Stile libero

stile utilizzato nelle competizioni del nuoto
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Stile libero (disambigua).

Lo stile libero è uno stile utilizzato nelle competizioni del nuoto.

Una bracciata a crawl, usato nello stile libero

Descrizione del movimentoModifica

Il regolamento non pone restrizioni alla tipologia dell'azione che i nuotatori intraprendono, rispettando solamente alcune regole generali:

  • Per eseguire la virata, è sufficiente che l'atleta tocchi il bordo (parete) con i piedi;
  • Nelle gare a stile misto (100-200-400 metri individuali e 4×50-4×100 metri a staffetta) l'atleta, nella frazione a stile libero, non può utilizzare uno stile già svolto.
  • Durante tutta la durata della gara l'atleta deve "rompere la superficie dell'acqua", ovvero una parte del corpo del nuotatore deve sempre emergere; l'unica eccezione a questa regola è la virata, durante la quale è possibile stare in immersione per non più di 15 metri[1].
  • Nelle gare a stile libero o nelle frazioni a stile libero di gare miste non si viene squalificati se si rimane fermi in piedi sul fondo della vasca, purché non si cammini[2].

Quello che nell'immaginario comune erroneamente si ritiene essere e si denomina come lo "stile libero" in realtà è il crawl, che consiste in un movimento pressoché alternato delle braccia accompagnato da una propulsione continua degli arti inferiori (di norma si fanno 3 movimenti delle braccia prima di respirare, mentre gli arti inferiori sono sempre in movimento), effettuato in posizione orizzontale sull'acqua e con il viso rivolto verso il basso guardando il pavimento della vasca della piscina. In realtà, nelle gare di stile libero la scelta di quale stile utilizzare è completamente a discrezione del nuotatore, anche se essendo il crawl lo stile più propulsivo al minor costo energetico praticamente è l'unico usato in questo tipo di gara.

Oltre al crawl, nel passato per le prove a stile libero veniva adottato lo stile overarm o trudgen.

Il nuotatore che pratica lo stile libero è detto "stilliberista".[3]

NoteModifica

  1. ^ Regolamento tecnico nuoto NU 5 http://www.federnuoto.it/pdf/n_reg_tec_2009-2012.pdf Archiviato il 21 settembre 2011 in Internet Archive.
  2. ^ Regolamento tecnico nuoto NU 10.4 http://www.federnuoto.it/pdf/n_reg_tec_2009-2012.pdf Archiviato il 21 settembre 2011 in Internet Archive.
  3. ^ Stilliberista, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato l'8 agosto 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Nuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nuoto