Apri il menu principale
Stile libero
PaeseItalia
Anno2012-2013
Generetalk show, commedia
Durata2 ore
Crediti
ConduttoreMarco Santin, Giorgio Gherarducci e Flavia Cercato
Emittente radiofonicaR101

Stile libero è stata una trasmissione radiofonica, condotta da Marco Santin, Giorgio Gherarducci e Flavia Cercato su R101, dal 2005 emittente della Monradio.

Era in onda dalle 13 alle 15, dal lunedì al venerdì e accompagnava il suo pubblico con intrattenimento leggero.

Marco Santin, Giorgio Gherarducci sono due dei tre componenti della Gialappa's Band, mentre Flavia Cercato è una loro storica inviata che all'interno di Stile libero aveva il compito di "riportare in riga" i due uomini.

La tassa sul turpiloquioModifica

Nasce come un programma elegante[non chiaro], privo di volgarità ed eccessi. Gli stessi conduttori, scivolando alcune volte in un linguaggio non elegantissimo[non chiaro], hanno deciso di mettere la tassa sul turpiloquio da adottare su loro stessi ma anche sugli ospiti. L'ammontare simbolico della tassa è di due euro ogni parolaccia detta.[1] Con il ricavato della tassa nella prima stagione fu pagata una vacanza ad un ascoltatore. Nella seconda stagione il ricavato è servito per pagare le multe degli ascoltatori.[senza fonte]

We Are the MaffonsModifica

We Are the Maffons è una versione parodia del brano We Are the World. Il brano è realizzato per l'iniziativa lanciata da R101 Stile libero "Maffoni & Lontani Conoscents" la cui anteprima è stata lanciata il 21 maggio 2012. Si tratta di un'iniziativa a cui hanno aderito grandi artisti del panorama musicale quali Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi, Noemi, Paola Turci, Paola & Chiara, gli Afterhours, Paolo Bruni dei Negrita e Adriano Pappalardo; si rivolgono tutti a Riccardo Maffoni, salutandolo ed invitandolo a non mollare.[2] Questo potrebbe essere il primo di una serie esperimenti lanciati dal programma[3]. Il fenomeno "We Are the Maffons" nasce da un intervento di Dolcenera su R101 nel quale cita Riccardo Maffoni dicendo che quest'ultimo non era stato selezionato da Pippo Baudo per Sanremo[3], ma "We are the Maffons" nasce anche mediante una rivisitazione fatta da un radioascoltatore che ha riletto We Are the World, la versione così rivisitata è piaciuta ai conduttori di Stile libero che hanno chiesto agli artisti su citati di cantarla[3].

NoteModifica

  1. ^ Stile libero, su stilelibero.r101.it (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2012).
  2. ^ Il progetto We Are the Maffons, su r101.it. URL consultato il 6 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2015).
  3. ^ a b c La Gialappa’s rilancia uno "scarto" di Baudo, su ilvostro.it.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Radio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di radio