Storia del cristianesimo

(Reindirizzamento da Storia del Cristianesimo)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Cristianesimo.

La storia del cristianesimo tratta della storia della religione cristiana e delle sue istituzioni in tutto il periodo che va dalle origini del cristianesimo nel I secolo fino ad oggi.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ministero di Gesù, Origini del cristianesimo, Primi centri del cristianesimo, Letteratura cristiana, Persecuzione dei cristiani nell'Impero romano e Diffusione del cristianesimo in epoca precostantiniana.

Il cristianesimo fu fondato nel I secolo d.C. da Gesù di Nazaret e dai discepoli che lo avevano conosciuto, come gli apostoli, gli evangelisti Marco e Luca, Paolo di Tarso, che favorì la fondazione di comunità cristiane, o "chiese", dopo la sua conversione.

Il cristianesimo si diffuse inizialmente, da Gerusalemme, in tutto il Vicino Oriente. Nel quarto secolo fu adottato come religione di Stato dall'Armenia nel 301, in Etiopia nel 325 e in Georgia nel 337, e infine dall'Impero Romano nel 380. Si diffuse in tutta Europa nel Medioevo e continuò ad espandersi nel mondo con le grandi scoperte dal Rinascimento in poi diventando la maggiore religione al mondo.[1] Durante la propria storia, i cristiani hanno sia subito che inflitto persecuzioni, conosciuto scismi e lotte, talvolta anche cruente, ingaggiate sia tra diverse correnti interne allo stesso cristianesimo che contro altre religioni. Le prime sono derivate da dispute teologiche che hanno sancito la nascita di diverse chiese distinte. Le confessioni principali del cristianesimo sono la Chiesa cattolica romana, la Chiesa ortodossa orientale e le varie Chiese protestanti. Le lotte contro altre religioni furono principalmente condotte in due fasi: nei primi secoli contro il Paganesimo e durante il Medioevo contro gli ebrei[2] e l'Islam, attraverso le crociate (ad eccezione della crociata contro i catari, diretta verso una corrente minoritaria di cristiani).

PeriodizzazioneModifica

Si è soliti distinguere convenzionalmente quattro fasi della storia del cristianesimo, corrispondenti a quelle della civiltà occidentale (pur tenendo conto dei limiti di tale periodizzazione: per esempio, le Chiese dell'Europa Orientale non hanno conosciuto quel fenomeno che in Occidente passa sotto il nome di Medioevo):

  1. epoca antica (I-V secolo): dalla nascita, con Gesù, fino ai primi concili ecumenici.
  2. epoca medievale (V-XV secolo): dalle conversioni delle popolazioni barbariche alla fine dello scisma d'occidente; inizio della rottura col Medioevo è la lotta tra papa Bonifacio VIII e il re di Francia Filippo il Bello.
  3. epoca moderna (XIV-XVIII secolo): è l'epoca della nascita degli Stati nazionali, dei grandi Concili del XV e XVI secolo, della rottura dell'unità religiosa dell'Europa Occidentale, con la nascita del protestantesimo; il periodo termina con la Rivoluzione francese.
  4. epoca contemporanea (XIX-XXI secolo): dalla Rivoluzione francese ai nostri giorni.

CronologiaModifica

Quadro storicoModifica


NoteModifica

  1. ^ Religions by Adherents, Adherents.com.
  2. ^ Sara Lipton, The Root of All Evil: Jews, Money and Metaphor in the Bible Moralisée, in Medieval Encounters, vol. 1, n. 3, 1995, pp. 301–322, DOI:10.1163/157006795x00019. URL consultato il 12 febbraio 2021.

BibliografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Bibliografia sulla storia del cristianesimo.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

FontiModifica

DizionariModifica

StoriaModifica

Siti monograficiModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85025619 · GND (DE4030720-7 · BNE (ESXX564697 (data)