Apri il menu principale

Stefano Bordon

rugbista a 15 e allenatore di rugby italiano
Stefano Bordon
Rugby Benetton Treviso - Rovigo finale scudetto 1989.jpg
Bordon (a destra) durante la finale-scudetto del 1988-89
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 95 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Tre quarti centro
Ritirato 2003
Carriera
Attività di club¹
1985-1995 Rovigo
1995-1996 Piacenza 14 (0)
1997-1998 Tolone 2 (0)
1998-2000 Rovigo
2000-2003 CUS Verona
Attività da giocatore internazionale
1990-1997 Italia Italia 29 (5)
Attività da allenatore
2003-2004 CUS Verona
2004-2005 Modena
2005-2006 Colorno
2005-2007 Italia A
2006-2007 Amatori Alghero
2007-2009 Rugby Roma
2009-2010 Amatori Alghero
2010-2012 Badia
2012-2013 Crociati
2014-2016 CUS Genova
2017 Perugia
Palmarès internazionale
Vincitore Coppa FIRA 1995-1997

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 16 gennaio 2018

Stefano Bordon (Rovigo, 2 febbraio 1968) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 italiano, già tre quarti centro del Rovigo per 12 stagioni, e campione d'Europa con la Nazionale italiana.

BiografiaModifica

Da sempre nel rugby (iniziò a giocare all'età di 8 anni[1]) e cresciuto nel Rovigo, club nel quale militò fino al 2000 a parte una parentesi al Tolone, in Francia, Bordon vinse con il club rossoblu due campionati, nel 1988 e nel 1990. Messosi in luce a livello nazionale, fu convocato da Bertrand Fourcade nella selezione azzurra, nella quale esordì nel 1990 alle qualificazioni alla Coppa del Mondo di rugby 1991 contro la Romania.

Oltre a vantare la partecipazione alle Coppe del Mondo del 1991 nel Regno Unito e del 1995 in Sudafrica, Bordon fece parte della Nazionale che ottenne i risultati più prestigiosi dell'epoca immediatamente precedente all'ingresso dell'Italia nel Sei Nazioni: fu presente in due vittorie contro l'Irlanda e, soprattutto, la conquista della Coppa FIRA 1995-97 a Grenoble, nella finale vinta contro la Francia per 40-32. Quella di Grenoble fu anche l'ultima presenza internazionale di Bordon, che successivamente, nel 2000, lasciò Rovigo per giocare tre stagioni nel CUS Verona.

 
Bordon in placcaggio su Jonah Lomu durante un test match tra Italia e Nuova Zelanda a Bologna nel 1995

Smessa l'attività nel 2003, nella stagione successiva iniziò ad allenare, partendo proprio dal club veronese che lo vide giocatore per l'ultima volta; nel 2004 al Colorno e nel 2005 al Modena, nel 2006 firmò un biennale con l'Amatori Alghero; dopo solo una stagione, peraltro conclusa al quarto posto e l'ingresso in serie A, Bordon lasciò il club sardo per trasferirsi al Rugby Roma, sempre in serie A; alla fine della stagione 2007-08 la squadra fu promossa nel Super 10; a metà stagione, nel gennaio 2009, il club romano annunciò l'esonero del tecnico[2]; le motivazioni addotte per l'esonero spinsero Bordon a emettere un comunicato di preannuncio di azione legale nei confronti della Rugby Roma[3]. Nel successivo arbitrato federale, la cui sentenza fu emessa nel marzo 2010, a Bordon fu riconosciuta la legittimità del suo operato e il club fu condannato a rifondergli un risarcimento danni di 87 000 euro[4].

Dopo l'esonero Bordon fu ingaggiato come consulente tecnico di SPQRugby, consorzio con sede a Roma propostosi come franchigia per il centro-sud Italia per la Celtic League, dopo che il consiglio direttivo di quest'ultima aveva deciso l'allargamento del torneo a due compagini italiane[5]. Di nuovo all'Amatori Alghero in serie A/2 nel luglio 2009[6], la seconda esperienza in Sardegna terminò a gennaio 2010[7] dopo i risultati non soddisfacenti ottenuti dalla squadra.

Nel dicembre 2010 Bordon assunse la guida del Badia, formazione del rodigino che militava in serie A1[8]; dopo una salvezza ottenuta alla fine della prima stagione e un quarto posto in quella successiva, la società e l'allenatore decisero di separare le loro strade.

A dicembre 2012 fu chiamato a sostituire Francesco Mazzariol alla guida dei Crociati di Parma ultimi in classifica di Eccellenza[9]; al termine della stagione la squadra si salvò dopo avere vinto uno spareggio contro L’Aquila, giunta a pari punti dei parmigiani[10].

A febbraio 2014 assunse la guida del CUS Genova che lo ingaggiò a metà stagione con l'obiettivo di portare la squadra, ultima in classifica di A2, almeno agli spareggi-salvezza[11], compito portato a termine a fine stagione vincendo il play-out contro il Romagna[12]. Dopo un'ulteriore stagione, Bordon si dimise alla fine del campionato 2015-16[13].

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Alessandro Fusco, Lazio 1927 — Rugby Roma, parlano i coach, su alessandrofusco.com, 9 maggio 2008. URL consultato il 2 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2008).
  2. ^ Caso Bordon, duro comunicato della Rugby Roma, su alessandrofusco.com, 20 gennaio 2009. URL consultato il 10 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2009).
  3. ^ Stefano Bordon risponde alla Rugby Roma, su alessandrofusco.com, 21 gennaio 2009. URL consultato il 10 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2015).
  4. ^ La Rugby Roma deve pagare Bordon, Associazione italiana rugbysti, 31 marzo 2010. URL consultato il 22 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ Alberto Gambato, Da Rovigo un esposto alla procura della FIR, in Rovigo Oggi, 6 agosto 2009. URL consultato il 22 aprile 2010.
  6. ^ Rugby, l’Amatori riparte da Bordon, in Alguer.it, 5 settembre 2009. URL consultato il 5 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2009).
  7. ^ Antonio Burruni, Rugby: salta la panchina di Bordon, in Alguer.it, 19 gennaio 2010. URL consultato il 22 aprile 2010.
  8. ^ Stefano Bordon è il nuovo allenatore della Zhermack Rugby Badia Polesine [collegamento interrotto], in il Gazzettino, 23 dicembre 2010. URL consultato il 2 febbraio 2011.
  9. ^ Giorgio Achilli, Prima del 9 febbraio c’è da battere il Reggio, in Rovigo Oggi, 30 dicembre 2012. URL consultato il 22 luglio 2013.
  10. ^ L’Aquila Rugby va ko nello spareggio. È retrocessione, in il Centro, 11 maggio 2013. URL consultato il 22 luglio 2013.
  11. ^ Stefano Bordon nuovo allenatore del Cus Genova, in Primo Canale, 20 febbraio 2014. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2015).
  12. ^ Bordon salva il Genova, ma è squalificato 11 mesi, in il Gazzettino, 31 maggio 2014. URL consultato il 16 settembre 2015.
  13. ^ Rugby, svolta in panchina per il Cus Genova: Bordon lascia, in Liguria Notizie, 31 maggio 2016. URL consultato il 6 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2017).

Collegamenti esterniModifica