Apri il menu principale

Stefano Morrone

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Stefano Morrone
Stefano Morrone.jpg
Stefano Morrone con la tuta del Parma all'uscita dello Stadio Partenio di Avellino
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 22 luglio 2015 - giocatore
Carriera
Giovanili
Cosenza
Squadre di club1
1996-1998 Cosenza 27 (2)
1998-1999 Empoli 24 (0)
1999 Lazio 0 (0)
1999-2001 Piacenza 32 (0)
2001-2002 Venezia 18 (1)
2002 Cosenza 14 (0)
2002-2003 Palermo 35 (5)
2003-2004 Chievo 20 (0)
2004-2005 Palermo 23 (0)
2005-2007 Livorno 72 (7)
2007-2013 Parma 169 (9)
2013-2014 Latina 33 (3)[1]
2014-2015 Pisa 23 (4)
Nazionale
1998-2000 Italia Italia U-21 9 (0)
Carriera da allenatore
2015-2016ParmaAllievi
2016-2017ParmaBerretti
2016ParmaAd interim
2017-2018SassuoloBerretti
2018-2019SassuoloPrimavera
2019BresciaVice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 dicembre 2019

Stefano Morrone (Cosenza, 26 ottobre 1978) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

IniziModifica

Comincia la sua carriera calcistica nella squadra della sua città, il Cosenza, che lo fa debuttare in Serie B nella stagione 1996-1997. Con i calabresi disputa, nella stagione successiva, un campionato di Serie C1 terminato con il ritorno in Serie B. Rimasto in rosa anche l'anno dopo, ad ottobre viene ingaggiato dall'Empoli (in compartecipazione con la Lazio)[2] ed esordisce in Serie A il 1º novembre 1998 in Empoli-Perugia (2-0). Con la maglia toscana disputa 24 partite nella stagione conclusa con la retrocessione in Serie B, e al termine del campionato viene riscattato dalla Lazio, che lo gira al Piacenza nell'affare che porta Simone Inzaghi ai biancocelesti[3]. In Emilia viene impiegato come alternativa a Paolo Cristallini e Alessandro Mazzola[4], e il campionato si conclude con una nuova retrocessione tra i cadetti. Rimane al Piacenza fino al gennaio 2001, quando viene ceduto al Venezia in cambio di Salvatore Miceli[5][6], e con i lagunari ottiene la promozione in Serie A. In seguito fa ritorno per una stagione al Cosenza dove conquista, sotto la guida del tecnico Luigi De Rosa, la permanenza in Serie B.

Palermo, ChievoVerona e LivornoModifica

Nella stagione 2002-2003 gioca nella serie cadetta con il Palermo, dove colleziona 35 presenze e 5 reti.

Non rimane in Sicilia nell'annata successiva che porta alla promozione in Serie A, poiché si trasferisce in prestito per un anno al ChievoVerona, nell'ambito della trattativa che porta Eugenio Corini in Sicilia.[7] Con i veronesi disputa 20 partite in Serie A.

Nella stagione 2004-2005 ritorna al Palermo, giocando 23 partite nella massima serie conclusa al sesto posto con la prima qualificazione in Coppa UEFA della storia della squadra; in quasi tutte le partite viene sostituito o subentra a gara in corso.

In vista della stagione 2005-2006 viene ingaggiato dal Livorno in Serie A, di cui fa parte dell'undici titolare sia con Roberto Donadoni che con Carlo Mazzone. Resta in amaranto per due stagioni, nella seconda delle quali esordisce nelle coppe europee.

Parma, Latina e PisaModifica

Il 12 luglio 2007 viene acquistato dal Parma del presidente Tommaso Ghirardi. Durante la stagione realizza 3 gol, di cui uno con un tiro al volo di destro dal limite dell'area nella partita contro il Torino terminata 4-4,[8] e ha anche siglato un'autorete contro la Juventus, deviando di testa un traversone di Tiago.[9] La stagione in gialloblù termina con la retrocessione in Serie B. Per il Parma è il ritorno tra i cadetti dopo diciotto campionati consecutivi disputati nella massima serie, e Morrone resta anche in Serie B. La squadra ottiene poi un'immediata promozione ed è capitanata proprio da Morrone che eredita la fascia da Cristiano Lucarelli.[10]

Al termine della stagione 2012-2013, trascorsa quasi sempre in panchina, il 19 agosto 2013 si trasferisce con la formula del prestito al Latina, neopromosso in Serie B.[11] Esordisce il 24 agosto 2013 segnando il gol della bandiera nella partita persa in trasferta contro l'Empoli per 3-1.

Il 14 luglio 2014 si trasferisce al Pisa.[12] Il 23 marzo 2015 chiede la rescissione del contratto.[13], chiudendo la carriera agonistica con all'attivo 301 presenze e 13 reti in Serie A e 149 presenze e 13 reti in Serie B.[14]

NazionaleModifica

Conta nove presenze in Under-21, dove esordisce il 9 febbraio 1999 nella gara Italia-Turchia (1-1).

Nel 2000 venne inserito nella lista delle riserve ai Giochi olimpici del 2000 di Sydney, ma non fu mai chiamato a sostituire alcuno per cui non prese parte alla competizione[15].

Il 16 agosto 2006 fa parte della rosa della Nazionale maggiore in occasione dell'amichevole contro la Croazia persa 2-0, senza scendere in campo.[16]

AllenatoreModifica

A seguito della risoluzione anticipata del contratto con il Pisa, decide di frequentare il Corso di Coverciano e consegue il patentino da allenatore (Uefa B)[17].

Il 30 luglio 2015 diviene allenatore degli Allievi del nuovo Parma di Nevio Scala che riparte dalla Serie D dopo il fallimento[18]. L'anno dopo passa alla guida della formazione Berretti. Nel novembre 2016 diventa allenatore ad interim della prima squadra dopo l'esonero di Luigi Apolloni[19], guidandola per due giornate ottenendo una sconfitta contro l'Ancona e un pareggio contro il Bassano Virtus.

Nell'estate 2017 lascia i ducali e si trasferisce al Sassuolo, sempre come allenatore della squadra Berretti[20]. Il 2 agosto viene ammesso al corso da “Allenatore Professionista di 1ª categoria - UEFA PRO” che si svolge a Coverciano da settembre [21] e il 3 ottobre 2018 ottiene l'abilitazione.[22] Nel frattempo è passato ad allenare la Primavera.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 9 marzo 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1996-1997   Cosenza B 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
1997-1998 C1 19 1 CI+CI-C 2+0 - - - - - - - 21 1
1998-gen. 1999 B 7 1 CI 4 0 - - - - - - 11 1
gen.-giu. 1999   Empoli A 24 0 CI - - - - - - - - 24 0
1999-2000   Piacenza A 23 0 CI 4 0 - - - - - - 27 0
2000-gen. 2001 B 9 0 CI 2 0 - - - - - - 11 0
Totale Piacenza 32 0 6 0 - - - - 38 0
gen.-giu. 2001   Venezia B 13 1 CI - - - - - - - - 13 1
2001-gen. 2002 A 5 0 CI 0 0 - - - - - - 5 0
Totale Venezia 18 1 0 0 - - - - 18 1
gen.-giu. 2002   Cosenza B 14 0 CI - - - - - - - - 14 0
Totale Cosenza 41 2 6 0 - - - - 47 2
2002-2003   Palermo B 35 5 CI 3 0 - - - - - - 38 5
2003-2004   Chievo A 20 0 CI 1 0 - - - - - - 21 0
2004-2005   Palermo A 23 0 CI 4 0 - - - - - - 27 0
Totale Palermo 58 5 7 0 - - - - 65 5
2005-2006   Livorno A 35 6 CI 3 1 - - - - - - 48 7
2006-2007 A 37 1 CI 2 0 CU 8 0 - - - 47 1
Totale Livorno 72 7 5 1 8 0 85 8
2007-2008   Parma A 36 3 CI 1 0 - - - - - - 37 4
2008-2009 B 35 3 CI 2 1 - - - - - - 37 4
2009-2010 A 31 1 CI 0 0 - - - - - - 31 1
2010-2011 A 34 1 CI 2 0 - - - - - - 36 1
2011-2012 A 30 1 CI 1 0 - - - - - - 31 1
2012-2013 A 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
Totale Parma 169 9 6 1 - - - - 175 10
2013-2014   Latina B 33+2[23] 3 CI - - - - - - - - 35 3
2014-2015   Pisa LP 23 4 CI+CI-LP 3+0 0 - - - - - - 26 4
Totale carriera 490+2 32 34 2 8 0 - - 534 34

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Cosenza: 1997-1998

NoteModifica

  1. ^ 35 (3) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Maini dice sì al Bologna, Il Corriere della Sera, 23 ottobre 1998, pag.44
  3. ^ Garilli contro gli sperperi del calcio Archiviato il 2 marzo 2012 in Internet Archive. Raisport.rai.it
  4. ^ Rosa 1999-2000 Storiapiacenza1919.it
  5. ^ Rosa 2000-2001 Storiapiacenza1919.it
  6. ^ A caccia di punte verdeoro[collegamento interrotto] Quotidiano.net
  7. ^ Luigi Tripisciano, Album rosanero, Palermo, Flaccovio Editore, giugno 2004, p. 91, ISBN 88-7804-260-9.
  8. ^ Il Torino recupera tre gol. Con il Parma finisce 4-4 Repubblica.it
  9. ^ Juve ok, la Champions a un passo travolgendo un Parma distratto Repubblica.it
  10. ^ Parma-Grosseto 4-1 / Il tabellino Archiviato il 7 aprile 2014 in Internet Archive. Fcparma.it
  11. ^ Stefano Morrone è del Latina Archiviato il 25 marzo 2014 in Internet Archive. Uslatinacalcio.it
  12. ^ Mercato: il Pisa ingaggia Morrone e Frediani Archiviato il 28 gennaio 2015 in Internet Archive. Pisachannel.tv
  13. ^ Il Tirreno, Pisa, ora è ufficiale: Pillon si è dimesso, Morrone rescinde il contratto, su iltirreno.gelocal.it.
  14. ^ Scheda su carrierecalciatori.it
  15. ^ (EN) Olympic football tournement 2000 - National squads Linguasport.com
  16. ^ Non va la nuova Italia di Donadoni. La Croazia è più avanti: 0-2 a Livorno Repubblica.it
  17. ^ Marco Ferri - Morrone: "Latina, ti risceglierei a occhi chiusi" TuttoLatina.com, 21-06-2015.
  18. ^ Parma Calcio 1913: ecco i responsabili delle Giovanili, su gazzettadiparma.it. URL consultato il 31 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2015).
  19. ^ Sollevati dagli incarichi Minotti, Galassi ed Apolloni. Nevio Scala lascia la presidenza. La prima squadra affidata temporaneamente a Morrone. Domani alle 11 a Collecchio conferenza del Vice Presidente Ferrari Parmacalcio1913.com
  20. ^ Morrone allenerà la Berretti del Sassuolo Gazzettadiparma.it
  21. ^ Corso per "Allenatori Professionisti Uefa Pro", su entella.it. URL consultato il 19 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  22. ^ Ufficializzati i nuovi allenatori professionisti di prima categoria
  23. ^ Play-off.

Collegamenti esterniModifica