Stefan III Branković

despota di Serbia, venerato come santo dalla Chiesa ortodossa serba
Stefan Branković
Stefan Branković, Esphigmenou charter (1429).jpg
Stefan Branković raffigurato in un'illustrazione del 1429
Despota di Serbia
Stemma
In carica 20 febbraio 1458 –
21 marzo 1459
Predecessore Lazar Branković
Successore Stjepan Tomašević
Nome completo Стефан Бранковић (Stefan Branković)
Nascita Belgrado, 1417 circa
Morte Belgrado di Varmo, 9 ottobre 1476
Dinastia Branković
Padre Lazar Branković
Madre Irene Cantacuzena
Consorte Angelina Arianit Komneni
Figli Jovan
Đorđe
Irene
Maria
Milica
Religione Chiesa ortodossa serba
Santo Stefano Branković
MorteBelgrado di Varmo, 9 ottobre 1476
Venerato daChiesa ortodossa serba

Stefan IV Branković (... – Belgrado di Varmo, 9 ottobre 1476) è stato per un breve periodo signore della Serbia, o Rascia, come era chiamata allora. È venerato come santo dalla Chiesa ortodossa serba.

BiografiaModifica

Figlio del re di Serbia Đurađ Branković e fratello minore di Lazar II Branković, pare fosse cieco e perciò rimase escluso dalla linea di successione fino a quando tutti i suoi parenti maschi non furono morti.

Fu incoronato despota di Serbia dopo la morte di Lazar. L'8 aprile 1458 il Re d'Ungheria Mattia I e il re di Bosnia Stefano Tommaso lo detronizzarono e incoronarono il figlio di quest'ultimo, Stefano Tomašević.

Quando la Serbia fu conquistata dagli Ottomani il figlio di Stefano, Jovan di Rascia, condusse i rifugiati serbi nel sud del Paese. Lì fu riconosciuto come Principe dei Serbi.

DiscendenzaModifica

Stefan e Angelina Arianit Komneni ebbero cinque figli:

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica