in passato attive e successivamente abbandonate e chiuse al pubblico, oppure altre pianificate e mai costruite. Alcune stazioni finirono col chiudere per il troppo basso numero di passeggeri, altre per la costruzione di stazioni nelle immediate vicinanze, altre ancora per il reindirizzamento di linee o l'estensione di altre già esistenti, le rimanenti invece non vennero più gestite dalla metropolitana di Londra bensì dalla National Rail (nonostante queste ultime non facciano più parte dell'Underground sono ancora aperte). Poi ce ne sono alcune pianificate per far parte di nuove linee o di estensioni di linee già esistenti, ma vennero più tardi abbandonate senza alcuna apertura.

In alcune stazioni è ancora possibile vedere l'edificio che le ospitava, che in molti casi è stato abbandonato o utilizzato per altri scopi, mentre altri sono stati demoliti oppure ristrutturati. È curioso notare che l'interno delle stazioni chiuse, come nel caso di Aldwych, a volte viene riutilizzato per scopi cinematografici.

Stazioni fantasmaModifica

Stazione Linea Apertura Chiusura Causa
Aldwych Piccadilly 11907-11-3030 novembre 1907 11994-09-3030 settembre 1994 Costi troppo elevati per manutenzione e modernizzazione
Blake Hall Central 11949-12-2525 dicembre 1949[nota 1] 11981-10-3131 ottobre 1981 Basso numero di passeggeri
British Museum Central 11900-07-3030 luglio 1900 11933-09-2424 settembre 1933 Vicinanza ad altre stazioni
Brompton Road Piccadilly 11906-12-1515 dicembre 1906 11934-07-3030 luglio 1934 Vicinanza ad altre stazioni
City Road Northern 11901-11-1717 novembre 1901 11922-08-088 agosto 1922 Modernizzazione
Down Street Piccadilly 11907-03-1515 marzo 1907 11932-05-2121 maggio 1932 Vicinanza ad altre stazioni
Hounslow Town District 11883-05-011º maggio 1883 11909-05-011º maggio 1909[nota 2] Sostituzione con altra stazione
King William Street Northern 11890-12-1818 dicembre 1890 11900-02-2424 febbraio 1900 Sostituzione del tunnel
Lord’s Metropolitan 11868-04-1313 aprile 1868 11939-11-1919 novembre 1939 Basso numero di passeggeri
Mark Lane District 11884-10-066 ottobre 1884 11967-02-044 febbraio 1967 Sostituzione con altra stazione
Marlborough Road Metropolitan 11868-04-1313 aprile 1868 11939-11-1919 novembre 1939 Basso numero di passeggeri
North Weald Central 11949-12-2525 dicembre 1949[nota 1] 11994-09-3030 settembre 1994 Chiusura di un tratto della metropolitana
Ongar Central 11949-12-2525 dicembre 1949[nota 1] 11994-09-3030 settembre 1994 Chiusura di un tratto della metropolitana
Osterley Park and Spring Grove District 11883-05-011º maggio 1883 11934-03-2525 marzo 1934[nota 3] Sostituzione con altra stazione
Park Royal & Twyford Abbey Piccadilly 11903-06-2323 giugno 1903 11931-07-055 luglio 1931 Sostituzione con altra stazione
St. Mary's District 11884-10-011º ottobre 1884 11938-04-3030 aprile 1938 Vicinanza ad altre stazioni
Shoreditch[nota 4] East London Line 11876-04-1010 aprile 1876 12006-06-099 giugno 2006 Sostituzione con altra stazione
South Kentish Town Northern 11907-06-2727 giugno 1907 11924-06-055 giugno 1924 Basso numero di passeggeri
Tower of London District 11882-09-2525 settembre 1882 12 ottobre 1884 Sostituzione con altra stazione
Uxbridge Road Metropolitan 11869-11-011º novembre 1869 11940-10-1919 ottobre 1940 Chiusura di un tratto della metropolitana
Wood Lane Central 11908-05-1414 maggio 1908 11947-11-2222 novembre 1947 Sostituzione con altra stazione
Wood Lane[nota 5] Metropolitan 11908-05-011º maggio 1908 11959-10-2424 ottobre 1959 Basso numero di passeggeri
York Road Piccadilly 11906-12-1515 dicembre 1906 11932-09-1919 settembre 1932 Basso numero di passeggeri

Note

  1. ^ a b c Prima di essere convertite in stazioni della metropolitana erano delle stazioni ferroviarie sin dal 1º aprile 1865
  2. ^ La stazione, prima della sua chiusura definitiva, era già stata chiusa fra il 1886 e il 1903.
  3. ^ Dal 13 marzo 1933 e fino alla chiusura la stazione fu servita anche dalla Piccadilly Line.
  4. ^ La East London line non fa più parte della metropolitana di Londra ma è passata a far parte della London Overground.
  5. ^ Dal 23 novembre 1947 la stazione cambiò nome in White City.

[1]

Banchine fantasmaModifica

Esistono anche delle banchine che, pur facendo parte di stazioni tuttora esistenti, aprirono per un certo periodo di tempo per poi essere chiuse ed abbandonate. Le banchine fantasma sono due:

Stazione Banchina Apertura Chiusura Causa
Swiss Cottage Metropolitan 1868 1940 Chiusura di un tratto della metropolitana
Charing Cross Jubilee 1979 2006 Chiusura di un tratto della metropolitana

Swiss CottageModifica

 
Swiss Cottage è la seconda stazione partendo da Finchley Road.

La stazione di Swiss Cottage aveva delle piattaforme anche sulla linea Metropolitan, oggi chiuse.

Le piattaforme aprirono nel 1868 come il capolinea settentrionale della Metropolitan and St John's Wood Railway, una società che operava in un tratto della linea. Dopo poco tempo Swiss Cottage perse il ruolo di capolinea in quanto la linea si estese a nord raggiungendo il Middlesex, l'Hertfordshire e il Buckinghamshire.

Nel 1930 ci furono numerosi problemi che riguardavano la Metropolitan: la linea, infatti, soffriva di congestione soprattutto nel tratto meridionale e quindi i treni di tutte le diramazioni non sempre servivano il tratto fra Baker Street e Finchley Road. Per ridurre la congestione venne costruito un tunnel fra Finchley Road e le piattaforme di Baker Street sulla linea Bakerloo. La maggior parte dei treni che serviva la Metropolitan si trasferì così nei nuovi tunnel della Bakerloo a Baker Street, riducendo il numero di treni nella linea. La situazione precipitò quando la seconda guerra mondiale era alle porte; le piattaforme di Swiss Cottage sulla linea Metropolitan, dunque, furono chiuse a tempo indeterminato.

Charing CrossModifica

Charing Cross ebbe l'onore di essere il capolinea meridionale della linea Jubilee dopo l'apertura della stessa il 1º maggio 1979. Già poco dopo l'apertura delle piattaforme della stazione sulla Jubilee, però, si discuteva su una possibile estensione della linea fino al borough di Lewisham, nel sud-est della capitale. In seguito i tunnel vennero prolungati anche oltre la stazione di Charing Cross, fin quasi a raggiungere la stazione di Aldwych (oggi anch'essa stazione fantasma) che, secondo le previsioni, avrebbe dovuto essere la successiva fermata della linea. Charing Cross chiuse al pubblico le piattaforme sulla Jubilee quando, dopo la ristrutturazione dei London Docklands nell'East End, la linea fu estesa partendo da Green Park e raggiungendo Westminster, Waterloo e London Bridge, per poi servire anche le aree di Greenwich e dintorni.

Progetti mai realizzatiModifica

StazioniModifica

Ecco un elenco delle stazioni progettate (ma mai realizzate) della metropolitana di Londra[2]:

Stazione Linea Progettata Abbandonata Causa
Alexandra Palace Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights.
Brockley Hill Northern 1936 1953 Fallimento del progetto Northern Heights.
Bushey Heath Northern 1936 1949 Fallimento del progetto Northern Heights.
Camberwell Bakerloo 1931 1950 Abbandono dell'estensione di Camberwell.
Cranley Gardens Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights.
Cricklewood Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Crouch End Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights
Denham Central 1937 1948 Fallimento del progetto dell'estensione della linea Central.
Elstree South Northern 1936 1949 Fallimento del progetto Northern Heights
Emlyn Road Central 1913 1919 Abbandono dell'estensione di Richmond.
Ham'smith Grove[3] Central 1919 1920 Abbandono dell'estensione di Richmond.
Harefield Road Central 1937 1948 Fallimento del progetto dell'estensione della linea Central.
Harrow Road Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire abbastanza fondi.
Heatfield Terrace Central 1913 1919 L'estensione di Richmond fu abbandonata.
Kennington Cross City and Brixton Railway 1898 1902 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Kilburn Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Lambeth Road City and Brixton Railway 1898 1902 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Lorn Road City and Brixton Railway 1898 1902 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Ludgate Circus Jubilee 1964 1980 Cambiamento di piano del percorso della linea Jubilee.
Mill Hill Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights.
Mushwell Hill Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights.
North End Northern 1903 1906 Previsto basso numero di passeggeri.
Paddenwick Road Central 1913 1919 Abbandono dell'estensione di Richmond.
Rylett Road Central 1913 1919 Abbandono dell'estensione di Richmond.
St. George's[4] City and Brixton Railway 1898 1902 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Stroud Green Northern 1935 1954 Fallimento del progetto Northern Heights.
Turnham Green Central 1913 1919 Abbandono dell'estensione di Richmond.
Walworth Bakerloo 1931 1950 Abbandono dell'estensione di Camberwell.

Banchine progettateModifica

Nelle nuove linee o estensioni che erano state progettate erano incluse anche delle stazioni già esistenti. Per esempio, se l'estensione di Richmond fosse stata realizzata, la stazione di Richmond avrebbe conosciuto anche delle piattaforme sulla Central Line.
Ecco le piattaforme progettate:

Stazione Piattaforma Progettata Abbandonata Causa
Edgware Road Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Fenchurch Street Jubilee 1964 1989 Cambiamento di piano del percorso della Jubilee.
Hyde Park Corner Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
London Bridge City and Brixton Railway 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Marble Arch Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Oval City and Brixton Railway 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.
Richmond Central 1913 1919 Abbandono dell'omonima estensione.
Victoria Edgware Road Tube 1899 1908 La compagnia non riuscì a reperire i fondi necessari.

Bisogna osservare che la maggior parte delle stazioni precedentemente elencate erano comprese in un'estensione della linea già esistente (oppure in una nuova linea indipendente) e quindi il destino delle stazioni era legato a quello dei suddetti prolungamenti. Le estensioni, per numero di stazioni, sono:

Solo due stazioni fra quelle precedentemente elencate non dipendevano da alcuna estensione o da una nuova linea: erano Ludgate Circus sulla linea Jubilee e North End, l'unica stazione progettata della Northern che non faceva parte della Northern Heights.

NoteModifica

  1. ^ Caso a parte è South Acton, linea District dal 11905-06-1313 giugno 1905 al 11959-02-2828 febbraio 1959 per chiusura di un tratto della metropolitana.
  2. ^ Il contenuto di questa tabella è verificabile nei libri citati nella bibliografia.
  3. ^ Il nome completo è Hammersmith Grove.
  4. ^ Il nome completo è St. George's Circus.

BibliografiaModifica

  • Antony Badsey-Ellis, London's Lost Tube Schemes, Capital Transport, 2005, ISBN 1-85414-293-3.
  • Tony Beard, By Tube Beyond Edgware, Capital Transport, 2002, ISBN 1-85414-246-1.
  • J Graeme Bruce e Desmond F Croome, The Central Line: An Illustrated History, Capital Transport, 2006 [1996], ISBN 1-85414-297-6.
  • J. E. Connor, London's Disused Underground Stations, 2nd, Capital Transport, 2001, ISBN 1-85414-250-X.
  • John R Day e John Reed, The Story of London's Underground, Capital Transport, 2008 [1963], ISBN 1-85414-316-6.
  • Mike Horne, The Jubilee Line: An Illustrated History, Capital Transport, 2000, ISBN 1-85414-220-8.
  • Mike Horne, The District Line: An Illustrated History, Capital Transport, 2006, ISBN 1-85414-292-5.
  • Douglas Rose, The London Underground: A Diagrammatic History, Capital Transport, 2005, ISBN 1-85414-219-4.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica