Apri il menu principale

Strada statale 7 ter Salentina

strada statale italiana
Strada statale 7 ter
Salentina
Strada Statale 7ter Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniPuglia
Italia - mappa strada statale 7 ter.svg
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSvincolo con la SS 7 a Taranto (presso la fermata ferroviaria di Nasisi)
Fineinnesto con la SS 16 presso la stazione di Surbo
Lunghezza78,400 km
Provvedimento di istituzioneR.D. 28/01/1937 n. 172[1]
GestoreANAS

La strada statale 7 ter Salentina (SS 7 ter) è una strada statale che collega i capoluoghi salentini Taranto e Lecce. D'estate, nel periodo delle ferie, è molto frequentata per i traffici di turisti che, dalla autostrada A14 fino a Taranto, passano di lì per recarsi nel Salento.

Indice

StoriaModifica

La strada statale 7 ter "Salentina" venne istituita nel 1937 con i seguenti capisaldi d'itinerario: "Innesto S.S. n. 16 presso Surbo - S. Giorgio Jonico"[1].

In seguito[Quando?] la strada venne prolungata da San Giorgio Jonico fino a raggiungere il nuovo tracciato della SS 7[2] in prossimità della stazione di Nasisi, allungando così il tracciato di 13,6 km.[3]

La questione sulla via Bradanico-SalentinaModifica

Dagli inizi del nuovo secolo, l'odierna Strada Statale 7 ter è stata inglobata in un grande progetto chiamato "Itinerario Bradanico-Salentino", ossia un complesso di strade extraurbane a quattro corsie che dovrebbero collegare Matera dall'innesto della Strada statale 655 Bradanica diretta verso Candela-Foggia a Lecce passando per Taranto. Il progetto consta di un ammodernamento a strada extraurbana principale della Strada Statale 7 nel tratto Matera-Taranto, la costruzione di un raccordo autostradale fra la A14 e Taranto, che servirebbe la Strada Statale 7, Massafra, Statte (dove è stato parzialmente costruito), la Strada Statale 172 dei Trulli, innestandosi sul tronco iniziale della Strada Statale 7 ter diretta verso Taranto Sud. Da qui, però, non seguirebbe il tracciato della 7 ter ma devierebbe verso la statale Taranto-Brindisi, seguendo il percorso di essa fino allo svincolo di Grottaglie Paparazio-SP86. Qui inizierebbe la nuova Strada Statale 7 ter come strada extraurbana secondaria a una corsia per senso di marcia, che proseguirebbe come ammodernamento della SP86 Grottaglie-mare e, dopo aver superato in variante San Marzano di San Giuseppe, punterebbe in direzione est passando a Nord di Sava e Manduria servendo anche il traffico proveniente da Francavilla Fontana e Oria, diretto nel centro del Salento; dopo di ché, si allaccerebbe al tronco già esistente della Manduria-San Pancrazio. Una questione rilevante riguarda il suddetto tronco San Marzano-Sava-Manduria, già realizzato, ma mai aperto al traffico e tutt'ora in stato di abbandono. Giunti a San Pancrazio, un progetto prevedeva una variante ex-novo che corresse più a Sud parallelamente all'odierno tracciato, quindi passando tra Guagnano e Salice Salentino e poi proseguendo in direzione Novoli, evitata in variante da Sud insieme a Villa Convento, ricevendo il traffico dai centri limitrofi di Carmiano, Magliano, Arnesano e Monteroni di Lecce, per poi innestarsi sull'odierna SP4 Lecce-Novoli fino allo svincolo con la Tangenziale Ovest di Lecce. Tuttavia, la necessità di risparmiare l'utilizzo di nuovo terreno, con conseguenti espropri, hanno portato i progettisti a seguire fedelmente il percorso attuale, progettando il completamento della variante di San Pancrazio e facendo proseguire la strada attraverso i centri di Guagnano e Campi Salentina senza soluzione di continuità.[4] Tuttavia, questo itinerario sfavorirebbe ancor di più la zona Sud di Taranto, l'area di San Giorgio Ionico e i comuni rivieraschi con le rispettive marine. Riguardo a ciò, è in corso il progetto della Strada Regionale 8 Talsano-Avetrana che riguarderebbe una strada extraurbana principale, come prosecuzione naturale del primo tronco della Strada Statale 7 ter (Ponte Punta Penna Pizzone) verso Sud a servizio dei quartieri meridionali tarantini e delle marine di Lama e San Vito. Da Talsano, proseguirebbe parallela alla costa lambendo Leporano e Pulsano. Da qui, passando da quattro a due corsie, si dirigerebbe seguendo il tracciato di strade preesistenti verso Monacizzo, quindi Maruggio, da cui seguirebbe il percorso della Strada Provinciale 141 fino all'incrocio con la Strada Provinciale 359 Nardò-Avetrana in agro di Porto Cesareo.[5]

CaratteristicheModifica

La SS 7 ter si presenta ad una sola carreggiata, tranne nel tratto iniziale (km 0 - 6) e in gran parte del tratto tra Manduria e San Pancrazio Salentino (km 41+800-54+080), che nel corso degli anni 1990 è stata ammodernata a strada extraurbana secondaria a due carreggiate con due corsie per ogni senso di marcia, con il limite di velocità di 90 chilometri orari.

PercorsoModifica

La SS 7 ter inizia dallo svincolo con la superstrada Taranto-Brindisi presso la stazione di Nasisi. Il primo tratto attraversa il Mar Piccolo con un ponte lungo Punta della Penna. Da lì si dirama poi in direzione del comune di San Giorgio Ionico, dove assorbe la ex Strada statale 603 di San Giorgio Jonico proveniente dalla vicina Carosino, per poi servire i comuni di Monteparano (con le vicine Roccaforzata e Faggiano), Lizzano attraverso la Strada Provinciale 115, poi Fragagnano, Sava (da cui partono i collegamenti con San Marzano di San Giuseppe-Grottaglie, Torricella, Maruggio, Uggiano Montefusco e il mare) e Manduria (da cui partono le provinciali per Francavilla Fontana e Oria). Da Manduria prosegue come strada extraurbana secondaria a quattro corsie sino a San Pancrazio Salentino, servendo Avetrana, Erchie e le marine di Manduria e Porto Cesareo. Dopo aver deviato per il centro di San Pancrazio, prosegue verso est entrando immediatamente in Provincia di Lecce, per poi attraversare Guagnano, incrociare la direttrice Mesagne-San Donaci-Salice Salentino-Veglie e attraversare per ultima Campi Salentina (da cui raggiungere Cellino San Marco e Squinzano a Nord e Novoli e Carmiano a Sud). Poi una volta uscita dal centro abitato incrocia la Strada Provinciale Novoli-Trepuzzi per poi sfociare subito dopo nel percorso della Strada statale 16 Adriatica presso la stazione di Surbo, quindi a tre chilometri da Lecce.

TracciatoModifica

  Salentina
Tipo Indicazione km Note Provincia
  Taranto Paolo VI
  Crispiano
  Martina Franca
  Locorotondo
  Alberobello
  Castellana Grotte
  Fasano
Valle d'Itria
  Selva di Fasano
  Zoosafari
-1,2 Tratto senza denominazione ufficiale TA
Taranto Tamburi
  Taranto Tamburi
  Statte
  Massafra
  Matera
  Gioia del Colle
  Bari
    Reggio Calabria
    Bologna-Taranto
  Porto di Taranto
0,0
    Brindisi
    Grottaglie
  Montemesola
  Monteiasi
  Buffoluto
Cantieri Navali
0,5
  Area di Servizio 1,3 Solo in direzione SS 7
  Taranto Centro 4,0 Solo in direzione Taranto
  Taranto Solito-Corvisea 5,5
  Taranto via Cesare Battisti 6,0
    Circummarpiccolo
Quartiere Paolo VI
  Martina Franca
9,3
    Talsano 10,2
    Zona industriale San Giorgio Jonico
  Faggiano
12,1
  San Giorgio Jonico 12,9 Da qui si può raggiungere:
  Monteiasi
ex   Grottaglie
ex   Carosino
  Pulsano
  Roccaforzata
  Carosino-Roccaforzata 15,7
  Monteparano 17,0 Da qui si può raggiungere:
  Carosino
Roccaforzata
    Lizzano 20,5
  Circonvallazione di Fragagnano 21,6
  Fragagnano 22,2 Da qui si può raggiungere:
  Grottaglie
  San Marzano di San Giuseppe
  Lizzano
  Circonvallazione di Sava 27,8
  Sava 28,7 Da qui si può raggiungere:
  Francavilla Fontana
  San Marzano di San Giuseppe-Grottaglie
  Lizzano
  Torricella
  Maruggio
  Uggiano Montefusco
  Circonvallazione di Manduria 34,5
  Manduria 34,8 Da qui si può raggiungere:
  Francavilla Fontana
  Oria
  Torre Santa Susanna
  Maruggio
Uggiano Montefusco
    San Pietro in Bevagna
ex   Avetrana
    Avetrana 38,7
    Avetrana
  Torre Colimena
  Porto Cesareo
  Nardò
    Gallipoli
44,7 BR
  Strada Vicinale "Cicirelle" 46,1
    Erchie
Strada Consorziale "Argentoni"
  Torre Santa Susanna
  Oria
  Latiano
  Mesagne
46,7
  Strada Vicinale "Greci II" 49,1
  San Pancrazio Salentino
    Punta Prosciutto
51,7
  San Pancrazio Salentino
    Salice Salentino
    Veglie
    Torre Lapillo
  Porto Cesareo
  Nardò
54,4
  San Pancrazio Salentino 54,8 Da qui si può raggiungere:
  Torre Santa Susanna
  Mesagne
  San Donaci
Veglie-Salice Salentino
  Guagnano 63,6 Da qui si può raggiungere:
  Cellino San Marco-San Donaci
  Villa Baldassarri
  Salice Salentino
LE
    Villa Baldassarri-San Donaci-Mesagne
  Salice Salentino-Veglie-Leverano
66,1
  Campi Salentina 69,3 Da qui si può raggiungere:
  San Donaci
  Cellino San Marco
  Squinzano
  Novoli
  Carmiano-Veglie
Porto Cesareo
    Novoli
  Trepuzzi
Brindisi
75,3
    Trepuzzi-Squinzano-Brindisi
  Lecce
  Zona industriale di Lecce
  Surbo scalo
78,4

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica