Apri il menu principale
Stoliaz
Stolac
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Adriatico
Coordinate44°49′57″N 14°45′25″E / 44.8325°N 14.756944°E44.8325; 14.756944Coordinate: 44°49′57″N 14°45′25″E / 44.8325°N 14.756944°E44.8325; 14.756944
ArcipelagoIsole Quarnerine
Superficie0,0102 km²
Dimensioni0,180 × 0,085 km
Sviluppo costiero0,448 km
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione litoraneo-montana
ComuneLoparo
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Stoliaz
Stoliaz
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Stoliaz[1] o Stolaz[2] (in croato Stolac) è uno scoglio disabitato della Croazia, che fa parte dell'arcipelago delle isole Quarnerine ed è situato a est dell'isola di Arbe e a ovest della costa dalmata.

Amministrativamente appartiene al comune di Loparo, nella regione litoraneo-montana.

GeografiaModifica

Nel punto più ravvicinato, Stoliaz dista 9,7 km[3] dalla terraferma. Situato nel canale della Morlacca, dista 115 m[4] dalla costa orientale dell'isola di Arbe.

Stoliaz è uno scoglio allungato, orientato in direzione nordest-sudovest, posto al centro della baia omonima (baia Stoliaz[1] o Stolaz[2], uvala Stolac)[5] , nella parte orientale del comune e della penisola di Loparo. Misura 180 m[6] di lunghezza e 85 m[7] di larghezza massima. Possiede una superficie di 0,0102 km²[8] e ha uno sviluppo costiero pari a 0,448 km[8].

Attorno a Stoliaz sono presenti altri due piccoli scogli[5]: Stolaz Piccolo[2] (Mali Stolac) e lo scoglio Stollaz[2] (hrid Stolac).

NoteModifica

  1. ^ a b Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 469.
  2. ^ a b c d Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 566, ISBN 978-88-85339293.
  3. ^ Distanza calcolata su Wikimapia
  4. ^ Distanza calcolata su Wikimapia
  5. ^ a b (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  6. ^ Lunghezza su Wikimapia
  7. ^ Larghezza su Wikimapia
  8. ^ a b PREGLED, POLOŽAJ I RASPORED MALIH, POVREMENO NASTANJENIH I NENASTANJENIH OTOKA I OTOČIĆA [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, p. 9. URL consultato l'8 agosto 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica