Stitches

singolo di Shawn Mendes del 2015
Stitches
Stitches (Shawn Mendes).png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaShawn Mendes
Tipo albumSingolo
Pubblicazione5 maggio 2015
Durata3:26
Album di provenienzaHandwritten
GenerePop[1]
EtichettaIsland Records
ProduttoreDaylight, Teddy Geiger, Danny Parker
RegistrazioneNightBird Recording Studios, West Hollywood (Los Angeles)
FormatiDownload digitale, streaming
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia (7)[2]
(vendite: 490 000+)
Belgio Belgio[3]
(vendite: 30 000+)
Canada Canada (7)[4]
(vendite: 560 000+)
Danimarca Danimarca (3)[5]
(vendite: 78 000+)
Germania Germania[6]
(vendite: 400 000+)
Italia Italia (5)[7]
(vendite: 250 000+)
Messico Messico (4)[8]
(vendite: 270 000+)
Norvegia Norvegia (4)[9]
(vendite: 160 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[10]
(vendite: 30 000+)
Polonia Polonia (4)[11]
(vendite: 80 000+)
Portogallo Portogallo (2)[12]
(vendite: 20 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[13]
(vendite: 1 800 000+)
Spagna Spagna (2)[14]
(vendite: 80 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (7)[15]
(vendite: 7 000 000+)
Svezia Svezia (10)[16]
(vendite: 800 000+)
Shawn Mendes - cronologia
Singolo precedente
(2014)

Stitches è un singolo del cantante canadese Shawn Mendes, pubblicato il 5 maggio 2015 come terzo estratto dal primo album in studio Handwritten.[17]

DescrizioneModifica

Seconda traccia del disco, Stitches, descritta dal New York Times come un pezzo pop,[1] è stata scritta e prodotta da Daniel Parker, Teddy Geiger e Daniel Kyriakides.

PromozioneModifica

Mendes ha eseguito il brano per la prima volta in televisione al Good Morning America il 17 aprile 2015.[18] Il 29 aprile 2015 l'ha eseguito all'Ellen DeGeneres Show e al Conan.[19][20] Ha poi cantato il brano in diverse cerimonie di premiazione, come i MuchMusic Video Award,[21] i People's Choice Award e i Billboard Music Award.[22][23]

Video musicaleModifica

Un primo video musicale, diretto da Jon Jon Augustavo, è stato reso disponibile il 18 marzo 2015.[24] Una seconda clip è stata presentata il 24 giugno 2015.[25]

TracceModifica

Download digitale – SeeB Remix
  1. Stitches (SeeB Remix) – 2:47

FormazioneModifica

Musicisti
Produzione
  • Daylight – produzione, produzione vocale
  • Teddy Geiger – produzione, ingegneria del suono
  • Danny Parker – produzione
  • Daniel Kyriakides – ingegneria del suono
  • Myke Gaydusek – ingegneria vocale
  • Tony Maserati – missaggio
  • Tyler Scott – assistenza al missaggio

Successo commercialeModifica

Dopo essere salita dall'8º al 5º posto ad ottobre 2015, Stitches è divenuta la prima top five di Mendes nella Billboard Hot 100, grazie a 84 000 copie digitali, 98 milioni di ascoltatori radiofonici e 10,4 milioni di stream.[26] Ad aprile 2016 ha venduto 2,3 milioni di download digitali in suolo statunitense.[27]

Nella Official Singles Chart britannica il brano è riuscito a spodestare Love Yourself di Justin Bieber dalla vetta con un margine di 1 500 unità, divenendo la sua prima entrata ad eseguire tale traguardo.[28]

ClassificheModifica

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2015) Posizione
Australia[41] 56
Canada[42] 27
Italia[43] 80
Paesi Bassi[44] 58
Spagna[45] 92
Stati Uniti[46] 36
Svezia[47] 14
Ungheria[48] 36
Classifica (2016) Posizione
Australia[49] 43
Austria[50] 42
Belgio (Fiandre)[51] 66
Belgio (Vallonia)[52] 83
Croazia[31] 31
Danimarca[53] 35
Francia[54] 126
Germania[55] 35
Italia[56] 22
Nuova Zelanda[57] 48
Paesi Bassi[58] 31
Regno Unito[59] 11
Russia[60] 30
Slovenia[61] 24
Stati Uniti[62] 23
Spagna[63] 42
Svezia[64] 60
Svizzera[65] 27
Ucraina[66] 107
Ungheria[67] 38

Classifiche di fine decennioModifica

Classifica (2010-19) Posizione
Regno Unito[68] 48

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Jon Pareles, Ben Ratliff, Jon Caramanica, Nate Chinen, The Best Songs of 2015, su The New York Times, 15 dicembre 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  2. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2019 Singles, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2020).
  3. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - singles 2016, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) Stitches – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 15 marzo 2020.
  5. ^ (DA) Stitches, su IFPI Danmark. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  6. ^ (DE) Shawn Mendes - Stitches – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  7. ^ Stitches (certificazione), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  8. ^ (ES) Certificaciones, su amprofon.com.mx, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 6 febbraio 2021. Digitare "Stitches" in "Título".
  9. ^ (NO) Troféoversikt - 2016, su IFPI Norge. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  10. ^ (EN) Official Top 40 Singles - 04 April 2016, su nztop40.co.nz, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  11. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, su Związek Producentów Audio-Video. URL consultato l'11 agosto 2021.
  12. ^ (PT) TOP AFP/AUDIOGEST - Semanas 01 a 26 de 2020 - De 27/12/2019 a 25/06/2020 (PDF), su audiogest.pt, Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 6 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2020).
  13. ^ (EN) Stitches, su British Phonographic Industry. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  14. ^ (EN) Shawn Mendes - Stitches, su elportaldemusica.es, El Portal de Música. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  15. ^ (EN) Shawn Mendes - Stitches – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 25 agosto 2019.
  16. ^ (SV) Shawn Mendes – Sverigetopplistan, su Sverigetopplistan. URL consultato il 28 maggio 2021.
  17. ^ (EN) Top 40/M Future Releases, su allaccess.com, All Access. URL consultato il 6 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2015).
  18. ^ (EN) Bianca Gracie, Shawn Mendes Performs "Stitches" On 'Good Morning America': Watch, su idolator.com, Idolator, 17 aprile 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  19. ^ (EN) Shawn Mendes Surprises a Fan on 'Ellen' (Video), su justjaredjr.com, Just Jared Jr., 1º maggio 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  20. ^ (EN) Robbie Daw, Shawn Mendes Leaves 'Conan' In "Stitches": Watch The Live Performance, su idolator.com, Idolator, 30 aprile 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  21. ^ (EN) Madelyn Chung, Shawn Mendes Makes The Crowd Go Wild At The 2015 MMVA, su huffingtonpost.ca, HuffPost Canada, 22 giugno 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  22. ^ (EN) Jessie Katz, Shawn Mendes and Camila Cabello Perform 'I Know What You Did Last Summer' at the 2016 People's Choice Awards, su Billboard, 6 gennaio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  23. ^ (EN) Dan Rys, The Weeknd Wins Big, Celine Dion & Kesha Deliver Powerful Performances at 2016 Billboard Music Awards, su Billboard, 23 maggio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  24. ^ (EN) Shawn Mendes Drops New Music Video For 'Stitches' - Watch Now!, su justjaredjr.com, Just Jared Jr., 18 marzo 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  25. ^ (EN) Jason Lipshutz, Shawn Mendes Gets Beat Up by Love in New 'Stitches' Video, su Billboard, 24 giugno 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  26. ^ (EN) Gary Trust, The Weeknd's 'The Hills' No. 1 on Hot 100 for Fifth Week, su Billboard, 19 ottobre 2015. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  27. ^ (EN) Gary Trust, Shawn Mendes' 'Stitches' Hits No. 1 on Adult Contemporary Chart, su Billboard, 18 aprile 2016. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  28. ^ (EN) Rob Copsey, Shawn Mendes' Stitches knocks Justin Bieber from singles Number 1, su officialcharts.com, Official Charts Company, 22 gennaio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  29. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Shawn Mendes - Stitches, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  30. ^ (EN) Shawn Mendes - Chart history (Billboard Canadian Hot 100), su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  31. ^ a b (HR) ARC TOP 40 - The Best of 2016, su radio.hrt.hr, HRT. URL consultato il 6 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2017).
  32. ^ (EN) DISCOGRAPHY - SHAWN MENDES, su irish-charts.com. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  33. ^ (ES) Top 20 Streaming (del 20 de Noviembre al 26 de Noviembre), su amprofon.com.mx, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 6 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2015).
  34. ^ (PL) airplay - top - archiwum - 23.01. - 29.01.2016, su bestsellery.zpav.pl, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  35. ^ (EN) Stitches - Full Official Chart History, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  36. ^ (CS) CZ - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - SHAWN MENDES - Stitches, su hitparada.ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  37. ^ (SL) Tedenska lestvica - 10 teden - 07.03.2016-13.03.2016, su slotop50.si, SloTop50. URL consultato il 5 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2018).
  38. ^ (SK) SK - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - SHAWN MENDES - Stitches, su hitparadask.ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  39. ^ (EN) Shawn Mendes - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  40. ^ (HU) Stream Top 40 slágerlista - 2016. 2. hét - 2016. 01. 11. - 2016. 01. 17., su slagerlistak.hu, Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  41. ^ (EN) ARIA Top 100 Singles for 2015, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  42. ^ (EN) Year-End Charts - Canadian Hot 100 - 2015, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  43. ^ CLASSIFICHE "TOP OF THE MUSIC" 2015 FIMI-GfK: LA MUSICA ITALIANA IN VETTA NEGLI ALBUM E NEI SINGOLI DIGITALI, su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  44. ^ (NL) Jaaroverzichten 2015, su dutchcharts.nl, Dutch Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  45. ^ (EN) Top 100 Songs Annual: 2015, su elportaldemusica.es, El Portal de Música. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  46. ^ (EN) Billboard Hot 100: 2015 Year-End Charts, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  47. ^ (SV) Årslista Singlar, 2015, su sverigetopplistan.se, Sverigetopplistan. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  48. ^ (HU) Stream Top 100 - helyezés alapján - 2015, su slagerlistak.hu, Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  49. ^ (EN) ARIA Top 100 Singles for 2016, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  50. ^ (DE) Ö3 Austria Top 40 - Single-Charts 2016, su oe3.orf.at. URL consultato il 6 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2016).
  51. ^ (NL) Jaaroverzichten 2016, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  52. ^ (FR) Rapports Annuels 2016, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  53. ^ (DA) Track Top-100 2016, su hitlisten.nu, Hitlisten. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  54. ^ (FR) Top de l'année: Top Singles 2016, su snepmusique.com, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  55. ^ (DE) Single – Jahrescharts 2016, su offiziellecharts.de, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  56. ^ FIMI-GfK 2016: LE UNICHE CLASSIFICHE ANNUALI COMPLETE, su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  57. ^ (EN) Top Selling Singles of 2016, su nztop40.co.nz, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2020).
  58. ^ (NL) Jaaroverzichten – Single 2016, su dutchcharts.nl, Dutch Charts. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  59. ^ (EN) End of Year Singles Chart Top 100 – 2016, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  60. ^ (EN) Top City & Country Radio Hits - Russia - Year-End 2016, su tophit.ru, Tophit. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  61. ^ (SL) Letne lestvice - 2016, su slotop50.si, SloTop50. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  62. ^ (EN) Billboard Hot 100: 2016 Year-End Charts, su Billboard. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  63. ^ (EN) Top 100 Songs Annual: 2016, su elportaldemusica.es, El Portal de Música. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  64. ^ (SV) Årslista Singlar, 2016, su sverigetopplistan.se, Sverigetopplistan. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  65. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 2016, su hitparade.ch, Schweizer Hitparade. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  66. ^ (EN) Top City & Country Radio Hits - Ukraine - Year-End 2016, su tophit.ru, Tophit. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  67. ^ (HU) Stream Top 100 - helyezés alapján - 2016, su slagerlistak.hu, Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  68. ^ (EN) Rob Copsey, The UK's Official Top 100 biggest songs of the decade 2010 - 2019, su officialcharts.com, Official Charts Company, 11 dicembre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2021.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica