Stefania di Foix

Nobile francese

Stefania di Foix, Etiennette in francese, Estefania in catalano, in spagnolo, in galiziano, in aragonese e in portoghese e Stephanie in basco (1010 circa – dopo il 1066), fu una nobile francese vissuta nell'XI secolo, che fu regina consorte di Pamplona dal 1038 al 1054.

Stefania di Foix
SantaMaríaLaRealDeNájera20100101223933SAM 2696.jpg
Statua di Stefania
Regina consorte di Navarra
In carica1038 –
1054
PredecessoreMunia di Castiglia
SuccessorePlacencia
Nome completoStefania di Foix
Nascitaseconda decade secolo XI
Morte1066 circa
Luogo di sepolturaSanta María la Real, Nájera, La Rioja
PadreBernardo Ruggero I di Foix
MadreGarsenda di Bigorre
Consorte diNobile di cui non si conoscono le generalità
García III Sánchez di Navarra
FigliCostanza, di primo letto
Sancho IV Garcés
Ramiro Garcés,
Ferdinando Garcés
Raimondo Garcés
Ermessinda Garcés
Major Garcés
Urraca Garcés
Jimena Garcés
Sancha Garcés, di secondo letto
ReligioneCattolicesimo

OrigineModifica

Stefania era figlia del conte di Carcassonne e di Couserans, primo conte di Foix e poi conte di Bigorre, Bernardo Ruggero, come ci viene confermato dal documento n° XXXVII dei Documents de la Histoire du Comté et de la Vicomté de Carcassonne[1], e della contessa di Bigorre, Garsenda, come ci viene confermato dal documento n° XXXVIII dei Documents de la Histoire du Comté et de la Vicomté de Carcassonne[2], che, secondo La Vasconie. Tables Généalogiques, era l'unica figlia del conte di Bigorre, Garcia Arnaldo e della moglie, Riccarda[3], figlia del visconte di Astarac, Garcia Arnaldo[4].
Bernardo Ruggero di Foix era il secondo figlio maschio del conte di Carcassonne e di Couserans, Ruggero I (930/40- dopo aprile 1011) e di Adele di Pons († dopo aprile 1011), come ci viene confermato dal documento n° 134 delle Preuves de l'Histoire Générale de Languedoc, Tome V inerente ad una donazione in cui viene citato coi genitori[5].

BiografiaModifica

Verso il 1030, Stefania contrasse un primo matrimonio con una persona di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti. Lo storico Jaime de Salazar y Acha suppone fosse un figlio di Bernardo I, conte de Besalú (che aveva una sorella di nome Constanza). Questo matrimonio portò alla nascita di una figlia di nome Costanza e terminò non si sa se per vedovanza o per divorzio[6], prima del 1038[7].

Nel 1038, secondo la Cronaca piniatense[8], Stefania sposò a Barcellona, in seconde nozze, García III Sánchez, figlio primogenito di Sancho III Garcés il Grande, re di Pamplona, conte d'Aragona, conte di Sobrarbe e Ribagorza, conte di Castiglia, e di Munia, figlia del conte di Castiglia Sancho Garcés e di Urraca Gomez[7]. Due anni prima la sorella, Gilberga di Foix, aveva sposato il fratellastro di García, il re d'Aragona, Ramiro I.

Perse il titolo di regina consorte alla morte del marito, avvenuta durante la battaglia di Atapuerca contro i castigliani il 1º settembre 1054. Il loro figlio Sancho IV Garcés divenne quindi re di Pamplona. Avendo solo quattordici anni, Stefania fu nominata reggente e resse il governo fino a che il figlio raggiunse la maggiore età.

Si presume che Stefania sia morta nel 1066, in quanto ha lasciato un testamento nel giugno di quell'anno[7][9].

FigliModifica

Stefania diede una figlia al primo marito[10][11][12]:

  • Costanza (ca. 1035-dopo il 1077), che fu fidanzata con l'erede al trono di Castiglia, Sancho, senza arrivare al matrimonio, mentre sposò, nel dicembre del 1057, il figlio illegittimo del suo patrigno, Garcìa III, Sancho Garcés, signore di Uncastillo e Sangüesa, avo del futuro re di Pamplona García Ramirez.

Stefania diede otto o forse nove figli a García III:

  • Sancho IV Garcés (1039-1076), re di Navarra
  • Ramiro di Navarra (?-ucciso a Rueda de Jalón, vicino a Saragozza, il 6 gennaio 1083), signore di Calahorra. Fu trucidato dai difensori musulmani del castello di Rueda de Jalón, in cui era entrato, assieme al conte Gonzalo Salvadórez, in rappresentanza del re di León e Castiglia, Alfonso VI
  • Ferdinando di Navarra (?-1068), signore di Bucesta, sposò Nuña Iñiguez, figlia di Iñigo López, conte di Soberano di Vizcaya e di sua moglie Toda Fortúnez
  • Raimondo di Navarra (?-dopo il 1079), detto il Fratricida, signore di Murillo e Cameros. Secondo il codice di Roda[13], nel 1076, uccise con l'inganno il fratello, il re di Pamplona, Sancho IV Garcés[14]. Il suo nome compare per l'ultima volta in un documento del 1079. Poi andò in esilio a Saragozza
  • Ermessinda di Navarra (?-dopo il 1110), che, nel 1076, dopo l'assassinio del fratello, Sancho IV, a cui aveva partecipato[14], si rifugiò presso il re di León e Castiglia, Alfonso VI; in quello stesso anno sposò Fortunato Sanchez, signore di Yarnoz
  • Major di Navarra (?-dopo il 1115), che sposò il Conte di Mâcon Guido II
  • Urraca di Navarra (?-dopo il 1089, l'ultimo documento in cui viene citata), che sposò, nel 1076, il conte García Ordóñez, ucciso nella battaglia di Uclés (1108)
  • Jimena di Navarra (?-dopo il 1085), che compare in alcune donazioni della famiglia reale di Pamplon.
  • Sancha di Navarra (?-ca. 1066), non è nominata nel testamento della madre Stefania, di quello stesso anno, forse perché già morta.
Contea di Foix
 

Bernardo Ruggero
Ruggero I
Pietro I Bernardo
Figli
Ruggero II
Figli
Ruggero III
Figli
Ruggero Bernardo I
Figli
Raimondo Ruggero
Figli
Ruggero Bernardo II
Figli
Ruggero IV
Figli
Ruggero Bernardo III
Figli
  • Gastone I
  • Costanza
  • Marta
  • Margherita
  • Brunissenda
Modifica

NoteModifica

  1. ^ (FR) Histoire du Comté et de la Vicomté de Carcassonne, doc. XXXVII, pagg. 46 - 48
  2. ^ (FR) Histoire du Comté et de la Vicomté de Carcassonne, doc. XXXVIII, pagg. 48 e 49
  3. ^ (FR) LA VASCONIE. TABLES GÉNÉALOGIQUES, pagg. 368 e 369
  4. ^ (FR) La Vasconie. Tables Généalogiques, pag. 368
  5. ^ (LA) Histoire Générale de Languedoc, Tome V, Preuves, doc. n° 134, colonne 293 e 294
  6. ^ Salazar y Acha propende per la vedovanza.
  7. ^ a b c (EN) Dinastie nobiliari di Tolosa
  8. ^ La Cronaca piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno di Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona)
  9. ^ (EN) Casato di Foix-genealogy
  10. ^ (EN) Dinastie reali di Navarra
  11. ^ (DE) Sancho III Garcés genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  12. ^ (EN) Casato di Navarra-genealogy
  13. ^ Il Roda Codex, compilato nel X secolo con qualche aggiunta dell'XI secolo, si occupa della storia e delle genealogie del periodo alto-medioevale della zona a cavallo dei Pirenei, quindi soprattutto regno di Navarra e Marca di Spagna.
  14. ^ a b Durante una partita di caccia, aiutato dalla sorella Ermessinda, Raimondo fece precipitare da una roccia il fratello, Sancho IV Garcés, re di Pamplona

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica